Il rapporto sui lavori di febbraio mostra un altro forte guadagno: aggiornamenti in tempo reale

Credito…TJ Kirkpatrick per il New York Times

È già chiaro che la Federal Reserve è pronta ad aumentare i tassi di interesse di un quarto di punto questo mese, poiché cerca di rendere più costosi i prestiti nel tentativo di raffreddare l’economia.

Il presidente della banca centrale, Jerome H. Powell, lo ha chiarito questa settimana.

Ma i dati sull’occupazione di febbraio pubblicati venerdì informeranno i responsabili politici mentre discutono dei piani per ridurre il bilancio della banca centrale (qualcosa che può togliere ulteriore energia all’economia) e mentre espongono stime sulla rapidità con cui i tassi di interesse aumenteranno nei mesi avanti.

L’ultimo rapporto sull’occupazione ha mostrato che l’economia ha aggiunto 678.000 posti di lavoro il mese scorso. Ma ancora più importante, dal punto di vista della Fed, ha mostrato che la disoccupazione è scesa al 3,8 per cento, i lavoratori sono rientrati nella forza lavoro e la crescita salariale è rimasta piatta dopo una serie di bruschi aumenti.

5

10

15%

’19

’20

’21

’22

I dati riaffermano che il mercato del lavoro è vivace e potrebbero anche ridurre la preoccupazione che la nazione sia all’inizio di una spirale inflazionistica in cui aumenti di salari e prezzi si spingono a vicenda costantemente più in alto.

Ciò potrebbe influenzare il modo in cui i funzionari pensano alle prospettive dei tassi di interesse nei mesi e negli anni a venire. La Fed rilascerà le previsioni nel suo trimestre Sintesi delle proiezioni economiche insieme alla sua decisione politica di marzo, e dato che è già previsto un aumento dei tassi, è probabile che tali aspettative politiche siano al centro della scena.

READ  I mercati asiatici salgono, le azioni della Corea del Sud esplodono in vista del rapporto sull'IPC statunitense

L’invasione russa dell’Ucraina ha reso il percorso più incerto, quindi le proiezioni economiche serviranno più come un progetto approssimativo che come un piano ferreo. Ma per ora, l’economia sembra forte ed è probabile che i funzionari proiettino una serie di cambiamenti politici nel 2022 e nel 2023.

Ma le cifre potrebbero dare alla Fed un po’ più di respiro per ritirare il supporto in modo costante, ma non frenetico. Poiché i posti di lavoro si sono rivelati abbondanti e i lavoratori sono stati difficili da trovare, i salari hanno iniziato a crescere rapidamente, attirando l’attenzione della Fed. I rapidi guadagni salariali hanno aumentato la possibilità che il costo del lavoro possa iniziare a confluire in prezzi più elevati, facendoli durare più a lungo.

“La cosa più importante che non vogliamo è che l’inflazione diventi radicata e si autoperpetui”, ha affermato Mr. Powell ha detto durante la testimonianza al Congresso questa settimana. “Ecco perché stiamo andando avanti con il nostro programma per aumentare i tassi di interesse e tenere sotto controllo l’inflazione”.

Il rapporto pubblicato venerdì è solo un numero e i dati vengono regolarmente rivisti, ma i nuovi numeri potrebbero alleviare la pressione al margine. I guadagni orari medi sono aumentati del 5,1 percento nell’anno fino a febbraio, ben al di sotto del guadagno del 5,8 percento che gli economisti si aspettavano. Su base mensile, la paga non aumentava affatto.

Il guadagno annuo è ancora un ritmo solido di aumenti salariali per i lavoratori americani – i guadagni orari in genere sono aumentati dal 2 al 3 percento negli anni precedenti la pandemia – ma se gli aumenti salariali continuano a moderarsi, potrebbero sembrare più sostenibili i banchieri centrali.

READ  Steelers vs. Linea di gioco di Browns, probabilità: i rilasci degli esperti della NFL scelgono per il match di Thursday Night Football

Ciò è particolarmente vero perché il rallentamento è arrivato con l’aumento della quota di persone che lavorano o in cerca di lavoro e con l’aumento delle ore feriali, suggerendo che i datori di lavoro stanno riuscendo a trovare un’offerta di lavoro più pronta. Con più lavoratori disponibili, l’economia potrebbe essere in grado di produrre di più e crescere più rapidamente senza surriscaldarsi.

I funzionari della Fed avevano segnalato che avrebbero seguito da vicino questo rapporto sull’occupazione, l’ultimo che riceveranno prima di incontrarsi.

Chris Waller, un governatore della Fed, ha dichiarato alla fine del mese scorso che potrebbe sostenere un inizio aggressivo degli aumenti dei tassi di interesse della Fed se i rapporti sull’inflazione e il rapporto sul lavoro di febbraio mostrassero “che l’economia è ancora estremamente calda”.

Sig. Powell sembra aver respinto l’idea di un forte aumento del tasso di marzo, ma Mr. L’enfasi di Waller ha dimostrato quanto ogni nuovo punto di dati possa aiutare ad affermare – o complicare – il modo in cui i banchieri centrali stanno comprendendo l’economia in un momento critico.

Ma i funzionari dovranno soppesare le ultime cifre rispetto a quanto sta accadendo in Ucraina. E non è ovvio, a questo punto, come ciò possa influenzare il percorso da seguire per la politica, perché la guerra sta facendo aumentare i prezzi del gas ma potrebbe pesare sulla spesa dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *