Il giudice statunitense blocca l’ordine di vaccinazione del governo del dipendente federale di Biden

WASHINGTON, 21 gennaio (Reuters) – Un giudice del Texas ha stabilito venerdì che il presidente Joe Biden non richiede che i dipendenti federali siano vaccinati contro il virus corona, impedendo al governo degli Stati Uniti di disciplinare i dipendenti che non rispettano le regole.

Questa è l’ultima battuta d’arresto per gli sforzi della Casa Bianca. Diversi gruppi di lavoratori americani devono essere vaccinati.

Biden aveva ordinato che circa 3,5 milioni di dipendenti pubblici fossero vaccinati entro il 22 novembre.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Jeffrey Brown ha dichiarato: “La domanda è se Biden può chiedere che milioni di dipendenti federali siano sottoposti a pratica medica come condizione del loro lavoro.

Brown, che ha sede a Calveston e nominato dall’allora presidente Donald Trump, ha affermato che il governo potrebbe proteggere la salute pubblica con misure meno aggressive come il mascheramento e l’esclusione sociale.

Il verdetto del giudice è l’ultimo di una serie di sentenze del tribunale contro i requisiti di vaccinazione del governo.

La Casa Bianca afferma che oltre il 93% dei dipendenti federali ha ricevuto almeno un vaccino e il 98% è stato vaccinato o chiede un’esenzione religiosa o medica.

Rispondendo alla sentenza del giudice, la portavoce della Casa Bianca Jen Zhaki ha dichiarato: “Crediamo nella nostra autorità legale”.

La magistratura ha detto venerdì che avrebbe impugnato la sentenza. Il governo ha citato diversi tribunali che hanno respinto sfide simili e le agenzie federali hanno affermato che non regoleranno o puniranno i dipendenti con esenzioni in sospeso.

Il giudice ha affermato che la sua comprensione era che il governo avrebbe presto avviato il processo di punizione dei dipendenti che non rispettavano le normative. casa Bianca Detto questo mese Vuole che le agenzie federali impongano test settimanali regolari del Govt-19 entro il 15 febbraio.

READ  SpaceX lancia 50 satelliti Starlink, razzo terrestre su nave in mare

Brian Fouche, uno statistico aziendale con 16 anni di esperienza governativa nel mondo degli affari, ha dichiarato in una lettera del 19 gennaio che sarebbe stato sospeso per 30-14 giorni per essersi rifiutato di rivelare lo stato del vaccino, secondo i documenti del tribunale. .

Secondo l’US Census Bureau, una copia della lettera dagli atti del tribunale mostrava a Fuse che la sua “cattiva condotta era molto grave e non sarebbe stata tollerata”. La lettera diceva che avrebbe potuto essere licenziato se non avesse rispettato i requisiti di vaccinazione.

Questo ordine copre i dipendenti federali nel ramo esecutivo, ma non si applica agli impiegati postali o al personale legislativo o giudiziario.

A metà gennaio, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha bloccato il vaccino contro il COVID-19 del presidente o l’ordine di prova per le grandi imprese, una politica che i giudici conservatori consideravano una discarica impropria sulla vita e la salute di molti americani. La corte ha ammesso la necessità di un vaccino federale separato per le strutture sanitarie. Per saperne di più

La richiesta di un terzo importante vaccino, che prende di mira i dipendenti di appaltatori federali come compagnie aeree e produttori, è stata bloccata da un giudice federale a dicembre. Per saperne di più

Le epidemie di due anni Govt-19 hanno ucciso più di 860.000 persone negli Stati Uniti e sono economicamente gravose.

Molti grandi datori di lavoro, come United Airlines e Tyson Foods Inc., hanno elogiato il loro successo nell’applicare ordini di vaccinazione a quasi tutti i dipendenti. La sentenza della Corte Suprema che ha bloccato l’ordine per le grandi imprese ha spinto alcuni datori di lavoro, tra cui Starbucks, ad abbandonare i requisiti di vaccinazione per i dipendenti. Per saperne di più

READ  Peloton per tagliare posti di lavoro, chiudere negozi e aumentare i prezzi nel rinnovamento dell'intera azienda

Il procuratore generale dell’Arizona Mark Bronovich ha elogiato il verdetto venerdì, promettendo di “continuare a combattere per proteggere la tua libertà”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di David Shepherdson, Diane Barts e Jeff Mason; Da Tom Hall a Wilmington, Delaware; Montaggio di Howard Coller, Grant McCauley e Jonathan Odyssey

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *