L’UE discute le sanzioni energetiche, l’Italia sequestra la villa del pilota russo di F1

Marina Ovsyannikova, la giornalista russa che è corsa sul set di un telegiornale serale della televisione di stato russa con in mano un poster denunciando la guerraè entrato a far parte del quotidiano tedesco Die Welt come corrispondente freelance.

Axel Springer SE, il conglomerato tedesco proprietario di Die Welt, ha dichiarato lunedì che la sig. Ovsyannikova avrebbe riferito per il marchio dei media, anche da Ucraina e Russia, scrivendo per il giornale e contribuendo alla copertura televisiva.

SM. Ovsyannikova ha confermato lunedì che avrebbe lavorato per Die Welt da Mosca, ma non avrebbe accettato il pagamento dal punto vendita per il suo lavoro per evitare di essere etichettata come “agente straniero” dalle autorità russe.

“Purtroppo, ho partecipato alla creazione della propaganda del Cremlino per così tanti anni che ora voglio fare ogni sforzo per romperla. E fermare la guerra”, ha detto in un’intervista. “Quando le persone muoiono, il denaro non è assolutamente importante; gli aspetti morali diventano più importanti”.

Il mese scorso la sig. Ovsyannikova è corsa sul set di un telegiornale serale sul canale 1 della televisione di stato russa con in mano un poster con la scritta: “Niente guerra. Fermate la guerra. Non credere alla propaganda. Ti mentono qui. Russi contro la guerra”. Ha aggiunto: “Ferma la guerra, no alla guerra” prima che la telecamera si interrompesse.

Successivamente è stata consegnata alla polizia. SM. Ovsyannikova è stata rilasciata dalla detenzione e multato di circa $ 280 da un tribunale di Mosca per un video che ha rilasciato spiegando le sue azioni.

READ  Il rapporto sui lavori mostra un guadagno di 428.000 lavori: aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *