L’acquisizione di Spirit-JetBlue ottiene l’approvazione degli azionisti

Un aereo di linea JetBlue atterra davanti a un jet Spirit Airlines in taxi all’aeroporto internazionale di Fort Lauderdale Hollywood lunedì 25 aprile 2022. (Joe Cavaretta/Sun Sentinel/Tribune News Service tramite Getty Images)

Joe Cavaretta | Sentinella del Sole | Getty Images

Spirit Airlines gli azionisti hanno approvato a rilevare di JetBlue Airways dopo sei mesi di battaglia per creare il quinto vettore più grande del paese, un accordo che ora deve affrontare un grosso ostacolo con le autorità di regolamentazione federali.

Spirito ha annunciato il risultati della votazione dopo un’assemblea straordinaria degli azionisti di mercoledì. Ad aprile, JetBlue ha fatto un’offerta interamente in contanti di $ 3,8 miliardi per Spirit, facendo deragliare il piano di Spirit per un accordo in contanti e azioni da fondere con Compagnie aeree di frontiera.

Le compagnie aeree hanno dichiarato di aspettarsi di concludere la transazione entro la prima metà del 2024.

Ma ora devono convincere le autorità di regolamentazione federali che quell’accordo non danneggerà la concorrenza né aumenterà le tariffe per i consumatori, a ostacolo importante nell’ottenere l’approvazione dell’acquisizione.

L’amministrazione Biden ha preso una posizione dura contro gli accordi che secondo loro danneggeranno i consumatori. Il Dipartimento di Giustizia sta attualmente combattendo la partnership esistente con JetBlue American Airlines nel nordest in tribunale a Boston.

Se l’acquisizione viene approvata, JetBlue ha intenzione di farla finita con il marchio Spirit, noto per le sue tariffe aeree ultra convenienti e il servizio essenziale con commissioni per componenti aggiuntivi come i bagagli a mano. Il vettore con sede a New York, al contrario, offre spazio più generoso a bordo, schermi dello schienale e, su alcuni aerei, classe business.

READ  Il circuito sud del Parco Nazionale di Yellowstone riaprirà mercoledì, ma solo alcuni visitatori saranno ammessi ogni giorno

“Questo è un importante passo avanti nel nostro percorso verso la chiusura di una combinazione che creerà il più avvincente sfidante nazionale a basso costo per i vettori statunitensi dominanti”, ha affermato in un comunicato il CEO di Spirit Airlines Ted Christie. “Non vediamo l’ora di continuare le nostre discussioni in corso con le autorità di regolamentazione mentre lavoriamo per completare la transazione e fornire valore ai membri del team, agli ospiti e agli azionisti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *