Musk prende il 9% del capitale di Twitter per diventare il principale azionista, inizia il sondaggio sul pulsante di modifica

  • Partecipazione del valore di circa $ 3 miliardi
  • Le azioni di Twitter salgono del 27% per chiudere a $ 49,97
  • Forte risposta al sondaggio di Musk sul pulsante di modifica

4 aprile (Reuters) – Tesla Inc (TSLA.O) lunedì il capo Elon Musk ha rivelato una partecipazione del 9,2% in Twitter Inc (TWTR.N)del valore di quasi 3 miliardi di dollari, che lo rende il maggiore azionista del sito di microblogging e provoca un aumento di oltre il 27% delle azioni della società.

La mossa di Musk, rivelata in un deposito normativo, arriva sulla scia del suo tweet secondo cui stava “pensando seriamente” alla costruzione di una nuova piattaforma di social media, mettendo in dubbio l’impegno di Twitter per la libertà di parola.

Ha anche iniziato a sondaggio chiedendo agli utenti di Twitter se vogliono un pulsante di modifica, una funzionalità tanto attesa su cui sta lavorando la piattaforma dei social media. È stato seguito dall’amministratore delegato Parag Agrawal che ha esortato gli utenti a “votare con attenzione”.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

In meno di tre ore dall’inizio del sondaggio, più di 1,2 milioni di utenti hanno votato, di cui oltre il 75% ha sostenuto un’opzione di modifica.

La scorsa settimana, in un altro sondaggio, Musk aveva chiesto se l’alogrithm di Twitter dovesse essere open source. Più dell’82% degli utenti ha detto di sì, mentre l’ex CEO Jack Dorsey ha affermato che “la scelta di quale algoritmo utilizzare (o meno) dovrebbe essere aperta a tutti”.

Un prolifico utente di Twitter, Musk ha oltre 80 milioni di follower da quando si è unito al sito nel 2009 e ha utilizzato la piattaforma per fare diversi annunci, tra cui prendere in giro un accordo privato per Tesla che lo ha messo in acqua calda con le autorità di regolamentazione.

READ  I vichinghi dovrebbero assumere Rams OC Kevin O'Connell come capo allenatore

Di recente, tuttavia, la persona più ricca del mondo è stata critica nei confronti della piattaforma dei social media e delle sue politiche, e di recente ha condotto un sondaggio su Twitter chiedendo agli utenti se ritenessero che la piattaforma aderisca al principio della libertà di parola, a cui oltre il 70% ha votato “no . ” Per saperne di più

A dicembre, Musk ha pubblicato un meme che confrontava il CEO Agrawal con il dittatore sovietico Joseph Stalin e mostrava Jack Dorsey come uno stretto collaboratore che fu poi giustiziato.

Gli ultimi risultati trimestrali di Twitter e le aggiunte di utenti inferiori al previsto hanno sollevato dubbi sulle sue prospettive di crescita, anche se persegue grandi progetti come chat room audio e newsletter per porre fine alla stagnazione di lunga data.

“Manda un messaggio a Twitter… avere una partecipazione significativa nella società li terrà all’erta, perché quella partecipazione passiva potrebbe diventare molto rapidamente una partecipazione attiva”, ha affermato Thomas Hayes, membro amministratore di Great Hill Capital LLC.

Musk – che secondo Forbes ha un patrimonio netto di circa 300 miliardi di dollari – ha ridotto la sua partecipazione in Tesla da novembre, quando ha detto che avrebbe scaricato il 10% della sua partecipazione nel produttore di auto elettriche. Da allora ha già venduto azioni per un valore di 16,4 miliardi di dollari.

READ  La Casa Bianca afferma che l'Iran ha inviato personale in Crimea per addestrare i russi all'uso dei droni

Un deposito normativo lunedì ha mostrato che Musk possiede 73,5 milioni di azioni Twitter, che sono detenute dall’Elon Musk Revocable Trust, di cui è l’unico amministratore fiduciario. Vanguard è il secondo maggiore azionista di Twitter, con una quota dell’8,79%, secondo i dati Refinitiv.

Le azioni di Twitter sono aumentate del 27,1% lunedì per chiudere a $ 49,97. Il titolo, che era sceso del 38% negli ultimi 12 mesi fino alla chiusura di venerdì, lunedì ha aggiunto ben 8,38 miliardi di dollari alla sua capitalizzazione di mercato, che ora si attesta a 39,3 miliardi di dollari.

ACQUISTA?

“L’investimento effettivo di Musk è una percentuale molto piccola della sua ricchezza e un acquisto totale non dovrebbe essere escluso”, ha scritto l’analista di CFRA Research Angelo Zino in una nota del cliente.

È più probabile che la partecipazione in Twitter porti a risultati positivi per gli azionisti rispetto a quelli negativi, ha affermato Ryan Jacob, amministratore delegato di Jacob Asset Management, che ha affermato che Twitter è una delle più grandi partecipazioni del fondo.

“Se (Musk) decide di assumere una posizione attiva e Twitter diventa privato, probabilmente avrà un prezzo più alto di quello attuale”, ha affermato. “Se suscita l’interesse di altre società (ad acquisire Twitter), probabilmente avrà un prezzo più alto rispetto a adesso”.

Musk ha precedentemente effettuato investimenti nella fase iniziale in aziende, tra cui il processore di pagamenti online Stripe Inc e la società di intelligenza artificiale Vicarious.

È anche il fondatore e amministratore delegato di SpaceX e guida la startup di chip cerebrali Neuralink e la società di infrastrutture The Boring Company.

READ  Dancing Musk consegna ai piloti le prime Tesla della nuova gigafactory tedesca

Twitter è stato l’obiettivo dell’investitore attivista Elliott Management Corp nel 2020, quando l’hedge fund ha affermato che l’allora capo e co-fondatore della società di social networking, Jack Dorsey, stava prestando poca attenzione a Twitter mentre gestiva anche quella che allora era chiamata Square Inc. (SQ.N).

Dorsey, che possiede una partecipazione di oltre il 2% in Twitter, si è dimesso da CEO e presidente nel novembre dello scorso anno, consegnando le redini al veterano dell’azienda Parag Agrawal.

Nel frattempo, Musk e Dorsey hanno trovato un terreno comune nel respingere il cosiddetto Web3, un termine vago per una versione utopica di Internet che è decentralizzata. Per saperne di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazioni di Nivedita Balu, Eva Mathews, Akash Sriram, Praveen Paramasivam e Maria Ponnezhath a Bengaluru; Rapporti aggiuntivi di Sheila Dang a Dallas e Hyun Joo Jin a San Francisco; Montaggio di Anil D’Silva, Matthew Lewis, Rashmi Aich e Arun Koyyur

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *