Astros supera gli Yankees in ALCS Game 4, completa lo sweep per raggiungere la 4a World Series in 6 stagioni

Il New York Yankees li ha fatti funzionare per questo, ma il Houston Astros prevaleva ancora. Il preminente colosso di AL ha vinto un gioco ALCS avanti e indietro 4, 6-5, per completare lo sweep e avanzare alle World Series contro il Filadelfia Phillies.

Gli Astros hanno superato uno svantaggio iniziale di 3-0 sull’interbase rookie Jeremy Peñal’ultimo eroismo di, poi ribaltato un buco di una corsa in un vantaggio di fine serie su Alex BregmanIl singolo di via libera al settimo inning. Il bullpen ha sparato quattro inning senza reti in sollievo di Lance McCullers Jr.

Gara 4 è stata considerata un serio miglioramento per l’attacco degli Yankees. Antonio Rizzo guidato in due, e Harrison Bader ha segnato per la quinta volta in questa postseason. Ma non era abbastanza.

Lanciatore titolare Nestor Cortes Jr. lasciato dopo 2+ inning – poco dopo aver permesso a Peña di pareggiare la partita con un homer da tre punti – con un infortunio all’inguine che ha indebolito la sua velocità di palla veloce. Il manager Aaron Boone in seguito ha detto alla trasmissione TBS che Cortes aveva affrontato l’infortunio dall’inizio dei playoff.

La ripresa decisiva degli Astros nella settima è iniziata con palle a terra. Jose Altuve ha battuto un terrestre per primo su un gioco insondabilmente vicino. Quindi Gleyber Torres e Isiah Kiner-Falefa Ha gestito male un potenziale double play ball. Giordano Alvarez e Bregman ha proseguito con i singoli per pareggiare e prendere il comando.

Dopo aver raggiunto il loro sesto ALCS consecutivo, gli Astros hanno vinto per la quarta volta e sono passati alle World Series, ancora senza una sconfitta nel loro record nei playoff del 2022. Il manager Dusty Baker, 73 anni, farà il suo terzo viaggio al Fall Classic alla ricerca dell’unica cosa che gli è sfuggita come manager: un anello.

READ  Serena Williams saluta gli appassionati di tennis canadesi

L’unico campionato degli Astros è arrivato nel 2017, titolo poi contaminato nell’immaginario pubblico dallo scandalo del furto di insegne. Diverse stelle di quella squadra – Giorgio Springer, Carlos Correa tra loro – sono partiti. Ma l’organizzazione continua a pompare nuovi giocatori produttivi come Peña, Alvarez e la mazza da impatto ALCS a sorpresa Chas McCormick.

Passeranno ad affrontare i Phillies che vantano una terrificante collezione di armi. Justin Verlander, Framber Valdez e Cristian Javier ciascuno consentiva una corsa guadagnata o meno nelle partenze contro gli Yankees, mentre il bullpen degli Astros nel suo insieme consentiva una corsa nell’intera serie. Sembrano essere in una sfida contro una chiassosa banda di fannulloni Phillies guidati da Bryce Harper. Quella serie inizierà venerdì sera.

Nel Bronx, gli Yankees escono dai playoff, ma i riflettori non si attenuano con l’arrivo dell’inverno. Aaron giudice – il sensazionale 62 homer – è uscito in finale in Gara 4 e ora andrà in free agency. Ha pubblicato un ottimo anno contrattuale di tutti i tempi dopo aver rifiutato l’offerta di estensione degli Yankees in primavera.

Hai bisogno di recuperare il ritardo sulle principali trame di ottobre? Ti abbiamo coperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *