Lancio di SpaceX: la missione turistica attracca alla ISS. Ecco tutto ciò che devi sapere

La missione è stata lanciata venerdì mattina dal Kennedy Space Center in Florida. E il veicolo spaziale, che si è separato dal razzo dopo aver raggiunto l’orbita, ha trascorso circa 20 ore di volo libero attraverso l’orbita mentre si avvicinava alla ISS.

Il viaggio è stato mediato dalla startup con sede a Houston, in Texas Assioma Spazio, che cerca di prenotare viaggi in razzo, fornire tutta la formazione necessaria e coordinare i voli per la ISS per chiunque possa permetterselo. È tutto in linea con l’obiettivo del governo degli Stati Uniti e del settore privato di aumentare l’attività commerciale sulla ISS e oltre.

A bordo di questa missione, chiamata AX-1, ci sono Michael Lopez-Alegría, un ex astronauta della NASA diventato impiegato di Axiom che comanda la missione; L’uomo d’affari israeliano Eytan Stibbe; l’investitore canadese Mark Pathy; e il magnate immobiliare con sede in Ohio Larry Connor.

Dopo aver raggiunto la ISS a bordo della loro navicella spaziale SpaceX Crew Dragon, si sono uniti a sette astronauti professionisti già a bordo della stazione spaziale, inclusi tre astronauti della NASA, un astronauta tedesco e tre cosmonauti russi.

Non è la prima volta che clienti paganti o comunque non astronauti visitano la ISS, come ha fatto la Russia posti venduti sulla sua navicella spaziale Soyuz per vari ricchi amanti del brivido negli anni passati. Ma questa è la prima missione che include un equipaggio interamente composto da privati ​​cittadini senza membri attivi di un corpo di astronauti governativi. È anche la prima volta che privati ​​cittadini si recano sulla ISS su un veicolo spaziale di fabbricazione statunitense.

Ecco tutto ciò che devi sapere.

Quanto è costato tutto questo?

Axiom aveva precedentemente rivelato un prezzo di $ 55 milioni per posto per un viaggio di 10 giorni sulla ISS, ma la società ha rifiutato di commentare i termini finanziari per questa specifica missione, oltre a dire in una conferenza stampa l’anno scorso che il prezzo è di “decine di milioni”.

La missione è resa possibile da uno stretto coordinamento tra Axiom, SpaceX e NASA, poiché la ISS è finanziata e gestita dal governo.

E l’agenzia spaziale ne ha svelati alcuni dettagli su quanto verrà addebitato per l’uso del suo laboratorio orbitante di 20 anni.

Il cibo da solo costa $ 2.000 al giorno, a persona, nello spazio. Ottenere provviste da e per la stazione spaziale per un equipaggio commerciale costa altri $ 88.000 a $ 164.000 a persona, al giorno. Per ogni missione, portare il supporto necessario dagli astronauti della NASA costerà ai clienti commerciali altri $ 5,2 milioni e tutto il supporto per la missione e la pianificazione che la NASA presta è di altri $ 4,8 milioni.

READ  Riepilogo Spagna 7-0 Costa Rica: punteggio, gol, highlights | Qatar Coppa del Mondo 2022

Chi sta volando?

Lopez-Alegría, un veterano di quattro viaggi nello spazio tra il 1995 e il 2007 durante il suo tempo con la NASA, sta comandando questa missione come dipendente Axiom.
Ax-1 Crew (da sinistra a destra) Larry Connor, Mark Pathy, Michael López-Alegría ed Eytan Stibbe.
Per ulteriori informazioni sui tre clienti paganti, controlla la nostra copertura qui.

È sicuro andare sulla ISS, visto il conflitto russo?

La Russia è il principale partner degli Stati Uniti sulla ISS e la stazione spaziale è stata a lungo salutata come un simbolo della cooperazione post-Guerra Fredda.

Le relazioni USA-Russia sul terreno, tuttavia, hanno raggiunto il culmine dell’invasione russa dell’Ucraina. Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno schiaffeggiato pesanti sanzioni alla Russia e il paese ha reagito in numerosi modi, tra cui rifiutandosi di vendere motori a razzo russi a società statunitensi. Il capo dell’agenzia spaziale russa, Roscosmos, si è persino rivolto ai social media per minacciare di ritirarsi dal Accordo ISS.

Nonostante tutte le spacconate, la NASA ha ripetutamente cercato di rassicurare sul fatto che, dietro le quinte, la NASA e le sue controparti russe stanno lavorando insieme senza soluzione di continuità.

“La NASA è a conoscenza dei recenti commenti sulla Stazione Spaziale Internazionale. Le sanzioni statunitensi e le misure di controllo delle esportazioni continuano a consentire la cooperazione spaziale civile USA-Russia sulla stazione spaziale”, ha affermato l’amministratore della NASA Bill Nelson in una recente dichiarazione. “Il rapporto professionale tra i nostri partner internazionali, astronauti e cosmonauti continua per la sicurezza e la missione di tutti a bordo della ISS”.

Sono astronauti o turisti?

Questa è una domanda che ribolle nella comunità dei voli spaziali in questo momento.

Il governo degli Stati Uniti ha tradizionalmente assegnato le ali degli astronauti a chiunque viaggi a più di 50 miglia sopra la superficie terrestre. Ma le ali degli astronauti commerciali – una designazione relativamente nuova distribuita dalla Federal Aviation Administration – potrebbero non essere distribuite in modo così generoso.

L’anno scorso, la FAA ha deciso di terminare l’intero programma Commercial Space Astronaut Wings il 1 gennaio 2022. Ora, la FAA prevede di elencare semplicemente i nomi di tutti coloro che volano sopra la soglia delle 50 miglia su un sito web.
Primo sulla CNN: gli Stati Uniti danno a Bezos, Branson e Shatner le loro ali da astronauta

Se sia giusto riferirsi ancora alle persone che pagano la loro strada verso lo spazio come “astronauti” è una questione aperta e innumerevoli osservatori – inclusi gli astronauti della NASA – hanno valutato.

Non tutti sono troppo preoccupati parolacce.
“Se stai legando il sedere a un razzo, penso che valga qualcosa”, ha detto l’ex astronauta della NASA Terry Virts National Geographic quando gli viene chiesto del problema. “Quando ero un pilota di F-16, non ero geloso del fatto che i piloti del Cessna venissero chiamati piloti. Penso che tutti sapranno se hai pagato per essere un passeggero su un volo suborbitale di cinque minuti o se sei il comandante di un veicolo spaziale interplanetario. Sono due cose diverse.

Se chiedi all’equipaggio dell’AX-1, non amano essere chiamati “turisti”.

READ  Ashley Biden risulta positiva al Coronavirus

“Questa missione è molto diversa da quella di cui potresti aver sentito parlare in alcune delle recenti missioni, soprattutto suborbitali. Non siamo turisti spaziali”, ha detto Lopez-Alegría ai giornalisti all’inizio di questo mese, riferendosi ai brevi voli supersonici organizzati da Jeff La compagnia di Bezos Blue Origin. “Penso che ci sia un ruolo importante per il turismo spaziale, ma non è ciò che riguarda Axiom”.

L’equipaggio ha subito un addestramento approfondito per questa missione, assumendo gran parte degli stessi compiti degli astronauti professionisti in addestramento. Ma il fatto è che i tre clienti paganti su questo volo – Stibbe, Pathy e Connor – non sono stati selezionati da un pool di migliaia di candidati e non stanno dedicando gran parte della loro vita all’impresa.

Axiom stesso è stato più irriverente sull’uso delle parole in passato.

“Volo spaziale umano commerciale. Turismo spaziale. Qualunque cosa tu lo chiami, sta accadendo. E presto”, ha scritto la compagnia sul suo sito web.

Cosa faranno mentre sono nello spazio?

Ciascuno dei membri dell’equipaggio ha un elenco di progetti di ricerca su cui intendono lavorare.

Connor svolgerà alcune ricerche su come il volo spaziale colpisce le cellule senescenti, che sono cellule che hanno cessato il normale processo di replicazione e sono “collegate a molteplici malattie legate all’età”, secondo Axiom. Tale ricerca sarà condotta in collaborazione con la Mayo Clinic e la Cleveland Clinic.

Tra gli elementi nell’elenco delle cose da fare di Pathy ci sono alcune ricerche mediche aggiuntive, incentrate maggiormente sulla salute dei bambini, che condurrà in collaborazione con diversi ospedali canadesi e alcune iniziative di sensibilizzazione alla conservazione.

READ  L'UE prende di mira Big Tech con nuove e radicali regole antitrust

Stibbe farà anche alcune ricerche e si concentrerà su “attività educative e artistiche per connettere le giovani generazioni in Israele e in tutto il mondo”, secondo Axiom. Stibbe sta volando per conto della Ramon Foundation, un’organizzazione no-profit per l’educazione spaziale che prende il nome dal primo astronauta israeliano, Ilan Ramon, morto nel disastro dello Space Shuttle Columbia nel 2003. La biografia di Axiom di Stibbe dice che lui e Ramon condividevano una “stretta” amicizia.

Durante i tempi di inattività, l’equipaggio avrà anche la possibilità di godere di ampie vedute della Terra. E, a un certo punto, condivideranno un pasto con gli altri astronauti a bordo. Il loro cibo è stato preparato in collaborazione con il famoso chef e filantropo Jose Andrés. I loro pasti “si basano sui sapori e sui piatti tradizionali della nativa Spagna del comandante López-Alegría”, secondo Axiom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *