Le esplosioni danneggiano due torri radio nella regione separatista della Moldova Transnistria

Una veduta del consiglio comunale di Tiraspol, capitale della Transnistria, Moldavia, il 25 novembre 2021. (Alexander Hassenstein / UEFA / Getty Images)

L’autoproclamata repubblica della Transnistria – che ha una propria costituzione, esercito, valuta e bandiera ma non è mai stata riconosciuta dalla comunità internazionale – potrebbe essere trascinata nella guerra della Russia in Ucraina.

Un alto generale russo ha affermato la scorsa settimana che l’esercito mira al “pieno controllo” sulla regione orientale del Donbas e all’Ucraina meridionale – e a accedere alla Transnistria, il territorio separatista nel vicino paese della Moldova.

TASS ha citato il comandante ad interim del distretto militare centrale russo il Mag. gen. Rustam Minnekaev ha affermato che l’obiettivo era creare un corridoio terrestre tra Donbas e Crimea, che Russia annessa nel 2014.

Lunedì ci sono state esplosioni a Tiraspol, la capitale della Transnistria, che è il ministero della Difesa ucraino chiamata “provocazione pianificata” dai servizi segreti russi.

Ecco cosa devi sapere sulla Transnistria e perché è importante per la Russia.

Uno staterello separatista: La Transnistria è uno stretto lembo di terra di circa 1.350 miglia quadrate, stretto tra l’Ucraina e il resto della Moldova, solo un po’ più grande del Rhode Island, lo stato più piccolo degli Stati Uniti.

Ospita circa mezzo milione di persone, la maggior parte delle quali di lingua russa.

Un po’ di storia: La Transnistria ha dichiarato l’indipendenza dall’ex repubblica sovietica di Moldova dopo una guerra di due anni (1990-1992) scoppiata durante il crollo dell’Unione Sovietica.

I russi sono tornati in Transnistria ma non l’hanno mai riconosciuta come uno stato indipendente. Il conflitto tra il governo moldavo ei separatisti si è concluso con un cessate il fuoco nel 1992, ma da allora circa 1.500 soldati russi sono rimasti in Transnistria.

READ  Gli archivi hanno chiesto i documenti dopo che l'avvocato di Trump ha accettato che dovrebbero essere restituiti, dice l'e-mail

La Russia guarda la Transnistria: La dichiarazione del Magg. gen. Minnekaev, delineando la strategia russa per la “seconda fase” della guerra, ha suscitato immediato allarme da parte delle autorità moldave, che hanno convocato l’ambasciatore russo.

Le dichiarazioni sulla Transnistria sono “infondate e contraddicono la posizione della Federazione Russa che sostiene la sovranità e l’integrità territoriale della Repubblica di Moldova, entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti”, ha affermato il Ministero degli Affari Esteri e dell’Integrazione Europea moldavo.

Ha aggiunto che durante l’incontro con l’ambasciatore russo, i funzionari moldavi hanno ribadito che il Paese è uno “Stato neutrale e questo principio deve essere rispettato da tutti gli attori internazionali, inclusa la Federazione Russa”.

Ruolo nella guerra: Alcuni analisti militari sospettano che la Russia intenda appoggiarsi alla Transnistria per il supporto logistico e, per sfruttare la sua posizione strategica, stabilire un corridoio terrestre lungo il Mar Nero per catturare la città portuale di Odesa.

Guarda di più qui:

Cos'è la Transnistria?  - Video della CNN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *