Le immagini satellitari israeliane mostrano un rapido accumulo militare russo in Crimea

Nuove immagini satellitari pubblicate sabato mostrano che la Russia ha ammassato truppe nella penisola di Crimea annessa negli ultimi giorni.

La società di intelligence privata israeliana ImageSat International (ISI) ha affermato che alcuni dei veicoli militari – inclusi carri armati, veicoli corazzati per il trasporto di personale e lanciarazzi – sono stati visti fuori dai luoghi di sosta, “forse preparandosi presto per il movimento”.

L’accumulo in Crimea si è verificato negli ultimi quattro giorni, secondo l’Isi.

Le immagini del 15 febbraio mostrano l’area vicino alla città di Novoozerne completamente vuota.

L’ISI ha affermato che il rafforzamento delle forze nell’area avrebbe consentito alla Russia di invadere l’Ucraina meridionale.

Gli Stati Uniti, che stimano che la Russia abbia piazzato più di 150.000 soldati vicino ai confini dell’Ucraina, hanno osservato movimenti significativi da mercoledì, ha affermato un funzionario della difesa statunitense, insistendo sull’anonimato.

Una foto satellitare fornita da ImageSat International (ISI) mostra un edificio militare russo nell’annessa penisola di Crimea, il 19 febbraio 2022. (Per gentile concessione dell’ISI)

“Il quaranta per cento al cinquanta per cento è in una posizione di attacco. Si sono svolti in un’assemblea tattica nelle ultime 48 ore “, ha detto il funzionario ai giornalisti.

I punti di raccolta tattici sono aree vicino al confine in cui vengono installate le unità militari prima di un attacco.

Il funzionario ha detto che Mosca aveva ammassato 125 gruppi tattici di battaglione vicino al confine con l’Ucraina, rispetto ai 60 in tempi normali e dagli 80 all’inizio di febbraio.

READ  Ralph Emery, la famosa emittente di musica popolare, è morto all'età di 88 anni

I russi non hanno mai fornito una cifra per lo spiegamento lungo il confine con l’Ucraina, né quanti stanno prendendo parte alle esercitazioni in corso con la vicina Bielorussia.

Una foto satellitare fornita da ImageSat International (ISI) mostra un edificio militare russo nell’annessa penisola di Crimea, il 19 febbraio 2022. (Per gentile concessione dell’ISI)

Sabato i leader separatisti nell’Ucraina orientale hanno ordinato una mobilitazione militare completa, mentre i leader occidentali hanno avvertito sempre più atrocemente che un’invasione russa del suo vicino sembrava imminente.

Parlando alla TV israeliana, Denis Pushilin, il capo del governo separatista filo-russo nella regione ucraina di Donetsk, ha detto che avrebbe chiesto l’aiuto della Russia se la situazione dovesse degenerare.

“È molto probabile che l’Ucraina intenda avviare uno scontro militare e passare all’offensiva”, ha detto Pushilin all’emittente pubblica Kan.

“La palla è nel campo dell’Ucraina e non escludiamo che in determinate circostanze, se i civili vengono uccisi, dovremo cercare l’aiuto della Russia”, ha aggiunto.

L’esercito ucraino ha detto che due dei suoi soldati sono morti sabato per aver sparato dalla parte dei ribelli.

Sabato mattina, i separatisti nelle regioni di Luhansk e Donetsk, che formano il cuore industriale dell’Ucraina noto come Donbas, hanno affermato che migliaia di residenti delle aree controllate dai ribelli erano stati evacuati in Russia.

Apprezzi The Times of Israel?

Se è così, abbiamo una richiesta.

Ogni giorno, i nostri giornalisti mirano a tenerti aggiornato sugli sviluppi più importanti che meritano la tua attenzione. Milioni di persone si affidano a ToI per una copertura veloce, equa e gratuita di Israele e del mondo ebraico.

Ci preoccupiamo per Israele – e sappiamo che lo fai anche tu. Quindi oggi abbiamo una domanda: mostra il tuo apprezzamento per il nostro lavoro aderendo alla comunità The Times of Israelun gruppo esclusivo per lettori come te che apprezzano e sostengono finanziariamente il nostro lavoro.

READ  Alcuni dei record della Casa Bianca di Trump che sono stati consegnati alla giuria il 6 gennaio sono stati demoliti

Sì, darò

Sì, darò

sei già un membro? Accedi per non visualizzare più questo messaggio

Sei un lettore devoto

Ecco perché abbiamo avviato il Times of Israel dieci anni fa, per fornire ai lettori più esigenti come te una copertura imperdibile di Israele e del mondo ebraico.

Quindi ora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non abbiamo installato un paywall. Ma poiché il giornalismo che facciamo è costoso, invitiamo i lettori per i quali The Times of Israel è diventato importante a sostenere il nostro lavoro unendosi a La comunità dei tempi di Israele.

Per un minimo di $ 6 al mese puoi aiutare a sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel SENZA PUBBLICITÀoltre ad accedere contenuto esclusivo disponibile solo per i membri della comunità di Times of Israel.

Grazie,
David Horovitz, editore fondatore di The Times of Israel

Unisciti alla nostra comunità

Unisciti alla nostra comunità

sei già un membro? Accedi per non visualizzare più questo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *