Il giorno del viaggio aereo più popolare quest’anno è stato un disastro e le cose non cambieranno presto

Dato che questo lungo weekend estivo coincide anche con la festa del papà, significa che ci saranno molti viaggi in corso.

Il venerdì prima di Juneteenth è arrivato il giorno di viaggio aereo più popolare del 2022, secondo le statistiche della Transportation Security Administration. Gli aeroporti non sono stati così affollati dal Ringraziamento 2021.

Gli ufficiali della TSA hanno affermato di aver esaminato circa 2.438.784 persone ai controlli di sicurezza dell’aeroporto a livello nazionale venerdì, il volume di checkpoint più alto dal 28 novembre, la domenica dopo il Ringraziamento. Erano anche circa 100.000 viaggiatori in più rispetto al weekend del venerdì prima del Memorial Day.

“Benvenuti nel weekend di viaggio di Juneteenth Holiday!” ha scritto la portavoce della TSA Lisa Farbstein su Twitter.

Mentre Juneteenth è diventata una festa ufficiale lo scorso anno, questo è il primo anno in cui il mercato azionario e le banche statunitensi chiuderanno in suo onore.

L’aumento dei numeri non poteva avere arriva in un momento peggiore per le compagnie aeree statunitensi. Una combinazione di condizioni meteorologiche avverse, carenza di personale e problemi infrastrutturali ha costretto i principali vettori a lottare per tenere il passo con l’impennata dei viaggi. Quasi 9.000 voli sono stati ritardati negli Stati Uniti venerdì e un altro 1.500 voli sono stati cancellati secondo il gruppo di dati FlightAware.
Sabato sono state cancellate più di 850 voli, per FlightAware. Entro domenica tarda, più di 900 voli all’interno, all’interno o all’esterno degli Stati Uniti sono stati cancellati per la giornata, ha indicato FlightAware.
L’aumento dei ritardi e delle cancellazioni arriva solo un giorno dopo che il segretario ai trasporti Pete Buttigieg ha incontrato gli amministratori delegati delle compagnie aeree per discutere i modi per migliorare le prestazioni e le operazioni in vista di un altro previsto aumento dei viaggi durante le vacanze del 4 luglio.
Di 2.700 voli sono stati cancellati durante il fine settimana del Memorial Day. Le principali compagnie aeree stanno già cancellando preventivamente più voli proprio mentre l’intensa stagione estiva si riscalda. Southwest Airlines ha tagliato Quasi 20.000 voli tra giugno e la festa del lavoro e sta lottando per assumere i 10.000 nuovi lavoratori di cui ha bisogno per soddisfare la domanda.
“Passo attraverso il drive-thru di Whataburger e pago e prendo la mia borsa, e sulla borsa c’è una domanda di lavoro”, ha scherzato il CEO di Southwest Robert Jordan il notiziario mattutino di Dallas l’anno scorso sulla difficoltà di trovare candidati al lavoro. “Ecco a cosa si è arrivati.”

Delta ha dichiarato che cancellerà 100 voli giornalieri negli Stati Uniti e in America Latina dal 1 luglio al 7 agosto. In una lettera aperta ai clienti, i piloti Delta hanno scritto che la carenza di manodopera li ha messi in condizione di fare più ore di straordinario quest’anno che in tutto del 2018 e del 2019 insieme.

READ  Roman Abramovich fa una dichiarazione sensazionale del Chelsea mentre suggerisce di allontanarsi dal club

“La carenza di piloti per il settore è reale e la maggior parte delle compagnie aeree semplicemente non sarà in grado di realizzare i propri piani di capacità perché semplicemente non ci sono abbastanza piloti, almeno non per i prossimi cinque e più anni”, il CEO di United Airlines Scott Kirby ha detto durante la chiamata sugli utili trimestrali della compagnia aerea ad aprile.

I sindacati che rappresentano i piloti di Delta, American e Southwest affermano che le compagnie aeree sono entrate nella situazione attuale rifiutandosi di sostituire i piloti che si sono ritirati e hanno preso un congedo durante il culmine della pandemia quando il trasporto aereo è crollato.
Circa 8.000 nuovi piloti commerciali hanno ricevuto certificati nell’ultimo anno, secondo i sindacati dei piloti, e dicono non dovrebbe mancare. L’attuale narrativa del taglio del servizio, essi sostengonoviene utilizzato dalle aziende per giustificare un taglio ai requisiti di formazione e sicurezza che aumenterà i margini di profitto.

Alcuni senatori statunitensi ne stanno prendendo atto. “Sebbene alcune cancellazioni di voli siano inevitabili, l’enorme numero di ritardi e cancellazioni nello scorso fine settimana solleva interrogativi sul processo decisionale delle compagnie aeree”, hanno scritto i senatori Richard Blumenthal ed Edward Markey in una lettera a Buttigieg all’inizio di questo mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *