Guerra Ucraina-Russia: notizie in tempo reale e ultimi aggiornamenti

Credito…Jade Gao / Agence France-Presse – Getty Images

Da quando è iniziata l’invasione russa dell’Ucraina, la Cina ha per lo più cercato di prendere pubblicamente le distanze dalla carneficina della guerra senza criticare il suo leader, il presidente Vladimir V. Putin. Sebbene ciò sia ancora ampiamente vero, gli osservatori della Cina continentale hanno notato negli ultimi giorni che il colosso dei media statali del loro paese – come il governo stesso – sembra cambiare sottilmente il suo tono sulla guerra.

C’è un po’ meno attenzione sulla potenza militare russa, dicono gli osservatori, e un po’ più sui colloqui di pace e sul bilancio civile degli scioperi russi. La propaganda di stato russa è diventata popolare anche su Weibo, un social network cinese strettamente censurato. Giovedì, l’unico articolo di Weibo di punta sulla guerra è stato un discorso del presidente ucraino Volodymyr Zelensky al Congresso degli Stati Uniti.

Shi Yinhongun professore di relazioni internazionali all’Università Renmin di Pechino, ha dichiarato in un’intervista venerdì di aver osservato negli ultimi giorni sottili cambiamenti nel discorso ufficiale cinese sull’Ucraina.

“Questo si basa su un cambiamento nell’opinione pubblica” sulla Cina continentale, ha detto il professor Shi.

Nei primi giorni della guerra, la copertura di “Xinwenlianbo”, un telegiornale serale dell’emittente statale CCTV, enfatizzava principalmente il predominio dell’esercito russo e delle sue operazioni in Ucraina. Questa settimana, tuttavia, ci sono state altre riprese di Mr. Zelensky – e una menzione più diretta degli attacchi russi.

READ  La Corte Suprema Usa respinge la richiesta di Trump sui documenti sequestrati

Un cambiamento simile è stato evidente nella copertura di CGTN America, il braccio globale dell’emittente statale cinese.

“I cadaveri delle persone uccise dai bombardamenti russi giacevano coperti in gran parte dell’Ucraina”, CGTN America detto su Twitter di venerdì. “Con il numero di milioni di persone che fuggono dal conflitto e il continuo bombardamento russo, molti temono che il disastro umanitario sia tutt’altro che finito”.

Tali incarichi potrebbero non indicare un cambiamento nella politica estera cinese.

“Ciò con cui la Cina simpatizza non è l’Ucraina come nazione sovrana, ma con il popolo ucraino”, ha detto il professor Shi.

Da quando la Russia ha invaso l’Ucraina lo scorso febbraio. 24 – e anche se le forze russe si sono rivolte a bombardare paesi e città – i funzionari cinesi hanno incolpato gli Stati Uniti per la guerra e hanno fatto eco a Mr. Putin nel criticare la NATO. Diplomatici cinesi e organizzazioni dei media statali hanno anche amplificato la propaganda del Cremlino e a teoria della cospirazione sui laboratori di armi biologiche finanziati dal Pentagono in Ucraina.

Venerdì, mentre i media in Europa e Nord America hanno coperto un bombardamento russo questa settimana di un teatro nella città ucraina meridionale di Mariupolun’emittente statale cinese ha riportato un servizio su quello che ha affermato essere un attacco missilistico ucraino a Donetsk, una regione separatista dell’Ucraina sostenuta dalla Russia.

Poche ore prima che il leader cinese, Xi Jinping, lo fosse programmato per discutere della guerra in Ucraina con il presidente Joe Biden di venerdì, Zhao Lijianun portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha detto ai giornalisti che il governo era stato “profondamente addolorato per il numero crescente di vittime civili e rifugiati riportato dai media”.

READ  Come eliminare le foto duplicate con iOS 16 di Apple

“La massima priorità per tutte le parti è fermare i combattimenti, mantenere la moderazione, garantire la sicurezza e le esigenze umanitarie di base dei civili e prevenire una crisi umanitaria su scala più ampia”, ha affermato il sig. Zhao ha detto in una conferenza stampa regolare a Pechino.

Quei commenti erano in gran parte conformi a uno schema più ampio. Nelle ultime settimane, il governo cinese ha cercato di ammorbidire leggermente il tono sulla guerra esprimendo dolore per le vittime civili e chiedendo la fine della guerra, ma senza incolpare la Russia o esprimere sostegno alla NATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *