I Tories di Boris Johnson subiscono una nuova sconfitta elettorale; la sedia del partito si chiude

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

LONDRA – Il premier britannico sotto assedio Boris Johnson ha subito un nuovo colpo venerdì con le dimissioni del presidente del suo partito dopo che i conservatori hanno perso due seggi parlamentari simbolicamente importanti.

Oliver Dowden, presidente del Partito conservatore al governo e primo sostenitore di Johnson, ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico dopo le sconfitte delle elezioni speciali giovedì, dicendo esplicitamente che “qualcuno deve assumersi la responsabilità”.

“Non possiamo continuare con gli affari come al solito”, ha scritto in una lettera al primo ministro.

Boris Johnson sopravvive ma è indebolito dal voto di sfiducia

Le dimissioni di Dowden sono arrivate poche ore dopo che i conservatori hanno perso i seggi a favore del Partito Laburista e dei Liberal Democratici all’opposizione nei collegi elettorali in cui le sconfitte manderanno nervosismo attraverso i conservatori e rinnovano le domande sulla leadership di Johnson.

Il primo ministro, che si trova in Ruanda per una riunione dei capi di governo del Commonwealth, ha dichiarato: “Non pretendo che si tratti di risultati brillanti. Dobbiamo ascoltare, dobbiamo imparare”. Alla domanda in una conferenza stampa se fosse preoccupato che i critici del suo stesso partito stessero complottando contro di lui mentre era fuori dal paese, ha detto “no”.

Johnson è lontano dalla Gran Bretagna per diversi giorni. Dopo il vertice del Commonwealth, si dirige in Germania per un incontro del Gruppo dei Sette e poi in Spagna per un vertice della NATO.

I conservatori del primo ministro hanno lottato nei sondaggi in mezzo a una crisi del costo della vita e alle rivelazioni che lui e il suo staff hanno infranto le regole di blocco covid, il che ha portato Johnson a diventare il primo primo ministro britannico a essere multato mentre era in carica.

READ  In centinaia corrono per Eliza Fletcher, l'insegnante di Memphis rapita

Rishi Sunak, Cancelliere dello Scacchiere, twittato il suo sostegno a Johnson. “Ci assumiamo tutti la responsabilità dei risultati e sono determinato a continuare a lavorare per affrontare il costo della vita”, ha affermato. Sunak una volta era considerato un possibile successore di Johnson, ma la sua stella è svanita negli ultimi mesi.

Altri, incluso l’ex leader conservatore Michael Howard, hanno detto che Johnson dovrebbe dimettersi “per il bene del paese”. Ha detto alla BBC che potrebbe essere giunto il momento per il Partito conservatore di cambiare le sue regole per consentire una nuova sfida alla leadership.

Johnson ha recentemente vinto un cliffhanger voto di sfiducia alla sua guida, chiamato da colleghi scontenti che volevano estrometterlo. Secondo le norme vigenti, un’altra votazione non può essere convocata per un anno.

Le elezioni speciali sono state innescate dalle dimissioni di alto profilo di due legislatori conservatori. Neil Parish di Tiverton e Honiton si è dimesso dopo essere stato sorpreso a guardare materiale pornografico alla Camera dei Comuni. Imran Ahmad Khan di Wakefield è stato ritenuto colpevole di aver aggredito sessualmente un adolescente.

I conservatori dominano ancora la Camera da 650 posti. Ma le perdite saranno preoccupanti per il partito, con segnali di voto tattico anti-Tory e sconfitte in collegi elettorali di importanza simbolica.

Lo scandalo sulla ricerca di lavoro di Boris Johnson per sua moglie non passerà

Nella sede di Tiverton e Honiton nel sud-ovest dell’Inghilterra, I liberaldemocratici hanno ottenuto il 53% dei voti contro il 39% dei conservatori. La perdita in quest’area, a volte soprannominata il “muro blu” – Tiverton aveva votato conservatore per oltre un secolo – solleva interrogativi su altri seggi conservatori ritenuti estremamente sicuri.

READ  Rapporto sulla sparatoria nella scuola di Uvalde: l'ufficiale ha chiesto il permesso di sparare all'uomo armato prima che entrasse a scuola, ma non ha saputo in tempo

Il leader dei liberaldemocratici Ed Davey l’ha salutata come “la più grande vittoria elettorale suppletiva che il nostro paese abbia mai visto”. È stata la terza volta nell’ultimo anno che i liberaldemocratici hanno sequestrato i seggi dei conservatori in aree con una maggioranza di conservatori precedentemente sane.

Nel frattempo, il principale partito laburista dell’opposizione ha vinto a Wakefield, un’ex area industriale nel nord dell’Inghilterra, parte dell’area un tempo strenuamente laburista del “muro rosso” che i conservatori di Johnson hanno vinto nel 2019 con l’impegno di “fare la Brexit”. Gli analisti hanno affermato che il risultato riguardava meno l’entusiasmo degli elettori per il partito laburista che il malcontento tra gli elettori conservatori. Hanno anche affermato che c’erano segni di voto tattico laburista-liberaldemocratico che potrebbero danneggiare i conservatori se ripetuto nelle prossime elezioni.

“Il problema di Johnson non è semplicemente che ha perso popolarità”, ha detto John Curtice, professore di politica all’Università di Strathclyde. Nelle cinque elezioni speciali da quando il suo partito ha ottenuto una maggioranza massiccia nel 2019, “è perfettamente chiaro che gli elettori dell’opposizione sono disposti a votare per chiunque sia in grado di sconfiggere meglio i conservatori a livello locale”. In alcuni casi è stato Lavoro; in altri, i liberaldemocratici.

Se ci fossero le elezioni oggi, ha detto Curtice, sondaggi suggerire che nessun partito vincerebbe a titolo definitivo. I principali partiti politici avrebbero bisogno di alleati per mettere insieme una maggioranza.

“La mancanza di alleati del partito Tory sarebbe di fondamentale importanza”, ha detto. “Se i Tory non riescono a ottenere la maggioranza o qualcosa del genere alle prossime elezioni, allora sono pieni”.

READ  Il filmato di Avatar 2 presentato in anteprima al CinemaCon - The Hollywood Reporter

Le prossime elezioni generali sono previste per gennaio 2025.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *