Le bizzarre nuove cuffie Dyson hanno un purificatore d’aria integrato

Dyson entra nelle cuffie nel modo più Dyson possibile: le Zone, un paio di cuffie Bluetooth con cancellazione del rumore con tecnologia di purificazione dell’aria integrata, grazie a una visiera magnetica dall’aspetto bizzarro. È il prodotto più strano e ambizioso che l’azienda abbia mai realizzato.

L’annuncio di oggi è solo una rivelazione iniziale delle cuffie Zone prima di una data di rilascio autunnale e Dyson non annuncia dettagli specifici come prezzo o specifiche (incluso quanto pesano le cuffie o quanto durerà la batteria) in questo momento.

L’obiettivo della Zona è rendere più confortevole la vita negli spazi urbani cercando di mitigare sia l’inquinamento atmosferico che acustico.

La metà della purificazione dell’aria della Zona non reinventa la ruota per Dyson. Invece, miniaturizza la tecnologia di filtraggio dell’aria esistente dell’azienda in un fattore di forma unico. La zona aspira l’aria attraverso ciascun auricolare utilizzando un paio di minuscoli compressori. L’aria viene quindi filtrata e convogliata attraverso la “visiera” (dall’aspetto leggermente bizzarro) per consentire all’utente di inspirare, senza la maggior parte delle particelle e degli inquinanti.

Nonostante l’aspetto, la visiera non entra in contatto con il tuo viso come farebbe una maschera. Invece, si trova davanti al tuo viso, creando uno spazio in cui una bolla di aria pulita può raccogliersi ed essere respirata. (L’azienda ha mostrato un allegato separato che potrebbe essere agganciato nei casi in cui potrebbe essere necessaria anche una maschera facciale a pieno contatto adeguata.)

La zona Dyson sulla piattaforma di test dell’azienda, Frank.
Immagine: Dyson

La visiera si aggancia a scatto tramite una serie di magneti, consentendone la rimozione se si desidera utilizzare solo le cuffie come cuffie. Ha anche cerniere che lo ribaltano in modo da poter parlare con le persone normalmente senza dover togliere l’intero apparato. Il sistema di filtraggio della zona offre anche più impostazioni per diversi livelli di sforzo. Ad esempio, se stai correndo su una rampa di scale o stai cercando di prendere un autobus, respirerai più pesantemente (e avrai bisogno di più aria) che se stai facendo una piacevole passeggiata. C’è anche un’impostazione automatizzata che utilizza accelerometri per regolare automaticamente il flusso d’aria.

Dyson afferma che la zona può filtrare fino al 99% dell’inquinamento da particelle, sebbene i filtri non siano riutilizzabili e dovranno essere sostituiti dopo circa un anno. (L’azienda afferma che la quantità esatta di tempo dipenderà dalla quantità di inquinamento atmosferico che si incontra e da quanto attivamente si utilizzano le cuffie.)

La parte delle cuffie è un po’ più tradizionale, nonostante sia una nuova categoria di prodotti per Dyson. L’azienda afferma che il suo obiettivo con la Zona era quello di creare riproduzioni “fedeli” delle tracce originali di un musicista. La cancellazione del rumore è fornita attraverso un mix di cancellazione passiva dal design generale e cancellazione attiva del rumore attraverso una serie di microfoni.

Ci sono tre diverse modalità per la cancellazione del rumore sulla Zona. La modalità di isolamento ha ANC attivo quando la visiera è sollevata. Abbassando la visiera si passa automaticamente alla modalità conversazione, che disabilita l’ANC in modo da poter sentire la persona con cui stai parlando. C’è anche una modalità di trasparenza, che filtra i suoni importanti come clacson e sirene. La ricarica avviene tramite USB-C e le cuffie si collegano a un’app Dyson Link, che può fornire informazioni più dettagliate sulla qualità dell’aria intorno a te.

Sono stato in grado di provare un prototipo della Zona poche settimane fa e sembra sicuramente fare ciò che afferma l’azienda. Potevo sentire i getti d’aria pompati davanti alla mia faccia, anche se ero al chiuso, quindi era difficile dire quanto fosse più pulito.

Anche ANC ha funzionato bene (ma, ancora una volta, una camera d’albergo tranquilla non è il miglior scenario di prova) e la qualità audio per la musica era buona senza bassi particolarmente drammatici (che, probabilmente, era l’obiettivo dell’azienda).

D’altro canto, lo sono anche le cuffie Zone molto grande e notevolmente pesante. Dyson ha fatto un lavoro ammirevole nel racchiudere tutta questa tecnologia in un paio di cuffie, ma sono ancora relativamente più grandi e ingombranti di, diciamo, un paio di cuffie Sony WH-1000XM4. Inoltre, il ronzio dei compressori era ancora leggermente udibile quando i motori funzionavano a velocità più elevate e non stavo ascoltando musica per soffocarlo, nonostante la cancellazione del rumore.

The Zone è sicuramente uno dei prodotti più esclusivi di Dyson (o probabilmente di qualsiasi azienda) che vedremo quest’anno. Ci sono ancora molti dettagli cruciali che non conosciamo, inclusi prezzo e durata della batteria. E mentre l’uso della maschera è stato notevolmente normalizzato negli ultimi due anni, dovremo vedere se i clienti saranno disposti ad abbracciare questo prodotto dall’aspetto estremamente strano.

READ  La Russia invade l'Ucraina e le notizie di Vladimir Putin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *