I titoli tecnologici di Hong Kong trascinano il mercato in ribasso del 2%; Calano i mercati asiatici

Le bandiere di Cina e Hong Kong sventolano mentre gli schermi mostrano l’indice Hang Seng fuori dal complesso di Exchange Square, che ospita la Borsa di Hong Kong, il 21 gennaio 2021 a Hong Kong, in Cina.

Zhang Wei | Servizio di notizie cinesi tramite Getty Images

Lunedì le azioni dell’Asia-Pacifico sono scese, con l’Hang Seng di Hong Kong che ha guidato le perdite a seguito del crollo delle azioni cinesi di chip quotate nella città. nuove regole di esportazione dagli Stati Uniti

Il più grande produttore di chip della Cina Semiconductor Manufacturing International Corporation è sceso fino al 5,23%, mentre Hua Hong semiconduttore è sceso di oltre il 10% e Società di microelettronica di Shanghai Fudan è crollato fino al 24,6% durante gli scambi mattutini.

Il più ampio Indice Hang Seng era inferiore del 2,95% a 17.216,66, con l’indice Hang Seng Tech in calo del 3,98%. HSI dei pesi massimi Meituan è sceso del 6,71%.

Nella Cina continentale, il Composito di Shanghai ha perso l’1,66% a 2.974,15 nel suo primo giorno di negoziazione dopo la vacanza della Golden Week, mentre il Componente di Shenzhen è sceso del 2,38% a 10.522,12. L’indice CSI 300, che replica le maggiori azioni quotate sulla terraferma, è scivolato del 2,21% a 3.720,94.

Il S&P/ASX 200 era inferiore dell’1,62% a 6.667,80. L’indice MSCI delle azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dell’1,88%. I mercati in Giappone, Corea del Sud, Taiwan e Malesia sono chiusi per ferie lunedì.

Più tardi questa settimana, la Bank of Korea annuncerà la sua decisione sul tasso di interesse di riferimento, Singapore annuncerà la sua stima del PIL per il terzo trimestre e la Cina rilascerà i dati sull’inflazione.

READ  Secondo la giuria, Alex Jones deve pagare alle famiglie di Sandy Hook quasi 1 miliardo di dollari per accuse di bufala

Azienda produttrice di semiconduttori di Taiwan e del Giappone Vendita al dettaglio veloce riporterà i guadagni e gli Stati Uniti rilasceranno i dati sull’inflazione per settembre.

Venerdì negli Stati Uniti, i principali indici azionari sono scesi di oltre il 2% dopo che i dati hanno mostrato che il tasso di disoccupazione è diminuito a settembre, suscitando il timore che la Federal Reserve possa continuare ad aumentare i tassi in modo aggressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *