Giornata dura nel mercato obbligazionario: picco dei rendimenti dei Treasury, tasso ipotecario fisso a 30 anni del 4%. Dov’è il numero magico?

Poiché il potere d’acquisto delle obbligazioni viene assorbito dall’inflazione, l’imminente ciclo stretto della banca centrale sta sprofondando in un contesto di rendimenti “reali” negativi ancora più devastanti.

Di Lupo Richter Per Via del lupo.

I cracker delle obbligazioni hanno illuminato il cielo venerdì dopo la pubblicazione del rapporto sull’occupazione, che ha mandato in frantumi i numeri amari dell’occupazione nel mercato mobiliare, sperando che il suo aumento dei tassi respingesse il tango anche prima dell’inizio della banca centrale. Negli ultimi giorni è stato spiegato perché il numero di lavori può variare da cattivo a basso a molto negativo. Ma i numeri erano molto migliori del previsto – Erano così bravi per tutti i tipi di motivi – e il rendimento immediato ei tassi ipotecari saranno più elevati.

I ricavi del Tesoro biennale sono aumentati di 13 punti base Punti 1,32%, il più grande miglioramento in un solo giorno dalla turbolenza del 10 marzo 2020 e il più alto dal 21 febbraio 2020:

Il rendimento a un anno è aumentato di 11 punti base Fino allo 0,89%. Questo è in aumento rispetto a quasi lo 0% di settembre dello scorso anno. In quei cinque mesi il mondo è cambiato.

I rendimenti a un anno ea due anni sono particolarmente sensibili alle prospettive di mercato per i cambiamenti di politica monetaria della banca centrale, ovvero ai terribili aumenti dei tassi quest’anno e il prossimo, poiché l’inflazione CPI ha raggiunto il 7,0%.

Nonostante questi miglioramenti nei rendimenti, sono assurdamente e profondamente negativi in ​​termini “reali”: inflazione CPI meno rendimento a un anno ancora -6,1%; E rendimento a due anni -5,7%.

Le entrate del Tesoro a 10 anni sono aumentate di 11 punti base Era 1,93% dopo il 23 dicembre 2019.

READ  Gioco "in qualche modo resiliente" all'economia debole

Giornata difficile nel mercato obbligazionario: Quando il rendimento delle obbligazioni aumenta, il prezzo delle obbligazioni diminuisce. E il mercato obbligazionario è stato duro venerdì. Di seguito il funzionamento dei due ETF del Tesoro. Sono considerati investimenti conservativi incentrati sui buoni del tesoro e pagano solo piccoli rendimenti.

iShares 7-10 anni Treasury bond prezzo ETF [IEF], Tracking dei buoni del tesoro con scadenze comprese tra 7 e 10 anni, venerdì è sceso dello 0,8% ed è sceso di circa il 9% dall’intervallo aprile-settembre 2020. L’ETF sta guadagnando lo 0,9% su base annua, distruggendo quasi un anno di valore venerdì. Prodotto.

Prezzo dell’ETF del Tesoro iShares 20+ anni [TLT], Tracking bond con scadenza a 20 anni o più, venerdì è sceso del 2,1% ed è sceso di circa il 18% dal picco di luglio 2020. Attualmente il rendimento è dell’1,6% annuo. Poche ore di venerdì hanno bruciato meglio di un anno di rendimento.

I tassi sui mutui sono aumentati venerdì per chiudere al 4%Secondo il Daily Index, il tasso ipotecario fisso a 30 anni è in media del 3,85% Notizie sui mutui ogni giorno. Questo è il tasso più alto dalla fine del 2019 – con l’eccezione del caos dei tassi nel marzo 2020, i tassi sono aumentati e diminuiti da un giorno all’altro:

Il tasso del mutuo a 30 anni si muove approssimativamente con un rendimento del tesoro a 10 anni, ma in media il mutuo a 30 anni viene estinto entro 10 anni, dal proprietario della casa che vende la casa o dal rifinanziamento del mutuo.

Questi aumenti dei rendimenti del tesoro e dei tassi ipotecari sono una reazione all’azione che la banca centrale sta per avviare: il prossimo ciclo di rialzo dei tassi e il prossimo ciclo di inasprimento del livello (QT), che sarà l’opposto della repressione dei tassi di interesse della banca centrale . E ha avuto un enorme QE. La banca centrale ha annunciato i suoi piani e Powell ha fissato la data per il primo aumento delle tariffe: 16 marzo.

READ  Yankees vs. Punteggio dei Guardiani: Cleveland esce 6-5 nel finale selvaggio di ALDS Game 3

Quando i tassi dei mutui aumentano, con I prezzi delle case super-gonfiati di oggiSuccedono due cose:

Uno, le persone si stanno affrettando a comprare una casa per chiudere a tassi ipotecari ancora più bassi; Quindi, inizialmente, l’aumento dei tassi ipotecari crea un effetto a catena dell’attività.

E due, con ogni aumento dei tassi ipotecari, sempre più acquirenti di case stanno raggiungendo il tetto massimo di ciò che possono permettersi e se ne stanno andando. Questo era inizialmente sconosciuto nei dati in quanto la mobilità delle persone che vogliono bloccare tassi ipotecari più bassi è maggiore di quelle persone.

Con l’ulteriore aumento dei tassi ipotecari, sempre più persone sono vittime di bullismo e sempre meno persone sono ora desiderose di bloccare tassi ipotecari più elevati, il che fa diminuire la domanda. Questo è evidente dopo che i tassi ipotecari sono saliti al livello magico. Quel numero magico diventerà chiaro solo se guardiamo indietro. Questo numero magico può superare il 4%. Quando i tassi ipotecari raggiungeranno il 5%, come nel 2018, la domanda diminuirà in modo visibile.

Divertiti a leggere WOLF STREET, lo sostieni? L’uso di ad blocker – capisco perfettamente il motivo – ma il sito dovrebbe essere supportato? Puoi donare. Lo apprezzo molto. Fai clic sulla tazza da tè e birra per scoprire come:

WOLF STREET Vuoi essere avvisato via email quando viene pubblicato un nuovo articolo? Registrati qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *