SpaceX perde i satelliti Starlink a causa della tempesta spaziale geomagnetica

Un lotto di satelliti Starlink si schiera in orbita dopo un lancio il 19 novembre 13, 2021.

SpaceX

di Elon Musk SpaceX prevede di perdere quasi un intero lancio di satelliti Starlink dopo che una tempesta creata dal sole ha colpito l’atmosfera terrestre.

La società ha lanciato 49 satelliti Starlink con un razzo Falcon 9 il 12 febbraio. 3. La missione è riuscita a portare in orbita il lotto di satelliti, ma il giorno successivo il disastro ha colpito.

Una tempesta geomagnetica ha disturbato l’atmosfera terrestre. I satelliti Starlink erano in orbita bassa e la società ha affermato che “fino a 40 satelliti” andranno persi a causa della tempesta, bruciando nell’atmosfera terrestre.

Starlink è il piano dell’azienda per costruire una rete interconnessa con migliaia di satelliti per fornire Internet ad alta velocità ovunque sul pianeta. SpaceX ha lanciato circa 1.900 satelliti Starlink in orbita fino ad oggi e conta circa 145.000 utenti del servizio.

Tamitha Skov, una ricercatrice dell’Aerospace Corp., ha analizzato le basi di una tempesta geomagnetica per la CNBC: in primo luogo, “il sole spara dei magneti” sotto forma di tempesta. Lo scudo magnetico terrestre scarica l’energia della tempesta solare nell’atmosfera superiore del nostro pianeta e la riscalda, facendola gonfiare e diventare più densa. Ciò aumenta la resistenza sui satelliti in orbita terrestre bassa.

SpaceX ha affermato che “la velocità di escalation e la gravità della tempesta hanno causato un aumento della resistenza atmosferica” ​​fino al 50% in più rispetto a quanto normalmente sperimentano i satelliti in orbita bassa. Dopo che è stata rilevata l’aumento della resistenza atmosferica, il team operativo della compagnia ha messo i satelliti in una modalità di sicurezza che ruota il veicolo spaziale sul bordo per ridurre la resistenza, una posizione che la società ha precedentemente descritto come un orientamento “pinna di squalo”.

READ  Cosa sono i bot spam e perché sono un problema nell'accordo su Twitter di Elon Musk

Si prevede che circa 10 dei satelliti Starlink sopravviveranno e raggiungeranno l’orbita di destinazione prevista.

SpaceX non ha indicato se fosse a conoscenza della tempesta, che secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration è stata generata da un brillamento solare il 15 gennaio. 29.

NOAA misura le tempeste geomagnetiche su una scala di gravità crescente da G1 a G5. L’agenzia aveva emesso un avviso per una “probabile” tempesta geomagnetica da G1 a G2 il 22 febbraio. 2, il giorno prima del lancio di SpaceX.

Ci sono una media di 1.700 tempeste G1 di questo tipo nel corso di un ciclo solare di 11 anni, secondo i dati NOAA evidenziati da Erika Palmerio, una ricercatrice meteorologica spaziale presso Predictive Science, una società che supporta studi solari per le agenzie governative statunitensi .

“È una situazione abbastanza comune in termini di attività geomagnetica” vedere una tempesta della forza di quella che ha messo fuori combattimento i satelliti Starlink la scorsa settimana, ha detto Palmerio.

SpaceX dispiega i satelliti in un’orbita più bassa inizialmente per entrambi il lancio più alla volta e in modo che qualsiasi problema identificato dopo il lancio si tradurrà in un satellite malfunzionante che deorbita rapidamente e brucerà nell’atmosfera. La società pubblicizza i suoi satelliti Starlink come progettati per disintegrarsi completamente al rientro, “il che significa che non vengono creati detriti orbitali e nessuna parte del satellite colpisce il suolo”.

Cosa significa la perdita per SpaceX

Un razzo Falcon 9 trasporta in orbita 49 satelliti Starlink il 10 febbraio. 3, 2022.

SpaceX

Come azienda privata, SpaceX non rivela il costo esatto dei suoi satelliti Starlink o dei suoi lanci Falcon 9, ma perdere la maggior parte della missione potrebbe essere un colpo finanziario fino a $ 50 milioni.

La società ha rivelato in precedenza che, quando SpaceX riutilizza i suoi razzi Falcon 9, il Il costo per lancio è di circa $ 28 milioni a $ 30 milioni. E, per i satelliti, la dirigenza dell’azienda ha detto che una stima di $ 1 milione di costo per veicolo spaziale era “lontano”. A metà di quella stima – o 500.000 dollari per satellite – la perdita di circa 40 satelliti varrebbe circa 20 milioni di dollari.

In particolare, SpaceX ha precedentemente deorbitato “uno o due” satelliti Starlink dopo una missione, ha spiegato alla CNBC l’astrofisico Jonathan McDowell. McDowell è un astrofisico presso l’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics e cataloga i lanci di satelliti.

“Ma perdere la maggior parte del lotto è inaudito”, ha detto McDowell. “Questo è enorme rispetto a tutto ciò che è successo prima.”

McDowell ha anche affermato che la perdita è significativa per SpaceX poiché, “nel contesto dei lanci storici di satelliti”, la società “ha avuto un discreto successo”.

“Il razzo almeno è davvero affidabile… e dalla metà del 2020 ci sono stati relativamente pochi guasti totali dei satelliti Starlink”, ha detto McDowell.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *