Big Ten ottiene un nuovo mega accordo televisivo con Fox, NBC e CBS, ma non ESPN

Commento

La Big Ten Conference ha svelato giovedì gli accordi sui diritti dei media che dovrebbero valere più di 1 miliardo di dollari all’anno, una manna monumentale che arriva in un panorama in rapida evoluzione di scuole che saltano tra conferenze e atleti che sostengono una quota maggiore delle crescenti ricchezze che fluiscono attraverso i dipartimenti di atletica. Gli accordi, con Fox, CBS e NBC, sono i più grandi nella storia dello sport universitario.

Un tempo sinonimo di Midwest, i Big Ten avranno presto 16 squadre sparse dal New Jersey alla California, una conferenza nazionale appena coniata in un regno sportivo un tempo apprezzato per il suo fascino regionale. La conferenza ha recentemente annunciato le aggiunte previste di USC e UCLAche darà alla conferenza un’impronta nel redditizio mercato dei media di Los Angeles e che ha rafforzato il valore degli accordi.

Kevin Warren, commissario della conferenza dal 2020, ha dichiarato quest’estate di aver pensato all’espansione dei Big Ten da quando ha intervistato per il lavoro. Warren ha costruito l’idea dell’espansione, se non delle scuole specifiche, nei primi fogli del mandato discussi con le reti, ha affermato.

“Quello che l’espansione ha fatto per noi e per i nostri fan, ha davvero ridotto gli Stati Uniti, ha ridotto il nostro paese”, ha detto Warren in un’intervista, “al punto in cui le persone riconoscono che saranno in grado di guardare le nostre squadre competere e le loro scuole competere domani . , mezzogiorno e notte e in momenti unici dell’anno, come il Black Friday, e da costa a costa.

Tutti i 16 membri dei Big Ten, comprese le precedenti aggiunte Maryland e Rutgers, saranno i destinatari della manna finanziaria, poiché i soldi della TV sono il più grande flusso di entrate negli sport universitari. Il principale rivale della conferenza, la SEC, ha fatto le proprie mosse, annunciando l’anno scorso che lo avrebbe fatto aggiungi Texas e Oklahoma.

READ  I bucanieri atterrano Kyle Rudolph - ProFootballTalk

Secondo i sondaggi, il NIL non ha fatto la differenza per la maggior parte del divertimento degli sport universitari

“La capacità dei Big Ten e della SEC di generare entrate televisive ha attratto grandi marchi come USC e Texas a quelle conferenze in modi che non avrebbero alcun senso senza tutti quei soldi televisivi”, ha affermato l’economista Andy Schwarz, che è stato coinvolto .in diverse cause contro la NCAA. “Chiarisce anche che gestiscono una squadra di calcio come un business, e così facendo trattano i loro giocatori come se fossero anche giocatori della NFL”.

Le mosse che sconvolgono la tradizione e l’assalto dei soldi della TV arrivano quando la NCAA ha dovuto affrontare contenziosi e leggi in tutto il paese che sfidano le sue regole dilettantistiche di lunga data. L’anno scorso, l’associazione ha allentato alcune di queste restrizioni per consentire agli atleti di guadagnare denaro dalle sponsorizzazioni e dai loro account sui social media, ma non esiste un modello di compartecipazione alle entrate per gli enormi contratti TV. Warren ha detto che è disponibile ad avere una conversazione con i giocatori su questo.

“Tutte queste questioni aperte devono essere messe sul tavolo per essere discusse legittimamente”, ha affermato.

I nuovi accordi, che iniziano nel 2023 e durano sette anni, illustrano l’incredibile quantità di denaro che riempie le casse dei programmi sportivi universitari, un’evoluzione che può essere tracciata attraverso i Big Ten. Nel 1996, la conferenza ha ottenuto quello che allora era un contratto discografico: un contratto decennale da 100 milioni di dollari con ESPN che ha messo in rete quasi tutti i suoi giochi di conferenza. Nel 2007, la conferenza ha lanciato la Big Ten Network in collaborazione con Fox in un accordo che ha fruttato 2,8 miliardi di dollari in 20 anni. Pac-12, ACC e SEC hanno tutti seguito i Big Ten e hanno lanciato le proprie reti di marca, con successo variabile.

READ  Presunto tiratore trovato morto, 4 feriti

The Big Ten e SEC rimangono molto più avanti delle conferenze rivali in termini di entrate. La SEC ha firmato un accordo con ESPN del valore di 3 miliardi di dollari in 10 anni. secondo Sport Business Journalper la sua migliore partita del sabato, a partire dal 2024. (Altre parti di quell’accordo portano il valore dei diritti mediatici della SEC a circa $ 700 milioni ogni anno.) Ma i Big Ten sono ora tornati in cima.

I nuovi accordi daranno alla conferenza un programma simile alla NFL distribuito su tre reti di trasmissione nei sabati di football del college, con finestre fisse per ciascuna: mezzogiorno su Fox; 15:30 su CBS; e in prima serata sulla NBC. In particolare, escluso dall’accordo c’è ESPN, che è stato un partner dei Big Ten per quattro decenni. Anche in un ambiente mediatico più frammentato, ESPN rimane la rete sportiva dominante del paese. La sua formazione di discorsi quotidiani guida la conversazione sportiva del giorno e mantiene i diritti sui playoff del College Football. ESPN, per decenni, è stata la chiave per trasmettere i Big Ten in TV in tutto il paese.

“Siamo una componente chiave dell’atletica leggera del college, e in particolare del football universitario”, ha detto Warren. “Tutti riconoscono che è importante che tutti lavoriamo insieme e tutti abbiano una voce collaborativa. Sono fiducioso, da dove ci troviamo nei Big Ten, saremo in grado di avere voce in capitolo nel plasmare il futuro dell’atletica leggera del college sia dentro che fuori dal campo di gioco”.

Il potere e il pericolo di essere Adam Schefter, l’ultimo insider della NFL

The Big Ten è solo l’ultima proprietà sportiva a raccogliere una manna, dimostrando ancora una volta il valore dello sport dal vivo per le società di media, sia tradizionali che nuove. La NFL ha firmato un accordo con le quattro reti di trasmissione e Amazon l’anno scorso che lo pagherà circa $ 100 miliardi in un decennio. Il nuovo accordo della Major League Baseball con Fox Sports vale più di 5 miliardi di dollari all’anno. L’anno scorso, la Premier League inglese ha raddoppiato il valore annuale della sua quota per i diritti americani quando ha firmato di nuovo con la NBC per $ 2,7 miliardi in sei anni. Gli sport dal vivo continuano a essere la chiave per mantenere i clienti via cavo, mentre le piattaforme di streaming sperano di usarli per reclutare nuovi abbonati. (Anche The Big Ten ha avuto conversazioni con Amazon.)

READ  Visa, Mastercard sospende le operazioni in Russia per l'invasione dell'Ucraina

Altri sport Big Ten, tra cui il basket maschile e femminile, andranno in onda su Fox (e FS1), CBS e NBC, insieme a Big Ten Network, di cui Fox possiede il 61% di azioni, e Peacock, il servizio di streaming della NBC. Fox e FS1 continueranno a mostrare gran parte delle partite di calcio della conferenza.

Nel 2023, la CBS trasmetterà sette partite di calcio. La rete è ancora legata alla SEC attraverso un contratto che richiede che il miglior gioco della conferenza venga trasmesso esclusivamente dalla CBS alle 15:30. A partire dal 2024, i Big Ten occuperanno quella finestra pomeridiana per tutta la stagione.

La NBC trasmetterà da 14 a 16 partite di calcio ogni stagione, introducendo una programmazione descritta come “Big Ten Saturday Night”, uno sforzo per rispecchiare il successo che la rete ha avuto con “Sunday Night Football”. Queste tre reti principali condivideranno i diritti per trasmettere la partita del titolo di calcio Big Ten, con Fox che trasmetterà la partita in televisione nel 2023, 2025, 2027 e 2029 e CBS (2024, 2028) e NBC (2026) trasmetteranno l’evento principale nell’altro anni.

La CBS trasmetterà la partita di campionato dei tornei della conferenza di basket maschile e femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *