I Celtics sospendono l’allenatore Ime Udoka per l’intera stagione 2022-23 per “violazioni delle politiche di squadra”

Il Boston Celtics hanno sospeso l’allenatore Ime Udoka per l’intera stagione 2022-23 per “violazioni delle politiche della squadra”, ha annunciato giovedì il franchise. La sospensione di Udoka inizia con effetto immediato e i Celtics prenderanno una decisione sul suo futuro oltre questa stagione in un secondo momento.

Secondo quanto riferito, l’assistente allenatore Joe Mazzulla servirà come allenatore ad interim ESPN. Il comunicato stampa dei Celtics che annunciava la squalifica di Udoka non conteneva alcuna indicazione su chi prenderà il controllo della squadra.

Udoka ha rilasciato una dichiarazione personale sulla scia dell’annuncio di Boston: “Voglio scusarmi con i nostri giocatori, i fan, l’intera organizzazione dei Celtics e la mia famiglia per averli delusi. Mi dispiace per aver messo la squadra in questa situazione difficile e accetto decisione della squadra. Per rispetto di tutti i soggetti coinvolti, non avrò ulteriori commenti”.

Il motivo della sospensione di Udoka è un presunto rapporto consensuale ma improprio con un membro dello staff del team, Shams Charania dell’Atletico segnalato mercoledì. Udoka ha considerato di dimettersi dalla sua posizione, secondo Chris Mannix di Sports Illustrated; tuttavia, secondo quanto riferito, ha deciso di non dimettersi.

Boston ha assunto Udoka lo scorso giugno dopo che Brad Stevens, il predecessore di Udoka, ha assunto la carica di presidente della squadra. I Celtics hanno iniziato 23-24 sotto Udoka, ma hanno dominato il resto della stagione regolare vincendo 28 delle ultime 35 partite. Hanno concluso con la migliore difesa della NBA e sono passati alle finali NBA per la prima volta dal 2010. Boston alla fine ha perso contro il Golden State Warriors in sei partite.

READ  Westminster Dog Show: foto e aggiornamenti in tempo reale

Prima di unirsi ai Celtics, Udoka è stato assistente allenatore per nove stagioni, trascorrendone sette da Gregg Popovich Speroni di Sant’Antonio personale prima di un anno con Brett Brown sul Filadelfia 76ers e Steve Nash sul reti di Brooklyn.

Mazzulla era un assistente allenatore sia sotto Udoka che Stevens, essendo stato assunto dall’allora presidente Danny Ainge nel 2019. All’inizio di questa bassa stagione, ha intervistato per il Utah JazzLa posizione aperta di capo allenatore, che alla fine è andata all’ex vice allenatore dei Celtics Will Hardy. Successivamente, Boston ha promosso Mazzulla a un ruolo in prima fila, secondo il Globo di Boston.

Nel 2013-14, Mazzulla ha iniziato la sua carriera di allenatore come assistente al Fairmont State. Se ne andò dopo tre anni per unirsi all’affiliata della G League dei Celtics, allora conosciuta come Maine Red Claws, per un anno. È tornato al Fairmont State dove è stato l’allenatore per due anni portando la squadra a un record di 43-17 e all’uscita al primo turno nel torneo NCAA Division II 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *