Biden vieta le importazioni di petrolio dalla Russia, avvertendo che i prezzi del gas aumenteranno

I consumatori statunitensi stanno già sentendo la stretta. In California i prezzi di alcuni tipi di gas si sono aggirati negli ultimi giorni intorno ai 6 dollari; martedì la media statale era ben oltre $ 5.

Martedì i repubblicani hanno ampiamente appoggiato il sig. La decisione di Biden di tagliare il petrolio russo, regalando al presidente un raro momento di sostegno bipartisan. Ma anche mentre lo facevano, molti repubblicani hanno approfittato ancora una volta dei prezzi elevati alla pompa per criticare lui e il suo partito.

“I democratici vogliono incolpare la Russia in aumento dei prezzi”, ha detto martedì il rappresentante Kevin McCarthy della California, il leader repubblicano della Camera. “Ma la verità è che le loro politiche fuori dal mondo sono il motivo per cui siamo qui in primo luogo”.

Nelle sue osservazioni, il sig. Biden ha definito la decisione morale, volta a paralizzare ulteriormente il sig. L’economia di Putin mentre le forze russe hanno continuato il loro brutale bombardamento di civili in molte città e periferie dell’Ucraina dopo due estenuanti settimane di guerra in Europa.

“Gli ucraini hanno ispirato il mondo e lo intendo nel senso letterale”, ha affermato il Sig. disse Biden. “Hanno ispirato il mondo con il loro coraggio, il loro patriottismo, la loro determinazione provocatoria di vivere liberi. La guerra di Putin ha causato enormi sofferenze e inutili perdite di vite umane a donne, bambini e tutti in Ucraina”.

Ha aggiunto: “Putin sembra determinato a continuare sulla sua strada omicida, a qualunque costo”.

Martedì le battaglie hanno continuato a imperversare in tutta l’Ucraina quando i funzionari umanitari hanno riferito che due milioni di rifugiati sono fuggiti dal paese in cerca di sicurezza. Ma le vittime sono aumentate mentre le evacuazioni sebbene i presunti “corridoi verdi” continuassero a essere presi di mira.

READ  Celtics contro Bucks takeaways: la storica gara 7 di Grant Williams manda le C alle finali orientali

Circa 2.000 civili sono riusciti a fuggire da Irpin, un sobborgo a nord-ovest di Kiev, capitale dell’Ucraina, che ha trascorso giorni senza acqua, elettricità e riscaldamento a causa dei pesanti combattimenti nell’area. Nella città di Sumy, a est di Kiev, martoriata dalla guerra, un corridoio umanitario è durato abbastanza a lungo da consentire a centinaia di civili di fuggire in un convoglio di autobus guidato dalla Croce Rossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *