De Bruyne ne segna quattro mentre il Manchester City batte i Wolves per mantenere il vantaggio in cima | premier League

A una settimana dalla dolorosa capitolazione del Manchester City a Madrid, la risposta è stata davvero magnifica. Dopo che Kevin De Bruyne ha segnato il suo quarto gol e quello del Manchester City, Pep Guardiola è saltato tra le braccia del suo assistente, Rodolfo Borrell. A quel punto Guardiola aveva già abbandonato il mastodontico piumino nero e i guanti sono stati a lungo spenti nella loro ricerca di mantenere la corona della Premier League.

La prestazione impareggiabile di De Bruyne ha contribuito a ripristinare il vantaggio di tre punti del City sul Liverpool in vetta e ora ci sono solo due ostacoli tra loro e un quarto titolo di campionato in cinque stagioni. Raheem Sterling ha segnato un quinto gol a sei minuti dalla fine, ma è stato De Bruyne, che ha preso in prestito la celebrazione meditativa di Erling Haaland mentre completava una tripletta di 17 minuti nel primo tempo, che ha alimentato questa spettacolare e infallibile sconfitta dei Wolves.

Tecnicamente, il City ha bisogno di quattro punti in trasferta in trasferta contro il West Ham e in casa contro l’Aston Villa per portare a termine il lavoro, ma ha effettivamente un punto in più data la sua superiore differenza reti: il Liverpool deve ribaltare uno svantaggio di sette gol, così come i tre del City -point buffer, per vincere il titolo.

Anche con Fernandinho e Aymeric Laporte che si sono infortunati per aumentare il mal di testa difensivo di Guardiola, è difficile vedere il City buttarlo via da qui. Hanno segnato 22 gol nelle cinque partite di campionato da quando sono usciti dalla FA Cup contro il Liverpool il mese scorso. Immagina quanti potrebbero segnare quando Haaland è nell’edificio.

Alla fine della partita De Bruyne si è avvicinato all’arbitro, Martin Atkinson, per raccogliere il pallone della partita. Dato l’umore in cui ha iniziato qui, lanciando una palla brillante attraverso l’area che era una frazione di secondo troppo veloce per Phil Foden per convertire con appena un minuto sul cronometro, forse non avrebbe dovuto essere una sorpresa che abbia segnato il suo primo Tripletta del City in 24 minuti, la terza più veloce dall’inizio di una partita premier League storia.

La sua terza è stata la scelta del gruppo. Deriva da una rimessa in gioco del City. Joao Cancelo ha localizzato Sterling, che è stato sfidato da Rayan Ait-Nouri, e quando la palla si è liberata, De Bruyne ha preso allegramente il testimone, facendo alcuni passi decisi e spingendo con cura la palla in posizione di tiro prima di sferrare un tiro a spirale nell’angolo inferiore con quello che dovrebbe essere il suo piede sinistro più debole. Poi è arrivata la celebrazione, sicuramente un cenno alla nuova superstar del City. Benvenuto a Manchester.

De Bruyne ha messo in moto le cose alla fine di un tipico attacco City calcolato. Bernardo Silva, che ha operato al centro come un falso 9, ha infilato De Bruyne e ha segnato un traguardo basso nell’angolo più lontano. Guardiola strinse entrambi i pugni.

Pep Guardiola salta tra le braccia del suo assistente, Rodolfo Borrell, dopo il quarto gol di Kevin De Bruyne. Fotografia: Peter Powell / Reuters

È stato l’inizio perfetto, ma i Wolves hanno risposto quattro minuti dopo quando Leander Dendoncker ha coronato un bel contropiede. Raul Jimenez si è spinto in avanti da metà campo prima di allargare la palla. La retroguardia improvvisata del City non si è coperta di gloria. Il 37enne Fernandinho, che ha collaborato con Laporte come difensore centrale, non ha potuto impedire a Jimenez di trovare Pedro Neto e ha centrato Dendoncker per finire con freddezza.

Sarebbe stata una piacevole visione per Bruno Lage, che, insieme a suo fratello e assistente, Luis Nascimento, e Tony Roberts, l’allenatore dei portieri, stava guardando a un paio di miglia di distanza alla base di allenamento dei Wolves, mentre il trio continua a testare positivo al Covid-19. Guardiola si ritirò nella panchina della trasferta e bevve un po’ d’acqua. Non aveva bisogno di preoccuparsi.

Il City ha riguadagnato il vantaggio quando le fusa De Bruyne sono arrivate da distanza ravvicinata, dopo che il portiere dei Wolves Jose Sa gli ha presentato la palla su un piatto dopo aver archiviato il suo passaggio intelligente per Sterling. I lupi hanno lottato per spezzare la catena infinita del City e De Bruyne ha completato la sua tripletta senza sudare.

Il fatto di De Bruyne è che fa sembrare tutto così facile, semplicemente all’altezza del corso. A 10 minuti dal termine del primo tempo, partita bon ton, va a caccia di palla, in missione one-man, pronto a predare in caso di scivolata dei lupi in difesa.

C’è stato uno strano spavento – Zinchenko e Fernandinho erano grati per l’arbitro che si era schierato con loro dopo le risse in area in ogni tempo, mentre Laporte è tornato di corsa a rubare la palla mentre Jimenez ha superato Ederson – ma questa è stata una prestazione altrimenti incontaminata del City. tutto in bianco.

Inevitabilmente, è stato De Bruyne a segnare il quarto posto del City. Il cross di Foden costringe Ait-Nouri in preda al panico e De Bruyne è pronto a infilarsi. Ederson ha salvato con la punta del dito per negare a Jimenez pochi istanti dopo che Foden ha scosso un palo, ma Sterling ha sfruttato un quinto per condannare i Wolves alla quarta sconfitta in cinque partite. Per il City, semplicemente non c’è tregua in questa gara.

READ  Stazione ferroviaria di Kramatorsk: l'attacco russo uccide almeno 30 persone in Ucraina, affermano i funzionari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *