Almeno 13 morti nell’attacco missilistico russo al centro commerciale, afferma l’Ucraina

  • Funzionari ucraini affermano che il centro commerciale è stato colpito da missili
  • Il presidente Zelenskiy condanna l’attacco
  • La Russia ha negato di prendere di mira i civili in Ucraina

KREMENCHUK, Ucraina, 27 giugno (Reuters) – Due missili russi si sono schiantati lunedì contro un affollato centro commerciale nella città di Kremenchuk, nell’Ucraina centrale, uccidendo almeno 13 persone e ferendone 50, ha affermato il governatore regionale.

Il presidente Volodymyr Zelenskiy ha detto che più di 1.000 persone erano nel centro commerciale al momento dell’attacco, che secondo testimoni ha causato un enorme incendio e ha inviato fumo scuro che si alzava nel cielo.

Un giornalista della Reuters ha visto la buccia carbonizzata di un complesso commerciale con un tetto sfondato. I vigili del fuoco e i soldati stavano tirando fuori pezzi di metallo maciullati mentre cercavano i sopravvissuti.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

“È impossibile anche solo immaginare il numero delle vittime… È inutile sperare nella decenza e nell’umanità dalla Russia”, ha scritto Zelenskiy sull’app di messaggistica di Telegram.

Dmytro Lunin, governatore della regione centrale di Poltava, ha scritto su Telegram che 13 persone sono state ora confermate uccise dallo sciopero, aggiungendo che era troppo presto per parlare di un bilancio delle vittime finale poiché i soccorritori continuavano a cercare tra le macerie.

Lunin ha anche scritto su Telegram che 21 persone erano state ricoverate in ospedale e altre 29 avevano ricevuto il primo soccorso senza ricovero.

“È un atto di terrorismo contro i civili”, ha detto separatamente, suggerendo che non c’era nessun obiettivo militare nelle vicinanze a cui la Russia avrebbe potuto mirare.

READ  Dopo l'incontro di Lavrov, Blinken ha avvertito che l'invasione russa dell'Ucraina sarebbe stata accolta con "rappresaglia severa e unanime".

A un certo punto, i paramedici si sono precipitati nell’edificio dopo che i soccorritori hanno chiamato “200” nel senso che avevano trovato uno o più corpi nell’edificio. I giornalisti sono stati successivamente allontanati dalla scena quando le sirene dei raid aerei hanno urlato di nuovo.

L’UCRAINA VUOLE PIÙ ARMI

Al calare della notte, i soccorritori hanno portato luci e generatori per continuare la ricerca. I familiari preoccupati, alcuni vicini alle lacrime e con le mani sulla bocca, si sono messi in fila in un hotel dall’altra parte della strada rispetto al centro commerciale dove i soccorritori avevano allestito una base.

Kiril Zhebolovsky, 24 anni, stava cercando il suo amico, Ruslan, 22 anni, che lavorava in un negozio di elettronica e di cui non si era saputo dall’esplosione. “Gli abbiamo inviato messaggi, chiamato, ma niente”, ha detto. Ha lasciato il suo nome e numero di telefono ai soccorritori nel caso in cui il suo amico venisse trovato.

Un impiegato di un centro commerciale che si chiamava Roman, 28 anni, ha detto a Reuters che solo tre giorni fa la direzione del centro commerciale aveva consentito ai negozi di rimanere aperti durante le sirene dei raid aerei.

Kremenchuk, una città industriale di 217.000 abitanti prima del 12 febbraio in Russia 24 invasione dell’Ucraina, si trova sul fiume Dnipro nella regione di Poltava ed è il sito della più grande raffineria di petrolio dell’Ucraina.

READ  Il procuratore generale di New York Trump delinea il modello di potenziale frode negli affari

Il comando dell’aviazione ucraina ha detto che il centro commerciale è stato colpito da due missili X-22 a lungo raggio lanciati dai bombardieri Tu-22M3 che volavano dall’aeroporto di Shaykovka nella regione russa di Kaluga.

Il vice ambasciatore russo presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyanskiy, ha scritto su Twitter, senza citare prove, che l’attacco è stato una “provocazione ucraina”.

“Esattamente ciò di cui il regime di Kiev ha bisogno per mantenere l’attenzione sull’Ucraina prima del (il) Vertice NATO”, ha detto, riferendosi al raduno dell’Alleanza a Madrid che dovrebbe iniziare martedì.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato lunedì che il prossimo vertice concorderà un nuovo pacchetto di assistenza per l’Ucraina in aree “come comunicazioni sicure, sistemi antidroni e carburante”.

“Abbiamo bisogno di più armi per proteggere la nostra gente, abbiamo bisogno di difese missilistiche”, ha scritto su Twitter Andriy Yermak, capo dell’ufficio del presidente.

Vadym Denysenko, un consigliere del ministero degli interni, ha affermato che la Russia avrebbe potuto avere tre motivi per l’attacco.

“Il primo, senza dubbio, è seminare il panico, il secondo è… distruggere le nostre infrastrutture, e il terzo è… alzare la posta in gioco per convincere l’Occidente civile a sedersi di nuovo al tavolo per i colloqui”, ha detto disse.

La Russia, che ha catturato la città ucraina orientale di Sievierdonetsk dopo un assalto durato una settimana, ha intensificato gli attacchi missilistici in tutta l’Ucraina negli ultimi giorni. leggi di più

I missili hanno colpito un condominio ed sono atterrati vicino a un asilo nella capitale ucraina domenica, uccidendo una persona e ferendone molte altre. leggi di più

Segnalazione di Simon Lewis; Rapporti aggiuntivi di Pavel Polityuk e Max Hunder; Scritto da Tom Balmforth e Max Hunder; Montaggio di Lisa Shumaker e Alistair Bell

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *