Ime Udoka strappa “l’instabilità” dei Boston Celtics dopo aver lanciato un altro grande vantaggio

NEW YORK – Il tecnico Ime Utoka ha ripetutamente invitato la sua squadra a essere rassicurata dopo il recente vantaggio dei Boston Celtics nella straziante sconfitta per 108-105 per mano dei New York Knicks al Madison Square Garden.

“Penso che combattere quei tempi avversi sia una mancanza di forza mentale”, ha detto in seguito Utoka Nix. RJ BarrettNix ha completato una rimonta di 25 punti per stordire i Celtics nella sirena da 3 punti in banca. “Secondo te, è assoluto. È un turnover qui, un brutto tiro qui, un lavoro difensivo mancato qui e diversi rimbalzi sbagliati stasera.

“Quindi, questo è un sacco di cose diverse. E poi, come ho detto, hai davvero bisogno di una presenza tranquilla in quel momento per rallentare e ottenere ciò che vogliamo. A volte siamo tutti bloccati in esso.”

Boston ora ha un vantaggio di quattro punti di almeno 19 punti in questa stagione – due in più di qualsiasi altra squadra della NBA – ed è una delle peggiori squadre del quarto trimestre della NBA in questa stagione. I Celtics si sono classificati al 26° posto in attacco e 25° in difesa nel quarto trimestre, posizionandosi 29° in rete, 8,7 punti in più rispetto a 100 possessi.

Inoltre, dopo essere apparsi ai Knicks giovedì, si sono ritrovati in parità con Atlanta per l’11° posto nella Eastern Conference, non solo al di fuori dei playoff, ma anche al di fuori dei playoff.

Molte delle sconfitte che hanno messo i Celtics in quella situazione sono arrivate proprio come giovedì: battute d’arresto nel quarto trimestre e interruzioni di gioco nel finale. Per cambiare le cose, Utoka ha detto che l’atteggiamento della sua squadra in quei momenti doveva cambiare.

READ  Il Dipartimento di Giustizia fa appello alla sentenza federale sul mandato della maschera di trasporto

“I ragazzi urlano quando non è la fine del mondo”, ha detto Utoga. “Hai ancora 12 punti di vantaggio e devi finire quella corsa.

“Dobbiamo capire il tempo e il punteggio, serve un tiro solido, ma non dobbiamo farci prendere dal gioco. Devi giocare in modo diverso nel primo quarto e nel quarto. Devi giocare in modo diverso quando la squadra va in fuga.

“Questa non è una palestra aperta. Non puoi giocare tutta la partita allo stesso modo. Quindi dobbiamo capirlo meglio e ottenere la qualità del tiro che vogliamo smettere di rimanere bloccati in una corsa. E quattro, cinque persone giocano male , inizia a nevicare.”

La situazione post-Boston (18-21) è stata frequente in questa stagione, compresa la sconfitta di giovedì sera. Dopo aver controllato la partita per tutto il primo tempo, i Celtics hanno permesso ai Knicks di rientrare in partita con due long run separati nel terzo quarto, riportando infine New York al quarto posto.

“Dobbiamo riunirci”, ha detto la star dei Celtics Jason Tottam, Chi ha segnato 36 punti, incluso il saltatore in 1,5 secondi, almeno brevemente, ha pareggiato la partita per Boston. “Ovviamente perdite, questo tipo di estensione è difficile, perdendo vantaggio e non terminando nel quarto trimestre.

“Penso che dobbiamo guardare al quadro generale e al grande piano delle cose, dobbiamo guardare indietro a quegli anni in cui siamo andati alle finali della conferenza, fa apprezzare quei momenti davvero per te perché è difficile. Non è facile .

“Inizialmente pensavo, forse il mio nuovo anno, pensavo fosse normale. Vincere tutte quelle partite, vincere le partite dei playoff, magari prendersi un po’ di tempo. Ma per godersi quei momenti, cose del genere accadono. Sapendo quanto sia difficile vincere in questo campionato, penso che possiamo apprezzare ancora di più questi tempi”.

READ  Elezioni in Israele 2022: Yair Lapid si congratula con Benjamin Netanyahu per la vittoria

Boston sta sicuramente imparando nel modo più duro e nel lungo periodo. Dopo che i Celtics hanno raggiunto la finale della Eastern Conference tre volte in quattro stagioni, Boston era esattamente 0,500 nella stagione regolare l’anno scorso, garantito per essere inferiore a 0,500 entro la metà della stagione della prossima settimana.

Per tutta questa stagione, Utoka – il suo predecessore e ora capo delle operazioni di basket del Celtic, Brad Stevens – ha seguito la sua squadra per giocare in campo nelle sessioni dei media post-partita, in netto contrasto con il modo in cui ha interagito con i media. .

Ma la sessione di giovedì è stata ancora la sua critica più dura, ha sottolineato, aggiungendo che la sua squadra deve essere più intelligente e più dura in situazioni intime e ritardate.

“È la stessa decisione ed è un po’ stressante, qualcosa sta peggiorando e stiamo tutti iniziando ad abbassare la testa”, ha detto Utoka.

I Celtics si recheranno ora a Boston per affrontare nuovamente il Nix sabato sera, dove cercheranno di risolvere i loro problemi e riprendersi la stagione.

“Ci distraiamo molto, soprattutto quando affrontiamo le avversità”, ha detto Robert Williams del Celtics Center. “Per unirci quando non succede nulla sulla nostra strada, dobbiamo trovarlo in noi stessi, amarezza e lotta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *