Morti di Sandals Bahamas: 3 americani trovati morti in un resort il mese scorso sono morti a causa di avvelenamento da monossido di carbonio, afferma la polizia

“A questo punto delle indagini, possiamo confermare ufficialmente che tutte e tre le vittime sono morte per asfissia a causa di avvelenamento da monossido di carbonio”, ha annunciato la Royal Bahamas Police Force in un comunicato stampa. “La questione rimane oggetto di indagine attiva”.

Nessun segno di trauma è stato trovato sui corpi, ha detto in precedenza la polizia alla CNN, e il primo ministro ad interim delle Bahamas Chester Cooper aveva affermato che non si sospettava un gioco scorretto. La polizia non avrebbe commentato oltre alla causa della morte di tutti e tre i cittadini statunitensi nell’ultimo comunicato stampa.

Gli americani – Michael Phillips, 68 anni, e sua moglie, Robbie Phillips, 65 anni, del Tennessee, e Vincent Paul Chiarella, 64 anni, della Florida – sono morti nel corso di una sera. La moglie di Chiarella, Donnis, 65 anni, è stata trasportata in aereo nella capitale della nazione, Nassau, per ulteriori cure prima di essere trasferita in Florida.

Le due coppie avevano riferito di sentirsi male la notte prima e di essere state viste dal personale medico, ha detto a maggio il commissario di polizia delle Bahamas Paul Rolle, e avevano mangiato in luoghi diversi.

Il personale ha scoperto le coppie in ville separate la mattina seguente e ha allertato la polizia.

Sandals Resorts ha dichiarato in una dichiarazione alla CNN dell’epoca: “Niente è più importante per Sandals Resorts della sicurezza dei nostri ospiti” e ha espresso “profonda tristezza” confermando le morti.

READ  Un uomo della Georgia uccide la figlia, poi se stesso, dopo aver sparato a morte alla madre del bambino e aver ferito la nonna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *