Il proprietario dei Washington Commanders, Daniel Snyder, ha dichiarato se i risultati delle indagini sulla squadra della NFL verranno rilasciati, afferma il comitato

La NFL potrebbe non essere in grado di rilasciare pubblicamente i risultati della sua indagine interna sui Washington Commanders senza il permesso esplicito del proprietario Daniel Snyder, secondo un documento pubblicato venerdì mattina dal comitato del Congresso che indaga sulla NFL.

Il Comitato della Camera per la supervisione e la riforma venerdì ha anche rilasciato un secondo documento che mostra come la squadra abbia richiesto un'”indagine scritta” allo studio legale di Beth Wilkinson quando è stata assunta per condurre un’indagine interna sulla squadra.

Il commissario della NFL Roger Goodell ha precedentemente affermato che la lega non può rilasciare l’indagine interna perché Wilkinson ha presentato le sue scoperte oralmente.

Nelle dichiarazioni rilasciate venerdì pomeriggio, la NFL e Snyder hanno confutato le affermazioni del comitato.

Una dichiarazione di un portavoce della NFL recitava in parte che “la Lega, e non la squadra, ha e determinerà quali informazioni è in grado di produrre”.

Sia la NFL che Snyder hanno affermato di essere stati disponibili con documenti relativi all’indagine che non sono stati eseguiti contro il privilegio di avvocato-cliente.

“Riguardo alla lettera odierna del Comitato alla NFL, né il signor Snyder né il team hanno mai fatto nulla per impedire al Comitato di ricevere tutti i documenti richiesti dalla NFL che non sono espressamente protetti dal privilegio avvocato-cliente o dal prodotto del lavoro dell’avvocato , “L’avvocato di Snyder, Jordan Siev, ha dichiarato in una nota. “Infine, tutte le restanti e-mail non privilegiate verranno fornite al Comitato a breve”.

“Ad oggi, abbiamo condiviso quasi 80.000 pagine di documenti e ne abbiamo messi a disposizione molti altri per la revisione del Comitato, oltre a rispondere alle domande del Comitato, sia per iscritto che nel corso di numerose discussioni”, ha affermato il portavoce della NFL.

I documenti rilasciati venerdì dal comitato sono stati forniti dalla NFL come parte della risposta della lega all’indagine del Congresso su quello che il comitato chiama un ambiente di lavoro tossico decennale sotto il mandato di Snyder.

“Questa mattina, abbiamo rilasciato due documenti chiave: il primo mostra che Wilkinson è stato assunto per scrivere un rapporto, ma come sappiamo, la NFL ha cambiato quel piano”, Rep. Raja Krishnamoorthi (D-Illinois) ha detto in una dichiarazione venerdì. “Il secondo mostra che i comandanti e la NFL hanno deciso di perseguire una ‘strategia legale congiunta’, sollevando seri dubbi sull’impegno della NFL per l’indipendenza e la trasparenza nelle indagini sui comandanti. Continueremo a indagare, ottenere risposte, fornire responsabilità per queste vittime e lavoratori in tutta l’America”.

READ  Morta "Tomb Raider 2", Alicia Vikander sarà rifusa - The Hollywood Reporter

Cinque donne sono apparse davanti al Congresso giovedì, fornendo dettagli sulle loro accuse di aggressione sessuale e molestie. Tiffani Johnston, ex coordinatrice del marketing e degli eventi del team, ha rivelato per la prima volta che Snyder l’ha toccata senza il suo consenso durante una cena di lavoro circa 13 anni fa. Snyder ha rilasciato una dichiarazione in cui nega le sue accuse.

Le donne e diversi membri del Congresso chiedono che la NFL rilasci il suo rapporto al pubblico.

Debra Katz, uno degli avvocati che rappresentano più di 40 ex dipendenti del team, comprese tutte e cinque le donne apparse giovedì a Capitol Hill, ha risposto in un tweet venerdì: “La NFL ha ingannato i nostri clienti e il pubblico. Nessun testimone – nemmeno uno – avrebbe partecipato alle indagini di Wilkinson se gli fosse stata detta la verità sull’accordo di difesa congiunta della NFL e della WFT”.

Lei e il co-avvocato Lisa Banks hanno dichiarato a ESPN in una dichiarazione: “Goodell era tutt’altro che un broker onesto quando si trattava di questa indagine. Era un co-cospiratore attivo con Dan Snyder e ora sta portando la sua acqua nell’ostruzionismo degli sforzi del Congresso per garantire la responsabilità rendendo pubblici i risultati del rapporto Wilkinson”.

Durante la tavola rotonda di giovedì, Krishnamoorthi ha osservato che “La NFL ha pubblicato rapporti su Ray Rice, Carolina Panthers, Deflategate, ma niente, niente riguardo alle molestie sessuali e a Washington”.

Sulla scia delle rivelazioni di Johnston e sulla base della testimonianza fornita dalle altre donne, Krishnamoorthi e Rep. Carolyn Maloney (D-New York), presidente del comitato, ha inviato una nuova lettera a Goodell venerdì mattina.

Nella lettera, Maloney e Krishnamoorthi dicono al commissario: “Lei ha affermato che la NFL non ha rilasciato i risultati della signora Wilkinson al fine di proteggere la ‘sicurezza, privacy e anonimato’ degli oltre 150 testimoni che hanno parlato con coraggio alla signora Wilkinson e la sua squadra. Le indagini del Comitato e gli stessi documenti legali della NFL sollevano seri dubbi su questa giustificazione “.

READ  I mercati europei aprono alla chiusura, utili, dati e notizie

Il Congresso ha avviato le sue indagini sulla squadra in ottobre, chiedendo alla NFL di rilasciare il rapporto Wilkinson, così come altri documenti relativi alla sua indagine. La NFL ha fornito alcuni, ma non tutti, i documenti al personale del comitato. Giovedì Krishnamoorthi ha detto a ESPN che la NFL non ha ancora fornito il rapporto di Wilkinson e che ci sono più di 650.000 e-mail e documenti relativi alle indagini.

Venerdì segna la prima volta che il comitato del Congresso ha rilasciato uno qualsiasi dei documenti presentati dalla NFL.

Nell’agosto 2020, i Washington Commanders, all’epoca conosciuti come Washington Football Team, hanno firmato un accordo di fermo – chiamato “Lettera di fidanzamento” – con Wilkinson e il suo studio. Parte del documento è redatto, ma l’accordo afferma che l’azienda di Wilkinson “completa una relazione scritta sui risultati e formula raccomandazioni in merito a eventuali misure correttive”.

“Dopo aver assunto la supervisione delle indagini, tuttavia, il signor Goodell ha personalmente incaricato la signora Wilkinson di presentargli risultati orali, non scritti, in netto allontanamento dalle pratiche precedenti della Lega”, secondo una dichiarazione rilasciata dal comitato del Congresso Venerdì mattina.

A dicembre 15, 2021, NFL.com ha dichiarato: “La NFL ha detto che non c’era alcun rapporto scritto sull’indagine di Wilkinson” e ha rilasciato un comunicato stampa di quattro pagine.

“La tua decisione di non pubblicare il rapporto scritto è profondamente preoccupante”, hanno detto Maloney e Krishnamoorthi a Goodell nella loro nuova lettera.

Un mese dopo la firma dell’accordo con Wilkinson, un secondo documento – intitolato “Common Interest Agreement” e datato 17 settembre 8, 2020 – dettaglia come la NFL e il team si sono impegnati a perseguire una “strategia legale congiunta”, accettando di non condividere alcun documento privilegiato o informazione scambiata durante le indagini senza il consenso sia della NFL che della squadra.

READ  Rivian ha buone e cattive notizie alla fine di una giornata difficile per i titoli di veicoli elettrici

Le firme dei due soggetti che hanno firmato l’accordo vengono redatte, con solo “Washington Football Team” e “National Football League, Inc.” visibile sotto la linea della firma. Il comitato in genere redige nomi, firme e informazioni simili quando rilascia questi tipi di documenti al pubblico, ha affermato una fonte.

In una dichiarazione, il comitato del Congresso afferma che il documento “sembra applicarsi retroattivamente al 16 luglio 2020, l’inizio dell’indagine interna della signora Wilkinson”.

Gli avvocati e il personale della commissione hanno interpretato ciò nel senso che, in base a questo accordo, “la NFL potrebbe non essere stata in grado di divulgare al pubblico i risultati dell’indagine sulla Wilkinson senza il permesso del proprietario della squadra Daniel Snyder, che a sua volta è stato accusato di molteplici atti di cattiva condotta sessuale da parte dei suoi dipendenti, da ultimo durante la tavola rotonda del Comitato di ieri “, secondo la dichiarazione rilasciata dal Comitato venerdì mattina.

Quando è stato chiesto di chiarire se la squadra avesse discusso, minacciato o affermato il proprio privilegio secondo i termini dell’accordo, gli avvocati della squadra hanno detto al comitato: “La squadra e la NFL hanno sempre agito in modo coerente con il mantenimento di tale privilegio, e ci sono state discussioni, troppo numerose per essere raccontate (che sono esse stesse privilegiate), riguardo alla conservazione di quel privilegio».

Nella lettera di Maloney e Krishnamoorthi a Goodell, affermano che la NFL si è ritirata dall’accordo di interesse comune in ottobre, nel periodo in cui il Congresso ha avviato le sue indagini.

“Questi documenti, che sono stati raccolti e creati nell’ambito dell’indagine Wilkinson, sono stati archiviati sui server di un fornitore di terze parti, dove rimangono. Ora, dopo il ritiro della NFL dall’accordo, ciascuna parte afferma che in assenza del consenso dell’altra, non possono accedere ai documenti, per non parlare di rilasciarli al Comitato. Sciogliendo il loro accordo di interesse comune e negando il consenso, le parti potrebbero tentare di creare un limbo legale per impedire al Comitato di ottenere questi documenti chiave dell’indagine. “

John Keim di ESPN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *