Joe Maddon licenziato dagli Angels: l’allenatore fuori nel bel mezzo di 12 sconfitte consecutive, dice di essere stato sorpreso dalla decisione

Impantanato nella più lunga serie di sconfitte in una sola stagione nella storia della franchigia, il Angeli di Los Angeles ha apportato una modifica al manager martedì pomeriggio. La squadra ha annunciato che Joe Maddon è stato sollevato dalle sue funzioni e l’allenatore della terza base Phil Nevin servirà come manager ad interim per il resto della stagione 2022. Il licenziamento di Maddon arriva sulla scia della dodicesima sconfitta consecutiva degli Angels lunedì sera, una sconfitta per 1-0 contro il Boston Red Sox a casa.

Direttore generale Perry Minasian detto ai giornalisti che è andato a casa di Maddon martedì mattina per informarlo della decisione. Minasian ha caratterizzato il licenziamento di Maddon come essere”[n]o qualcosa che pensavo sarebbe successo tre settimane fa, “il che suggerisce che la serie di sconfitte in corso ha influenzato negativamente lo stato del lavoro di Maddon. Inoltre, Minasian ha confermato che il proprietario del team Arte Moreno era d’accordo con la decisione di passare da Maddon.

Questo è legato alla serie di sconfitte più lunga in una sola stagione nella storia della franchigia e alla seconda serie di sconfitte più lunga in assoluto, dietro a una serie di 13 sconfitte consecutive nelle ultime 12 partite nel 1988 e nella prima partita nel 1989. Erano ancora i California Angels indietro .allora.

Gli Angels sono 6-18 dall’inizio 21-11, e FanGraphs mette le loro quote post-stagione al 29,9%.. Erano l’81,4 percento fino al 15 maggio. Gli Halos sono 1 partita e mezza dietro il sesto e ultimo posto per wild card dell’American League, anche se ci sono due squadre davanti a loro in classifica e tre squadre dietro a 1 partita e 1/2 loro.

La serie di 12 sconfitte consecutive è stata una serie di sconfitte consecutive di Murphy’s Law in cui tutto ciò che può andare storto va storto. Anthony Rendon e Taylor Ward sono fuori per infortuni, il che significa che la formazione è estremamente sottile dietro Mike Trout e Shohei Ohtani, e la rotazione è tornata sulla Terra dopo un incoraggiante aprile e la prima metà di maggio. Anche il bullpen ha saltato diversi contatti.

Corse segnate a partita

5.06

3.54

4.41 (12° in MLB)

Corse consentite per partita

3.59

4.67

4.23 (16° in MLB)

Esegui differenziale

più-47

meno-37

più-10 (15° in MLB)

Gli Angels stanno registrando un record di franchigia di $ 188,6 milioni di buste paga in questa stagione, e con Trout e Rendon che hanno firmato a lungo termine a grandi dollari e Ohtani pronto a diventare un free agent dopo la prossima stagione, il club non ha altra scelta che andare avanti e sperare di fare una corsa in un posto post-stagione quest’anno. Il senso di urgenza dell’organizzazione è evidente nella decisione di sostituire Maddon.

Assunto prima della stagione pandemica 2020, Maddon è andato 130-148 (.467) in parti di tre stagioni in quello che tecnicamente era il suo terzo periodo come manager degli Angels. Ha diretto brevemente la squadra ad interim nel 1996 (8-14) e nel 1999 (19-10). Maddon ha giocato nel sistema agricolo degli Angels prima di iniziare la sua carriera di allenatore con l’organizzazione negli anni ’80 e scalando gradualmente la scala.

Maddon è il secondo allenatore licenziato in questa stagione e il secondo allenatore licenziato nell’ultima settimana – i Philadelphia Phillies licenziati da Joe Girardi venerdì scorso. Nella loro prima serie sotto la guida del manager ad interim Rob Thomson, i Phillies hanno spazzato via i Maddon’s Angels lo scorso fine settimana. Girardi e Maddon sono i primi allenatori licenziati a metà stagione dal S. Luigi Cardinali ha licenziato Mike Matheny nel luglio 2018.

Simile ai Phillies e ai Girardi, gli Angels hanno dato a Maddon un roster pieno di stelle ma di alto livello che era a corto di profondità. Entrambe le squadre hanno evidenti problemi di costruzione del roster, ma, come Girardi, Maddon non sembrava fare il meglio che poteva con il personale a sua disposizione. La sua formazione e le decisioni sui bullpen hanno lasciato molto a desiderare, soprattutto negli ultimi tempi, durante le 12 sconfitte consecutive.

Gli Angels non hanno fatto la postseason sotto Maddon e la squadra ha fatto la postseason solo una volta nelle 10 stagioni complete di Trout. È stata una spazzata di tre partite per mano del I reali di Kansas City nell’ALDS 2014. Gli Angels non hanno vinto un round post-stagionale (o anche una partita post-stagionale) dal 2009.

Prima di tornare agli Angels nel 2020, Maddon ha goduto di incarichi manageriali di grande successo con il Raggi di Tampa Bay (2006-2014) e Chicago Cubs (2015-19). Ha guidato i Rays al loro primo gagliardetto della American League nel 2008 e, naturalmente, ha portato i Cubs al loro primo campionato delle World Series in 108 anni nel 2016.

Maddon ha parlato con Ken Rosenthal poco dopo aver appreso della sua cessazione e ha detto questo quando gli è stato chiesto se fosse sorpreso dalla decisione:

“Un po’. In realtà, molto. Ti affidi sempre alle persone incaricate per leggere correttamente le foglie di tè. Questa volta non l’hanno fatto. Non dovevi nemmeno chiedermelo. Puoi chiedere a qualsiasi giocatore o allenatore ..Sono quelli che sanno davvero.

“Perry (Minasian) era in una situazione difficile. Lo capisco. Lasciatemi dire così. Farei davvero affidamento sui sentimenti degli allenatori e dei giocatori”.

Maddon ha anche detto che vuole continuare a gestire. “Certo che voglio gestire”, ha detto a Rosenthal. “Sono davvero bravo”.

Quanto a Nevin, 51 anni, era alla sua prima stagione come allenatore della terza base degli Angels dopo aver trascorso le quattro stagioni precedenti con il New York Yankees nello stesso ruolo. Questo è il suo primo lavoro manageriale in MLB, sebbene abbia una vasta esperienza manageriale a livello Triple-A e negli ultimi anni ha intervistato per diverse posizioni di manager di big league.

Maddon, 68 anni, era nell’ultimo anno garantito del suo contratto, che includeva un’opzione club per il 2023. Con un record in carriera di 1.382-1.216 (.532), Maddon è il 31° di tutti i tempi per vittorie manageriali e il 31° di tutti i tempi per partite gestito.

Gli Angels giocheranno la seconda partita della loro serie casalinga di quattro partite con i Red Sox martedì sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *