I futures su azioni sono leggermente aumentati dopo che l’S&P 500 ha registrato il suo più grande rally di un giorno dal 2020

Giovedì notte i futures azionari sono stati leggermente più alti dopo che dati sull’inflazione migliori del temuto hanno alimentato un ampio rally del mercato.

I future legati al Dow Jones Industrial Average hanno aggiunto 43 punti, ovvero lo 0,13%. I futures S&P 500 e Nasdaq 100 sono stati leggermente in rialzo.

Nel trading regolare, le principali medie hanno registrato i loro più grandi rally di un giorno dal 2020. Il Dow è balzato di oltre 1.200 punti. L’S&P è salito del 5,5% e il Nasdaq Composite è salito di circa il 7,4%.

Tutti gli indici sono al passo con una settimana vincente. Il Dow è in rialzo del 4% su base settimanale, mentre l’S&P e il Nasdaq sono in rialzo rispettivamente del 4,9% e del 6,1%. Anche le tre medie sono sulla buona strada per un mese positivo.

La manifestazione è avvenuta dopo che il Bureau of Labor Statistics ha riportato a aumento minore del previsto dei prezzi al consumo per il mese di ottobre, dando agli investitori la speranza che l’inflazione possa raffreddarsi. I rendimenti dei Treasury statunitensi sono crollati dopo il rilascio dei dati, mentre i titoli tecnologici sono aumentati vertiginosamente.

“I mercati su tutta la linea sono euforici dopo il CPI più freddo di questa mattina… Ma il rapporto CPI di oggi, pur indicando che l’inflazione si sta muovendo nella giusta direzione, non suggerisce che l’inflazione sia stata sradicata dall’economia in generale”, ha affermato Quincy Krosby , capo stratega globale per LPL Financial. “E non suggerisce che il lavoro della Fed per ripristinare la stabilità dei prezzi sia completo”.

READ  Pete Arredondo: il consiglio comunale di Uvalde nega la richiesta del capo della polizia distrettuale della scuola di prendere un congedo dalle riunioni future

L’IPC di ottobre è aumentato dello 0,4% per il mese e del 7,7% rispetto a un anno fa. Le rispettive stime del Dow Jones erano per guadagni dello 0,6% e del 7,9%.

Gli investitori attendono con impazienza i dati preliminari sul sentimento dei consumatori dell’Università del Michigan, in uscita alle 10:00 ET.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *