“Freedom Convoy”: un vitale valico di frontiera USA-Canada riapre dopo che il blocco dei camionisti dell’Ambassador Bridge è stato cancellato

La situazione di stallo all’Ambassador Bridge, che collega Windsor, Ontario e Detroit, aveva paralizzato il traffico tra il Canada e gli Stati Uniti. La sua riapertura consente “ancora una volta il libero flusso del commercio tra l’economia canadese e statunitense”, ha affermato la Detroit International Bridge Company in una dichiarazione domenica sera.

I manifestanti con il “Convoglio della Libertà“nelle ultime settimane hanno anche bloccato il centro di Ottawa e impedito i valichi di frontiera ad Alberta e Montana, Manitoba e North Dakota, British Columbia e lo stato di Washington.

Le loro lamentele derivano dal nuovo mandato del Canada che richiede ai camionisti di essere completamente vaccinati quando attraversano il confine tra Canada e Stati Uniti o di affrontare una quarantena di due settimane. Altri si sono uniti a livello nazionale per radunarsi contro mandati di maschere, blocchi, restrizioni sugli assembramenti e altre misure preventive del coronavirus.

La polizia ha anche sequestrato cinque veicoli dei manifestanti domenica, ha detto Mizuno, e sette veicoli sono stati rimorchiati sabato. La polizia prevede di avere una maggiore presenza nell’area per mantenere l’ordine, ha detto il capo.

“Consentitemi di essere chiarissimo: è illegale e punibile bloccare e impedire la circolazione di merci, persone e servizi lungo le infrastrutture critiche”, Il premier dell’Ontario Doug Ford ha twittato Domenica. “Le sanzioni per non conformità saranno severe, con una pena massima di $ 100.000 e fino a un anno di reclusione. “
La polizia ha iniziato a trattenere i manifestanti dopo a giudice ordinato loro di lasciare l’Ambassador Bridge entro le 19:00 di venerdì. Alcuni manifestanti si sono allontanati da soli mentre la polizia si avvicinava sabato mattina.

La riapertura dell’arteria “segue lo stato di emergenza dichiarato in Ontario e un’ingiunzione concessa da un giudice dell’Ontario che è entrata in vigore venerdì”, ha affermato la compagnia di ponti.

READ  La NFLPA licenzia un medico indipendente coinvolto nello sgombero di Tua Tagovailoa

I manifestanti rappresentano una minoranza vocale. Circa 4 canadesi su 5 sono completamente vaccinati, mostrano i dati della Johns Hopkins University. E quasi il 90% dei camionisti del paese è completamente vaccinato e idoneo ad attraversare il confine, secondo il governo canadese.

Il sindaco di Windsor ha detto domenica che le ricadute economiche del blocco stanno finendo. “Oggi la nostra crisi economica nazionale al ponte dell’Ambassador è giunta al termine”, ha dichiarato il sindaco Drew Dilkens in una dichiarazione scritta.

I manifestanti usciranno dalle zone residenziali di Ottawa, dice il sindaco

Alcuni progressi nella protesta di Ottawa sono stati annunciati domenica quando il sindaco Jim Watson ha affermato di aver raggiunto un accordo con gli organizzatori per uscire dalle aree residenziali del centro e limitare le loro manifestazioni alle strade direttamente di fronte al parlamento nazionale canadese.

I camionisti e i loro sostenitori si sono riuniti a Ottawa dal 29 gennaio, con manifestazioni concentrate intorno agli edifici governativi ma che si sono riversate anche nelle aree residenziali.

Stanno protestando contro le restrizioni contro il Covid e il supporto sta crescendo.  Questo è ciò che potrebbe accadere nelle prossime proteste in Canada
Il centro della città è stato bloccato. Le attività hanno dovuto chiudere e il rumore dei clacson dei camion ha permeato l’aria fino a quando a giudice ordinato il rumore si è fermato la scorsa settimana.
I residenti hanno riferito di casi di lancio di sassi, danni alla proprietà e molestie perpetrati dai manifestanti e la polizia ha affermato di aver aperto dozzine di indagini, anche su Presunti crimini d’odio.

Watson ha riconosciuto che l’accordo non era una soluzione a lungo termine, ma ha detto ai consiglieri comunali in una dichiarazione fornita alla CNN “rappresenta un primo passo positivo”.

L’organizzatore di “Freedom Convoy” Tamara Lich ha scritto al sindaco che mentre alcuni residenti hanno sostenuto e incoraggiato i manifestanti, altri sono stati disturbati, secondo una lettera fornita alla CNN dall’ufficio del sindaco.

READ  Dow Jones Futures: il rally di mercato sente il "dolore" del capo della Fed Powell; Cosa fare adesso

“Lavoreremo sodo nelle prossime 24 ore per ottenere il consenso dei camionisti”, ha scritto Lich nella lettera indirizzata a Watson. “Speriamo di iniziare a riposizionare i nostri camion lunedì”.

Camion con bandiere canadesi guidati per mandato anti-vaccino e manifestanti anti-governativi sabato nel Surrey, nella Columbia Britannica, vicino al confine con lo stato di Washington.

Bloccati altri valichi di frontiera

Oltre all’Ambassador Bridge, i manifestanti hanno utilizzato semirimorchi – e talvolta attrezzature agricole e altri veicoli – per bloccare il punto di accesso al confine di Coutts tra Alberta e Montana.

Opinione: Le proteste dei camionisti canadesi sono l'ultimo esempio di assurdità del Covid-19

Circa 50 veicoli sono stati bloccati l’accesso da giovedì al confine canadese-statunitense a Emerson, Manitoba e Pembina, nel North Dakota, ha detto sabato la Manitoba Royal Canadian Mounted Police.

E nella Columbia Britannica, quattro persone sono state arrestate vicino al valico di frontiera della Pacific Highway nel Surrey, Lo ha detto domenica la polizia nazionale. Sabato, hanno detto, “alcuni veicoli” hanno sfondato una barricata della polizia.

“Sebbene non siano stati segnalati feriti a seguito dell’incidente, ciò potrebbe causare danni ai pedoni e ai primi soccorritori. Questo tipo di comportamento non sarà tollerato ed è oggetto di indagine”, ha affermato la Royal Canadian Mounted Police Cpl. Vanessa Munn ha detto in una nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *