Bryson DeChambeau al LIV Golf: l’ex grande campione si unirà alla lega rivale per il primo evento statunitense a Portland

LIV Golf si sta organizzando una settimana. Dopo aver atterrato Dustin Johnson e Phil Mickelson per il suo primo evento al Centurion Club di Londra questa settimana, il primo draft LIV Golf si è tenuto martedì sera e tutti nel mondo del golf erano fissi sullo spettacolo di tutto. Ora, la lega aggiungerà il campione degli US Open 2020 Bryson DeChambeau con altri che si dice seguiranno poco dopo.

DeChambeau si unirà alla lega sostenuta dall’Arabia Saudita, probabilmente per il suo secondo evento al Pumpkin Ridge di Portland, nell’Oregon, dal 30 giugno al 2 luglio. fornisce a LIV Golf un sacco di slancio mentre si avvia alla sua stagione inaugurale di otto eventi.

“Bryson è sempre stato un innovatore”, ha detto il suo agente in una nota. “Avere l’opportunità di entrare al piano terra di qualcosa di unico è sempre stato intrigante per lui. Il golf professionistico come lo conosciamo sta cambiando e sta accadendo rapidamente”.

Dopo aver perso tempo a causa di un infortunio, DeChambeau ha fatto la sua prima apparizione al PGA Tour in diversi mesi la scorsa settimana al Memorial Tournament, dove ha mancato il taglio. Le sue intenzioni sono chiaramente cambiate negli ultimi sette giorni.

“Penso che sia principalmente – molto è privato”, DeChambeau ha detto la scorsa settimana al Muirfield Village. “Non ci sono davvero conversazioni che devono essere fatte su questo, a parte il fatto che, tipo, ogni persona qui fuori ha la propria opinione al riguardo. Io, ovviamente ci sono molte conversazioni. Per me, personalmente non lo faccio .pensa che in questo momento sono in un punto della mia carriera in cui posso rischiare cose del genere.

READ  L'Ucraina interrompe alcuni flussi di gas russi, afferma guadagni sul campo di battaglia

“Sono fedele alla mia famiglia che ho creato intorno a me con sponsor e tutto il resto. E da questo momento, il mondo del golf probabilmente cambierà in qualche modo. Non so cosa sia. Non è il mio lavoro . per farlo. Continuerò a giocare a golf professionistico e mi divertirò ovunque mi porti, giocherò con i migliori giocatori del mondo. Questo è davvero tutto ciò che ho, è quello che farò per il resto la mia vita, perché voglio essere uno dei migliori giocatori del mondo”.

Rick Gehman e Kyle Porter discutono dei rapporti secondo cui Bryson DeChambeau e Patrick Reed si uniranno alla LIV Golf Invitational Series. Segui e ascolta The First Cut su Podcast di Apple e Spotify.

Questo è un altro colpo di stato per LIV Golf, che ha ottenuto nomi più importanti nella sua infanzia di quanto si pensasse. È anche un problema per il PGA Tour, che fino a questo momento è stato abbastanza tranquillo in merito a specifiche azioni disciplinari per i giocatori che abbandonano la nave per la lega rivale. Un giocatore del PGA Tour con cui ho parlato si aspetta una dura dichiarazione dal Tour nei prossimi giorni, e credo che arriverà non appena le palle saranno in aria giovedì a Londra e i giocatori giocheranno ufficialmente nell’evento.

Anche LIV Golf potrebbe non essere completato aggiungendo giocatori. Secondo più fonti, il campione del Masters 2018 Patrick Reed dovrebbe unirsi a DeChambeau nella LIV Golf league. Fonti hanno anche detto a CBS Sports che nei prossimi giorni dovrebbero essere aggiunti altri grandi nomi, un elenco che potenzialmente include Jason Kokrak, Rickie Fowler e Harold Varner III. Come ho sempre affermatoil modo in cui le principali organizzazioni del campionato gestiranno tutto questo probabilmente determinerà come andrà a finire in futuro.

READ  1955 mandato nel caso Emmett Till trovato, la famiglia chiede l'arresto

L’USGA ha annunciato martedì che anche i giocatori della LIV Golf league avrebbero potuto giocare agli US Open 2022 dal 16 al 19 giugno, ma non ha preso una posizione a lungo termine sulla lega. Sembra che le quattro organizzazioni principali vogliano trattenere i punti OWGR dagli eventi LIV Golf con la speranza che i giocatori che saltano alla lega rivale del PGA Tour alla fine non si qualificheranno per le quattro major perché non possono guadagnare abbastanza punti qualificare.

In ogni caso, il PGA Tour è in una posizione difficile. Con i giocatori che escono dal Tour e si dirigono verso la percezione di pascoli più verdi e si dimettono anche dal Tour in gruppo, la loro linea di ricorso è estremamente limitata. Non c’è nemmeno una fine in vista per questo. Gli ultimi sei mesi sono stati curiosi e intriganti per quanto riguarda la frattura del golf professionistico, ma i prossimi sei daranno forma al futuro di questo sport per molto, molto tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *