L’aumento delle vittime russe in Ucraina porta a più domande sulla sua prontezza militare

L’offensiva della Russia per catturare Kiev si è in gran parte bloccata, hanno affermato i funzionari della NATO, e giovedì l’Ucraina ha affermato di aver lanciato una controffensiva volta a ottenere il controllo decisivo della periferia della città.

Le valutazioni dell’intelligence statunitense e alleata variano ampiamente su quante forze russe sono state uccise fino ad oggi, fonti che hanno familiarità con l’intelligence dicono alla CNN. Ma anche le stime più basse sono nell’ordine delle migliaia.

Una di queste valutazioni ha rilevato che finora circa 7.000 soldati russi sono stati uccisi, ha affermato una delle fonti. Ma quella cifra, prima segnalato del New York Times, è nella fascia più alta delle stime statunitensi, che variano perché gli Stati Uniti ei loro alleati non hanno un modo preciso per contare le vittime. Alcune stime collocano il numero delle truppe russe uccise in Ucraina a circa 3.000, mentre altre suggeriscono che più di 10.000 siano state uccise.

Finora, il numero è stato calcolato in gran parte tramite rapporti open source da organizzazioni non governative, governo ucraino, immagini satellitari commerciali e comunicazioni russe intercettate. Funzionari statunitensi hanno anche estrapolato il numero di morti in base al numero di carri armati russi che sono stati distrutti, affermano le fonti.

Indipendentemente dal numero preciso, funzionari dell’intelligence statunitense e occidentale hanno osservato che la Russia ha difficoltà a sostituire le sue forze, il che sta avendo un impatto significativo sul morale delle truppe russe, hanno affermato mercoledì alti funzionari della NATO.

“Diventa ogni giorno più evidente che Putin ha gravemente sbagliato i calcoli”, ha detto mercoledì sera un alto funzionario dell’intelligence della NATO ai giornalisti al quartier generale della NATO, parlando in condizione di anonimato per rivelare valutazioni sensibili. “La Russia continua ad affrontare difficoltà per sostituire le sue perdite in combattimento e cerca sempre più di sfruttare le forze irregolari, comprese le corporazioni militari private russe e i combattenti siriani”.

READ  Torneo NCAA femminile: Creighton batte Iowa per raggiungere Sweet 16

Un alto funzionario militare della NATO ha fatto eco a tale valutazione, dicendo che “possiamo valutare che presto più compagnie militari private si impegneranno” nel conflitto. Ma in generale, ha detto, le perdite hanno avuto “un effetto negativo sul morale delle truppe”.

“Possiamo vedere [Putin] ha calcolato male la resilienza e la resistenza degli ucraini”, ha detto il funzionario militare della Nato. Questo è un dato di fatto. Non l’ha visto. E questa è una grande sorpresa per lui. E quindi ha dovuto rallentare».

Morale russo debole

Il funzionario dell’intelligence della NATO ha aggiunto, citando lo stato maggiore ucraino, che “i militari russi si rifiutano sempre più di recarsi in Ucraina, nonostante le promesse di status di veterano e stipendi ancora più alti”. Ha osservato che la NATO si aspetta che “l’alto numero di vittime russe riportato susciterà anche qualche reazione in Russia, poiché il popolo russo alla fine diventerà consapevole dell’entità delle proprie perdite”.

Un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti ha detto ai giornalisti giovedì che il Pentagono ha prove aneddotiche che il morale russo sta vacillando.

“Non abbiamo informazioni dettagliate su ogni unità e ogni indicazione. Ma abbiamo certamente raccolto indicazioni aneddotiche che il morale non è alto in alcune unità”, ha detto il funzionario. “Alcune di queste sono, crediamo, una funzione della scarsa leadership, della mancanza di informazioni che le truppe stanno ottenendo sulle loro missioni e obiettivi, e penso che la disillusione dall’essere resistiti ferocemente come sono stati”.

In alcuni casi, le truppe russe hanno semplicemente abbandonato i veicoli in panne sul campo, allontanandosi e lasciando dietro di sé carri armati e mezzi corazzati, secondo due funzionari statunitensi.

READ  Il secondo gentiluomo Doug Emhoff risulta positivo al Covid-19

Allo stesso modo, una fonte del Congresso informata sull’intelligence ha affermato che gli Stati Uniti hanno valutato che sembra esserci un divario tra ciò per cui le truppe russe erano preparate e ciò che hanno effettivamente incontrato. Molti russi catturati finora hanno detto che non si aspettavano, ad esempio, che avrebbero combattuto una guerra in Ucraina e credevano che fossero solo parte di un’esercitazione militare.

L’impegno dei leader militari russi, tuttavia, sembra essere ancora alto, ha affermato la fonte del Congresso.

Un carro armato distrutto si trova su una strada dopo le battaglie tra le forze ucraine e russe su una strada principale vicino a Brovary, a nord di Kiev, in Ucraina, giovedì 10 marzo 2022.

La scorsa settimana il tenente gen. Scott Berrier, direttore della Defense Intelligence Agency, ha detto a un comitato del Congresso in un’audizione pubblica che la valutazione della comunità dell’intelligence statunitense sulla morte delle truppe russe era compresa tra 2.000 e 4.000. Ha affermato che la valutazione è stata effettuata con scarsa confidenza e basata sia su fonti di intelligence che su materiale open source.

I funzionari dell’intelligence statunitense e occidentale riconoscono ampiamente che la volontà di combattere è spesso difficile da misurare e non è chiaro quanto il morale cadente abbia contribuito al lento progresso della Russia sul campo di battaglia. Ma per settimane i resoconti open source hanno documentato segni di malcontento e morale basso tra le truppe di terra, e un funzionario ha ipotizzato che uno dei motivi per cui i generali russi hanno operato in posizioni operative avanzate ad alto rischio è uno sforzo per far sbandare le truppe.

Funzionari occidentali dicono almeno tre I generali russi sono stati uccisi dalle forze ucraine dall’inizio della guerra.

Il problema potrebbe estendersi anche alle unità aeree d’élite russe, ha affermato il funzionario.

READ  Roman Abramovich fa una dichiarazione sensazionale del Chelsea mentre suggerisce di allontanarsi dal club

“Hanno perso un mucchio di aerei”, ha detto questa persona. “Questo influisce davvero sul morale del pilota.”

L'agghiacciante avvertimento di Putin ai

Anche la Russia è indietro rispetto alla tempistica desiderata, ha affermato mercoledì l’alto funzionario militare della NATO. Putin sperava di espandere il controllo russo sull’Ucraina fino al confine con la Moldova, ha detto il funzionario, al fine di collegarsi con più truppe russe e tentare di circondare Kiev.

Ci sono truppe filo-russe di stanza in Transnistria – uno stato separatista in Moldova – che “sono in un certo senso preparate” a unirsi alla guerra, ha detto il funzionario. Ma non l’hanno ancora fatto perché le forze regolari russe non hanno ancora compiuto progressi sostanziali verso ovest, ha affermato.

Nonostante tutte le perdite, l’alto funzionario dell’intelligence della NATO ha affermato che l’alleanza ritiene che Putin sia ancora “improbabile che sia ancora determinato e potrebbe invece intensificarsi. Probabilmente rimane fiducioso che la Russia possa sconfiggere militarmente l’Ucraina”.

Barbara Starr della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *