Nets, Kyrie Irving in un vicolo cieco; ultime su Miles Bridges; Note sul Draft NBA

Con il NBA A tre giorni dal draft e al libero arbitrio dietro l’angolo, le conversazioni commerciali, gli acquisti e gli inseguimenti per tutte le 30 squadre sono iniziati sul serio. In tutto il campionato, i principali free agent – e potenziali free agent – vengono monitorati: Chicago‘S Zach La Vine, Washington‘S Bradley Beal, Filadelfia‘S James Harden, Fenice‘S Deandre Ayton, Carlotta‘S Miglia ponti, DallasJalen Brunson, Portland‘S Anfernee Simons e altro ancora.

Ma una delle situazioni free agency più attese riguarda quella di Brooklyn Kyrie Irving, che ha una scadenza del 29 giugno per la sua opzione giocatore da $ 36,9 milioni per la stagione 2022-23. Tuttavia, più fonti dicono L’Atletico che le conversazioni sul futuro di Irving sono rimaste stagnanti tra lui e il Reti. Attualmente esiste un’impasse tra le parti che apre la strada al sette volte All-Star per considerare il mercato aperto, hanno affermato quelle fonti.

Irving si unì ai Nets insieme Kevin Durant nell’estate del 2019, anche se Durant ha saltato la loro prima stagione insieme quando si è ripreso da uno strappo al tendine d’Achille. Irving è entrato a far parte della squadra All-Star nel 2020-21 e ha contribuito a guidare la franchigia alle semifinali della Eastern Conference insieme a Durant e James Harden prima di subire un infortunio alla caviglia in Gara 4 contro il Dollari. Dopo la scorsa stagione, in cui ha giocato solo 29 partite e ha saltato la maggior parte delle partite casalinghe della stagione a causa della sua decisione di non rispettare il mandato di vaccinazione di New York City, Irving ha chiarito che intendeva tornare ai Nets in estate e continuare costruire con Durant e il nuovo arrivato Ben Simmons. Ha segnato una media di 27,2 punti, 6,1 assist e 3,9 rimbalzi a partita e ha realizzato il 40,4% dei suoi tentativi da 3 punti in tre stagioni con il Brooklyn, ma è apparso in 103 delle 216 partite di stagione regolare.

“Non ho davvero intenzione di andare da nessuna parte”, ha detto Irving il 25 aprile dopo lo sweep di fine stagione dei Nets al Celtici nel primo turno dei playoff est.

Quasi due mesi dopo, sembra che entrambe le parti abbiano un lavoro serio da fare per trovare una soluzione che riporti Irving a Brooklyn e al suo co-protagonista in Durant, che è sotto contratto con i Nets per il 2025-26. Diverse squadre in tutta la lega hanno tenuto sotto controllo la situazione, interrogandosi sul futuro di Irving e Brooklyn.

Il Lakers, Knicks e Clipper ci si aspetta che siano tra i corteggiatori interessati se Irving si dirige altrove, dicono più fonti L’Atletico.

Per i Lakers, il probabile percorso per acquisire Irving e riunirlo LeBron James – sarebbe Irving optare per facilitare uno scambio, perché i Lakers non possono realisticamente liberare spazio per il cap per firmarlo da soli e un sign-and-trade attiverebbe l’hard cap, rendendo così l’acquisizione di Irving significativamente più difficile. Se Irving decidesse di aderire, il direttore generale dei Lakers Rob Pelinka dovrebbe soddisfare le regole di abbinamento degli stipendi del contratto collettivo di lavoro, il che significa che se i $ 36,6 milioni di Irving fossero l’unico stipendio in arrivo, i Lakers potrebbero inviare ovunque da $ 29,3 milioni a $ 45,8 milioni a i Nets e/o un terzo team in un negozio giuridico.

READ  Visa, Mastercard sospende le operazioni in Russia per l'invasione dell'Ucraina

Per i Knicks, il probabile percorso per acquisire Irving dipende dalle priorità dei Nets. New York è in linea con la linea del tetto salariale per il 2022-23, quindi potrebbe liberare spazio sufficiente per firmare un contratto massimo a Irving scaricando stipendi come Evan Fournier, Alec Burks, Nerlens Noel e Kemba Walker. Ma i Knicks potrebbero anche offrire alcuni o tutti quei giocatori ai Nets oa una terza squadra in un possibile sign-and-trade.

Per i Clippers, il probabile percorso per ottenere Irving richiede che lui acconsenta, perché sono significativamente al di sopra della soglia delle tasse di lusso e dell’hard cap per il 2022-23. Per soddisfare lo stipendio corrispondente, i Clippers dovrebbero inviare tra $ 29,3 milioni e $ 45,8 milioni ai Nets e / o a una terza squadra se Irving è l’unico stipendio diretto verso di loro. Lo scenario dei Clippers è meno complicato di quello dei Lakers, poiché i Clippers hanno una serie di giocatori che guadagnano da $ 11 milioni a $ 17 milioni con cui lavorare. Ad esempio, due o tre di Norman PowellMarco Morris, Luca Kennard e Reggie Jackson uscire soddisfa le regole commerciali della CBA e hanno anche una collezione di giovani giocatori come Terance Mann o Brandon Boston che potrebbe aiutare ad addolcire l’affare.

Una potenziale partenza di Irving sarebbe incredibilmente dannosa per i Nets a causa della loro limitata capacità di sostituirlo e della sua fascia di stipendio se Irving firmasse altrove come free agent. Un percorso più probabile per qualsiasi partenza sarebbe tramite sign-and-trade. Brooklyn deve $ 111 milioni a sei giocatori nel 2022-23, escluso Irving, quindi anche riempire il roster con stipendi minimi metterebbe i Nets oltre il tetto salariale previsto per la prossima stagione di $ 122 milioni. Se Irving scappa, il percorso più forte di Brooklyn per aggiungere talenti sarebbe l’intera eccezione di livello medio da $ 10,3 milioni. Irving può anche beneficiare di un nuovo accordo esercitando la sua opzione giocatore e prolungando il suo contratto da lì, che potrebbe fargli guadagnare uno stipendio iniziale di $ 45,2 milioni per il 2023-24.

READ  Johnny Mitchell afferma di seguire Neil Young rimuovendo la sua musica da Spotify a causa della disinformazione sul vaccino

“Stiamo cercando ragazzi che vogliono far parte di qualcosa di più grande di loro, giocare a basket di squadra ed essere disponibili”, ha detto il GM Sean Marks a maggio. “Questo vale non solo per Kyrie, ma per tutti qui.”

Per i Nets, il destino della free agency di Irving è da tenere d’occhio mentre il Draft NBA e la free agency si avvicinano.

Altre notizie e note sull’NBA

Atlanta Hawks

Guardia free agent di Hawks Lou Williams intende continuare la sua carriera da giocatore, dice il suo agente Wallace Prather. “(Williams) non sta perseguendo il pensionamento e sarò proattivo nel parlare con i team durante il free agency”, ha detto Prather. Williams, un veterano di 17 anni, ha segnato una media di 6,3 punti e 14,3 minuti a partita in 56 gare la scorsa stagione.

Charlotte Hornets

I dirigenti rivali si aspettano che gli Hornets abbiano limitato l’agente libero Miles Bridges a ottenere un accordo massimo – o quasi-max – a luglio, e fonti hanno affermato che c’è esitazione da parte di Charlotte nell’eguagliare un foglio max. Bridges ha avuto una stagione di successo nel 2021-22, con una media di 20,2 punti, sette rimbalzi e 3,8 assist a partita. In un campionato che ha visto ali come Stato d’oro‘S Andrea Wiggins e quello di Boston Jayson Tatum e Jaylen Brown hanno un impatto rivoluzionario sulla corsa alle finali NBA, l’abilità bidirezionale di Bridges sulla fascia è diventata incredibilmente apprezzata per vincere.

Cleveland Cavaliers

Libero agente limitato di Cavaliers Collin Sexton è stato autorizzato per le attività di basket complete, hanno detto le fonti. Sexton ha subito un intervento chirurgico a novembre per riparare un menisco lacerato e si è completamente ripreso alla vigilia dell’ingresso nel libero arbitrio. I dirigenti rivali ritengono che il mercato di Sexton potrebbe raggiungere la fascia di $ 20 milioni all’anno.

Indiana Pacers

I Pacers stanno seriamente discutendo di scambi incentrati Malcom Brogdon e Myles Turner, hanno detto le fonti. I Wizards e i Knicks sono interessati a Brogdon, armato dei nn. 10 e 11 scelgono rispettivamente, hanno detto le fonti. Gli Hornets hanno espresso interesse per Turner, hanno detto quelle fonti. Eppure, Indiana, che ha il n. 6 scelta nel draft, potrebbe scegliere di continuare a riorganizzare il suo nucleo veterano piuttosto che ricostruire interamente attorno ai giovani giocatori.

Timberwolf del Minnesota

I Timberwolves hanno discusso di accordi sui centri per veterani, incluso quello di Atlanta Clint Capelahanno detto le fonti.

READ  Blog live offerte iPad Prime Day: i prezzi più convenienti sui tablet Apple

Sacramento Re

I Kings stanno diventando sempre più a loro agio nel drafting al n. 4 nella bozza di giovedì e hanno descritto un prezzo elevato per le squadre dietro di loro alla lotteria che stanno tentando di scambiare, hanno detto fonti. Il direttore generale di Sacramento Monte McNair ha avviato conversazioni sull’attaccante degli Hawks John Collins – tra una sfilza di altri attori affermati e produttivi nel mercato – ma non vi è stato alcun coinvolgimento del n. 4 scegliere nelle discussioni incentrate su Collins e McNair alla fine prenderà la decisione sulla scelta, secondo le fonti.

Utah Jazz

Fonti hanno detto che i Jazz stanno programmando i tempi del secondo colloquio con quasi tutti i loro 15 candidati come capo allenatore come passo successivo nel processo.

I 15 candidati head coaching sono: l’assistente dei Knicks Johnnie Bryant; l’attuale assistente Alex Jensen; l’attuale assistente Lamar Skeeter; Rapaci l’assistente Adrian Griffin; l’assistente dei Celtics Will Hardy; L’assistente di Bucks Charles Lee; Calore l’assistente Chris Quinn; l’assistente di Mavericks Sean Sweeney; Joe Mazzulla, assistente dei Celtics; pistoni l’assistente Jerome Allen; l’assistente dei 76ers Sam Cassell; L’assistente dei Suns Kevin Young; Jason Terry, allenatore della G League; l’ex allenatore dei Lakers Frank Vogel; e l’ex allenatore dei Trail Blazers Terry Stotts.

Bozza di note

Jabari Smith di Ub Auburn, che si è allenato e ha incontrato il Magia (n. 1) e Tuono (n. 2) durante il processo di predraft, è un blocco virtuale per andare tra i primi due nel draft. Rimane uno dei preferiti per andare al n. 1.

Shaedon Sharpe di Ent Kentucky è l’uomo misterioso del Draft NBA. Sharpe è un’alta lotteria prevista e fonti affermano che ha condotto forti allenamenti di gruppo come tre contro tre per mostrare le sue capacità alle squadre che non lo hanno visto giocare a basket organizzato negli ultimi anni o due. Invece di condurre allenamenti individuali, Sharpe ha cercato la competizione, lavorando per squadre tra le gamme di tiro dei n. 1-13.

G Michael Foster della G League Ignite finirà per allenarsi per 15 squadre, con la sua corporatura di 6 piedi-9 e la versatilità prevista al livello successivo, rendendolo un candidato per essere un dormiente. In 13 partite con l’Ignite la scorsa stagione, Foster ha segnato una media di 14,8 punti e un record di 8,7 rimbalzi a partita.

– L’AtleticoDanny Leroux ha contribuito all’analisi del limite in questo rapporto.

(Foto: Winslow Townson / USA Today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *