L’Ucraina interrompe alcuni flussi di gas russi, afferma guadagni sul campo di battaglia

  • L’Ucraina reindirizza il gas russo verso l’Europa
  • La controffensiva ucraina potrebbe cambiare lo slancio della guerra
  • Forze ucraine che cercano di tagliare le linee di rifornimento russe
  • Stati Uniti preoccupati per il futuro corso della guerra

KHARKIV, Ucraina, 11 maggio (Reuters) – I flussi di gas russo verso l’Europa attraverso un punto di transito chiave in Ucraina si sono esauriti mercoledì, mentre Kiev ha rivendicato i guadagni sul campo di battaglia per l’invasione delle forze russe, inclusa la riconquista di quattro villaggi intorno alla seconda città di Kharkiv .

L’Ucraina è rimasta una delle principali rotte per il gas russo verso l’Europa anche dopo che il presidente Vladimir Putin ha ordinato quella che ha definito una “operazione militare speciale” lo scorso febbraio. 24.

Le crescenti sanzioni occidentali stanno cercando di vietare o eliminare gradualmente l’uso dell’energia russa, una delle principali fonti di fondi per lo sforzo bellico di Putin e una vulnerabilità per l’Europa, in particolare la Germania.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Incolpando l’interferenza delle forze di occupazione russe per la sospensione, l’operatore del gas ucraino ha detto martedì che avrebbe reindirizzato il gas dal punto di transito di Sokhranivka, che si trova in un’area occupata dalle forze russe, a un altro in un’area controllata dall’Ucraina. leggi di più

I primi dati di mercoledì dell’operatore di rete hanno mostrato zero nomination per il gas russo attraverso il punto di transito. leggi di più

Da quando la Russia è stata costretta ad abbandonare un assalto alla capitale Kiev alla fine di marzo, la sua forza principale ha cercato di accerchiare le truppe ucraine nella regione orientale del Donbas, usando come base la città di Izyum vicino a Kharkiv, nel nord-est.

READ  Le inondazioni di Sydney gravano su 50.000 persone intorno alla città più grande dell'Australia

Le truppe ucraine hanno per lo più resistito agli assalti da tre direzioni e gli alti funzionari dell’intelligence statunitense affermano che la guerra è ora in una situazione di stallo.

Putin sembrava prepararsi a un lungo conflitto e una vittoria russa nella regione del Donbas potrebbe non mettere fine alla guerra, ha detto martedì a Washington il direttore dell’intelligence nazionale statunitense Avril Haines. leggi di più

Ma il contrattacco vicino a Kharkiv potrebbe segnare una nuova fase, con l’Ucraina che passa all’offensiva e le linee di rifornimento in Russia ora potenzialmente vulnerabili.

Il presidente Volodymyr Zelenskiy ha affermato che i successi ucraini stanno gradualmente spingendo le forze russe fuori da Kharkiv, che è stata bombardata dall’inizio della guerra.

“Ma voglio anche esortare tutta la nostra gente … a non diffondere emozioni eccessive. Non dovremmo creare un’atmosfera di eccessiva pressione morale, in cui le vittorie sono previste settimanalmente e persino quotidianamente”, ha detto Zelenskiy in un discorso video.

RACCOLTA DI CORPI

Secondo i testimoni della Reuters, nei villaggi di Staryi Saltiv e Vilkhivka vicino a Kharkiv, i militari ucraini hanno raccolto i corpi dei soldati russi uccisi nei combattimenti.

Le forze russe stavano cercando di impedire alle truppe ucraine di spostarsi ulteriormente verso il confine nella regione di Kharkiv e stavano cercando di conquistare completamente la città di Rubizhne, ha detto lo stato maggiore ucraino all’inizio di mercoledì.

Le guardie di frontiera ucraine hanno riferito che le forze russe stavano bombardando le regioni di Sumy e Chernihiv vicino al confine.

“Gli aerei nemici hanno lanciato due volte missili non guidati sulle aree di confine di Sumy. Ci sono stati anche due casi di colpi di mortaio nella regione di Chernihiv”, hanno detto sul loro canale Telegram.

READ  Classifica del campionato BMW 2022, voti: Patrick Cantlay difende con successo il titolo a Wilmington

Nel sud, le forze armate ucraine hanno dichiarato di aver colpito nove obiettivi nemici, con perdite di 79 militari e 12 pezzi di equipaggiamento, inclusi veicoli corazzati e obici.

Il fuoco russo si è concentrato nella regione di Mykolaiv, dove sono state danneggiate case private, fattorie e linee elettriche in una città.

Le forze russe hanno continuato a prendere a pugni le acciaierie Azovstal nel porto meridionale di Mariupol con artiglieria, carri armati e aerei da bombardamento, ha detto lo stato maggiore ucraino, cercando di catturare l’ultimo bastione della resistenza ucraina nella città in rovina.

L’Ucraina afferma che decine di migliaia di persone sono state uccise nella città in due mesi di assedio russo.

La Russia stava cercando di rafforzare le truppe esposte sull’isola di Zmiinyi, conosciuta anche come l’isola dei serpenti, che divenne famosa per la sboccata sfida delle guardie di frontiera ucraine all’inizio dell’invasione.

“Se la Russia consolida la sua posizione sull’isola di Zmiinyi con missili da crociera per la difesa aerea strategica e la difesa costiera, potrebbe dominare il Mar Nero nordoccidentale”, ha affermato il ministero della Difesa britannico in un regolare bollettino.

Le navi di rifornimento russe hanno una protezione minima nel Mar Nero occidentale, in seguito alla ritirata della marina russa in Crimea dopo la perdita dell’ammiraglia Moskva, ha affermato.

La Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente i rapporti sui combattimenti.

Il numero di ucraini che sono fuggiti dal loro paese si avvicina ai 6 milioni, secondo le Nazioni Unite, che affermano che la crisi dei rifugiati è la più rapida crescita dalla seconda guerra mondiale.

READ  Incidente di Chicago: l'auto sbatte contro il patio del ristorante Near North Side Uproar, porta, 6 commensali feriti, dice la polizia

La Russia nega di prendere di mira i civili e respinge le accuse ucraine e occidentali di crimini di guerra.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi Tom Balmforth a Kiev; Scritto da Rami Ayyub e Lincoln Feast; Montaggio di Stephen Coates, Robert Birsel

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *