La Finlandia deve fare domanda per l’adesione alla NATO “senza indugio”, affermano i leader finlandesi

  • Finlandia, Svezia per candidarsi nei “prossimi giorni” – fonti
  • L’adesione dovrebbe avvenire rapidamente
  • L’opinione pubblica finlandese ha ribaltato la guerra in Ucraina
  • Annuncio di benvenuto dei paesi baltici

HELSINKI, 12 mag (Reuters) – La Finlandia deve presentare domanda per aderire all’alleanza militare della Nato “senza indugio”, hanno affermato giovedì il presidente finlandese Sauli Niinisto e il primo ministro Sanna Marin, un importante cambiamento politico innescato dall’invasione russa dell’Ucraina.

La Finlandia, che condivide un confine di 1.300 km (810 miglia) e un passato difficile con la Russia, ha gradualmente intensificato la sua cooperazione con l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico come partner da quando la Russia ha annesso la Crimea nel 2014.

Ma fino all’invasione russa dell’Ucraina, il paese nordico si era astenuto dall’unirsi per mantenere relazioni amichevoli con il suo vicino orientale. leggi di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

“La Finlandia deve fare domanda per l’adesione alla NATO senza indugio”, hanno affermato Niinisto e Marin in una dichiarazione congiunta.

“Ci auguriamo che le misure nazionali ancora necessarie per prendere questa decisione vengano prese rapidamente entro i prossimi giorni”.

Gli alleati della NATO si aspettano che Finlandia e Svezia facciano domanda per aderire all’alleanza nei prossimi giorni e concederanno rapidamente l’adesione, hanno detto a Reuters cinque diplomatici e funzionari prima dell’annuncio finlandese. leggi di più

I paesi baltici, che un tempo erano governati da Mosca e ora sono membri della NATO, hanno accolto con favore l’annuncio della Finlandia.

“La Finlandia ha deciso di aderire all’Alleanza. La NATO sta per diventare più forte. I paesi baltici stanno per diventare più sicuri”, ha affermato il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis.

READ  La Croce Rossa pianifica un nuovo sforzo di evacuazione dall'Ucraina Mariupol

Il punto di vista tra i finlandesi sulla NATO è cambiato rapidamente da quando la Russia ha avviato quella che chiama una “operazione speciale” in Ucraina.

Il sostegno pubblico finlandese all’adesione alla NATO è salito a numeri record negli ultimi mesi, con l’ultimo sondaggio dell’emittente pubblica YLE che mostra il 76% dei finlandesi a favore e solo il 12% contro, mentre il sostegno all’adesione è rimasto solo intorno al 25% per anni prima della guerra in Ucraina.

Mentre il disallineamento militare ha soddisfatto a lungo molti finlandesi come un modo per stare fuori dai conflitti, l’invasione russa dell’Ucraina sovrana ha portato un numero crescente di finlandesi a considerare le relazioni amichevoli con la Russia come una frase vuota.

Il destino dell’Ucraina è stato particolarmente inquietante per la Finlandia da guardare mentre ha combattuto due guerre con la Russia tra il 1939 e il 1944, respingendo un tentativo di invasione ma perdendo circa il 10% del suo territorio nel successivo accordo di pace.

È probabile che il rapido spostamento della Finlandia verso la NATO si trascinerà dietro la vicina Svezia.

I socialdemocratici al potere in Svezia dovrebbero decidere domenica se rovesciare decenni di opposizione all’adesione alla NATO, una mossa che quasi certamente porterebbe anche la Svezia a chiedere di aderire all’alleanza delle 30 nazioni. leggi di più

La Russia ha ripetutamente messo in guardia entrambi i paesi dall’adesione all’alleanza. Di recente, il 12 marzo, il suo ministero degli Esteri ha affermato che “se lo faranno ci saranno gravi conseguenze militari e politiche”.

La velocità della decisione finlandese di presentare domanda è stata una sorpresa per molti, con la maggior parte delle discussioni politiche che si sono svolte dietro le quinte per paura della reazione della Russia.

READ  Il segretario al Commercio degli Stati Uniti afferma che "non c'è una data di scadenza" sulle sanzioni contro la Russia

A marzo, il governo finlandese ha avviato una revisione della politica di sicurezza e ha consegnato una relazione al parlamento per discuterla ad aprile, tenendo anche discussioni con tutti i gruppi parlamentari per assicurarsi il sostegno alla decisione di aderire al trattato.

Parallelamente al processo interno, il presidente e il primo ministro della Finlandia hanno contattato i paesi della NATO per ottenere il loro sostegno all’adesione della Finlandia.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha precedentemente affermato che sarebbe possibile consentire a Finlandia e Svezia di aderire “abbastanza rapidamente”.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di Anne Kauranen e Essi Lehto, scrittura di Anne Kauranen e Gwladys Fouche, montaggio di Justyna Pawlak e Angus MacSwan

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *