Crisi Russia-Ucraina in primo piano mentre l’Occidente impone sanzioni

Le azioni europee sono aumentate venerdì mattina, seguendo un fragile rimbalzo globale mentre i partecipanti al mercato hanno valutato l’impatto delle sanzioni occidentali contro la Russia dopo che il Cremlino ha lanciato l’invasione dell’Ucraina.

Il paneuropeo Stoxx 600 è cresciuto di circa lo 0,7% durante gli scambi mattutini a Londra, con le principali borse e quasi tutti i settori in territorio positivo.

I titoli minerari hanno guidato i guadagni, scambiando in rialzo di circa l’1,9%, mentre i titoli chimici sono in controtendenza, in calo di circa lo 0,6%.

Giovedì Russia lanciato un attacco sull’Ucraina via terra, aria e mare, suscitando timori di una devastante crisi umanitaria e inviare onde d’urto attraverso i mercati finanziari.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba disse la capitale di Kiev è stata colpita da “orribili” attacchi missilistici russi venerdì mattina presto, con diverse segnalazioni di esplosioni in giro per la città. La crisi in Ucraina sta cambiando rapidamente ed è difficile confermare i rapporti specifici del Paese.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy ha dichiarato in una dichiarazione che almeno 137 persone sono state uccise e 316 sono rimaste ferite durante l’invasione. Zelenskyy, che si è impegnato a rimanere a Kiev, in seguito ha avvertito di “gruppi di sabotaggio nemici“entrare nella capitale.

Gli alleati statunitensi e occidentali hanno condannato l’assalto della Russia, coordinando una stretta su Mosca attuando un pacchetto di sanzioni progettato per limitare il commercio internazionale con la Russia e prendere di mira banche e oligarchi.

L’ucraino Kuleba ha chiesto con rabbia misure internazionali ancora più severe per scoraggiare la Russia, bloccando in particolare Mosca da SWIFT, un sistema di pagamento attraverso il quale riceve valuta estera.

READ  Rep. del Nebraska Jeff Fortenberry ritenuto colpevole di aver mentito all'FBI

Fragile rimbalzo

Giovedì le azioni globali sono state vendute bruscamente alla notizia dell’attacco, sebbene le azioni statunitensi intrapreso una straordinaria guarigione per concludere la sessione in territorio positivo.

In Asia-Pacifico, le azioni sono aumentate principalmente venerdì, con il Nikkei 225 giapponese in rialzo di quasi il 2%. Altrove, in Corea del Sud, il Kospi è salito dell’1% e l’S&P / ASX 200 in Australia ha guadagnato lo 0,1%.

Il Composite di Shanghai nella Cina continentale ha guadagnato lo 0,54% e la componente di Shenzhen è balzata dell’1,08%. L’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dello 0,14%.

Di ritorno in Europa, società di istruzione Pearson è salito al vertice del benchmark europeo. La società quotata a Londra ha lanciato un riacquisto di azioni da 350 milioni di sterline (470 milioni di dollari) dopo aver pubblicato risultati per il 2021 in linea con le previsioni recentemente aggiornate. Le azioni di Pearson sono aumentate di oltre il 7% al telegiornale.

Nel frattempo, compagnia di riassicurazione Swiss Re crollato in fondo all’indice. Le azioni della società sono scivolate del 6,8% dopo un profitto 2021 inferiore al previsto.

Venerdì mattina l’umore nei mercati è apparso cauto, con gli investitori che hanno monitorato il potenziale di ulteriori sanzioni contro Mosca. La prospettiva di una decisione di prendere di mira Swift o una mossa coordinata per colpire le esportazioni di petrolio e gas della Russia potrebbe avere implicazioni più ampie per l’economia globale.

A dire il vero, la Russia è il secondo produttore mondiale di gas naturale e una delle più grandi nazioni produttrici di petrolio al mondo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Per scelte di titoli esclusive, idee di investimento e live streaming globale della CNBC
Iscriversi per CNBC Pro
Inizia il tuo prova gratuita ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *