Nick Saban ammette di aver sbagliato a individuare Texas A&M e Jackson State

Getty Images

La proliferazione di denaro per nome, immagine e somiglianza sta causando il caos nel football universitario. Il che ha causato il caos tra l’allenatore dell’Alabama Nick Saban e un paio di suoi colleghi.

Il giorno dopo che Saban aveva individuato Texas A&M e Jackson State, suscitando forti reazioni da Jimbo Fisher e Deion Sandersrispettivamente, Saban ha affermato di aver sbagliato a individuarli suggerendo che avessero acquistato giocatori con denaro NIL.

“IO avrebbe dovuto essere più specifico quando ho detto “comprato” dicendo che ora puoi acquistare giocatori tramite nome, immagine e somiglianza e non ho mai menzionato una scuola specifica e ho solo detto “in tutto lo sport”, ha detto Saban. “Questo dipende da me. Ma a parte questo, non ho rimpianti per quello che ho detto mercoledì”.

Saban afferma che sta parlando apertamente perché non vuole adottare l’approccio se non riesci a batterli unisciti a loro.

“Non voglio seguire quella strada di fare offerte per i giocatori che hanno finito il liceo”, ha detto Saban. “Io non. Ma se esaminiamo questa classe di reclutamento quest’anno e perdiamo tutti i giocatori, perché stanno facendo centomila dollari andando da qualche altra parte, allora cosa puoi fare? ”

Ma se potesse farlo, non lo starebbe già facendo? L’idea che Saban si lamenti delle regole prima di sfruttarle continua a sembrare ingenua. Li sfrutterebbe, se potesse. Si lamenta perché non può.

“Questo non è sport professionistico”, ha detto Saban. “Voglio dire, abbiamo libero arbitrio e nessun tetto salariale. Questo è fondamentalmente quello che abbiamo, giusto? Non c’è campionato professionistico che abbia quella circostanza perché nessuno di loro è abbastanza stupido da averla, ed è quello che abbiamo”.

READ  Biden: l'invasione dell'Ucraina è ancora "distintamente possibile" nonostante le affermazioni russe | Ucraina

È quello che hai, Nick, perché è quello che ti meriti. Decenni di sfruttamento dei giocatori hanno portato il caos. Ora, tu e ogni altro allenatore dovete affrontarlo.

Se non ti piace, esci. Puoi farlo, grazie a tutti i soldi che hai fatto negli anni in cui i giocatori non ne hanno ottenuto nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *