I futures su azioni sono invariati dopo il rally di 400 punti del Dow

Giovedì mattina i futures azionari sono rimasti pressoché invariati dopo che le principali medie hanno registrato un calo di due giorni, aiutate da utili robusti e rapporti economici più solidi per giugno e luglio che hanno portato gli investitori a guardare oltre la possibilità di una recessione.

I futures legati al Dow Jones Industrial Average sono scesi di 9 punti o dello 0,03%. I futures S&P 500 sono scivolati dello 0,08% e i futures Nasdaq 100 hanno perso lo 0,18%.

Nelle normali ore di negoziazione, tutte e tre le principali medie hanno chiuso la giornata in rialzo. Il Dow è avanzato di oltre 400 punti, mentre l’S&P 500 ha raggiunto il livello più alto da giugno. Il Nasdaq Composite, ad alto contenuto tecnologico, è balzato di circa il 2,5%.

Gli investitori hanno ottenuto il via libera per tornare ai nomi della tecnologia maltrattati dopo un rimbalzo a sorpresa nel PMI servizi di luglio e i commenti di St. Il presidente della Federal Reserve Louis, James Bullard. ha detto Bullard non pensa che gli Stati Uniti siano in recessionecitando guadagni di lavoro e bassa disoccupazione.

“Le tensioni USA-Cina rimangono elevate e la Fed continua a parlare duramente sull’inflazione, ma gli utili sono stati sufficienti per catalizzare la fase successiva del rimbalzo”, secondo Barclays. “Un’ondata di quartieri tecnologici è arrivata meglio del previsto, e il [technology, media and entertainment, and telecommunications] complesso ha portato l’S&P 500 a un nuovo massimo del QTD.”

Scelte di titoli e tendenze di investimento da CNBC Pro:

Gli investitori riceveranno un’altra serie di guadagni giovedì. Eli Lilly, Kellogg, Alibaba e ConocoPhillips sono tra quelli programmati per riportare i risultati trimestrali prima della campana.

READ  Trump ha premuto, minacciato Pence di ribaltare le elezioni, ascolta la giuria

Nei dati economici, gli investitori non vedono l’ora di ricevere richieste di sussidi di disoccupazione settimanali al mattino. Loretta Mester, presidente della Federal Reserve Bank di Cleveland, parla all’Economic Club di Pittsburgh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *