Aggiornamenti in tempo reale del Pakistan: Imran Khan e notizie della Corte Suprema

Credito…Saiyna Bashir per il New York Times

ISLAMABAD, Pakistan – Il Pakistan, una nazione armata di armi nucleari che ospita la seconda popolazione musulmana del mondo, è stato per decenni un riluttante – se importante – partner americano nella campagna contro il terrorismo.

Ma il paese si è allontanato dagli Stati Uniti sotto il primo ministro Imran Khan, in particolare dopo il ritiro americano dall’Afghanistandove il Pakistan è stato lungo accusato di nutrire i talebani ed è un sostenitore di il regime talebano che è subentrato l’anno scorso. Anche il Pakistan ha abbracciato una partnership strategica con la Cina e legami più stretti con la Russia.

Per due decenni dopo il settembre 11, 2001, attacchi, il Pakistan era apparentemente un partner degli Stati Uniti nella guerra contro Al Qaeda ei talebani dopo che gli Stati Uniti avevano chiesto al Pakistan di scegliere da che parte stare. In cambio, l’esercito pakistano ha vinto decine di miliardi di dollari in aiuti americani.

Ma fin dall’inizio, le relazioni tra i due paesi erano piene di interessi divisi, con il Pakistan che giocava a un doppio gioco: accettare l’aiuto americano, mentre spesso appoggiava gli stessi militanti che gli Stati Uniti stavano combattendo.

L’agenzia di spionaggio pakistana ha fornito assistenza alla pianificazione e competenze di addestramento ai talebani durante la guerra afgana, hanno detto funzionari americani, e ha offerto un rifugio per la rete Haqqaniun’organizzazione militante responsabile di alcuni degli attacchi più mortali contro le truppe americane in Afghanistan. Dopo che i talebani hanno preso il potere, i protetti pakistani nella rete Haqqani hanno assunto posizioni chiave il governo afgano.

READ  Notizie di guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

L’obiettivo del Pakistan in Afghanistan era quello di creare una sfera di influenza per bloccare il suo acerrimo nemico, l’India, che, secondo il Pakistan, sostiene i gruppi separatisti che operano dai paradisi in Afghanistan per fomentare disordini in Pakistan.

Durante la guerra in Afghanistan, gli Stati Uniti hanno tollerato il gioco ambiguo del Pakistan perché, data la scelta, i funzionari americani hanno preferito combattere una guerra caotica in Afghanistan piuttosto che litigare con un Pakistan dotato di armi nucleari. I porti e gli aeroporti del Pakistan offrivano punti di ingresso critici e linee di rifornimento per l’equipaggiamento militare americano necessario in Afghanistan.

Ma le relazioni degli Stati Uniti con il Pakistan si sono raffreddate dopo i Navy SEAL ha ucciso Osama bin Laden nel 2011 in un rifugio situato vicino a un’accademia militare pakistana.

La Cina, mecenate di lunga data del Pakistan, lo ha fatto ha investito molto nelle infrastrutture pakistane. La Cina conta anche sul Pakistan per fungere da facilitatore in Afghanistan, sede di milioni di dollari di minerali di terre rare che hanno stuzzicato gli interessi della Cina, affermano gli analisti. Sig. Khan, nel tentativo di stabilire legami più stretti anche con Mosca ha visitato il presidente Vladimir V. Putin in Russia poche ore prima dell’invasione dell’Ucraina. Sig. Khan intendeva spingere per la costruzione di un gasdotto multimiliardario da parte di società pakistane e russe, secondo le notizie in Pakistan.

Se il sig. Khan viene estromesso, molti esperti della regione affermano che il Pakistan potrebbe avvicinarsi agli Stati Uniti e all’Occidente. Negli ultimi tre anni, l’esercito pakistano, che storicamente ha determinato la politica estera e le priorità di sicurezza del paese, è stato spesso in disaccordo con Mr. Le opinioni di Khan sull’allontanamento dagli Stati Uniti, affermano gli analisti. Tali differenze hanno contribuito al sig. Il rapporto di Khan con i militari si inasprisce nell’ultima parte del suo mandato.

READ  La Dow è caduta poco prima della riunione della Fed

Il giorno prima che si tenesse la votazione di sfiducia, il capo dell’esercito pakistano, gen. Qamar Javed Bajwa, ha espresso il desiderio di approfondire i legami sia con la Cina che con gli Stati Uniti e ha condonato l’invasione russa dell’Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *