Tutti i momenti salienti della 64a edizione dei Grammy Awards

Era quello, ma a causa di un’apparizione a metà spettacolo del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyche ha parlato di musicisti ucraini in giubbotto antiproiettile e ha chiesto sostegno, tutto è finito in un contesto che sembrava sfuggire agli Oscar della scorsa settimana.

Per un momento, la notte di musica e festeggiamenti si è interrotta e l’attenzione si è spostata sull’invasione in corso e sulla difficile situazione del popolo ucraino.

“La guerra: cosa c’è di più opposto della musica?” disse Zelensky. “Difendiamo la nostra libertà. Per vivere. Per amare. Per suonare. Nella nostra terra, stiamo combattendo la Russia che porta un silenzio orribile con le loro bombe. Il silenzio morto. Riempi il silenzio con la tua musica! Riempilo oggi. Per raccontare la nostra storia . .Dì la verità sulla guerra. ”

I vincitori

È stata una grande serata per tre artisti in particolare, che si sono portati via i quattro più grandi riconoscimenti della serata.

Jon Batiste ha vinto l’album dell’anno per “We Are”, Silk Sonic ha vinto il record e la canzone dell’anno per “Leave the Door Open” e Olivia Rodrigo è andata via con il miglior nuovo artista.

Anche Doja Cat e SZA hanno ottenuto una vittoria memorabile, sia per la risposta emotiva di Doja Cat che per la sua pausa in bagno inopportuna che l’ha quasi derubata del suo momento. Tutto ha funzionato, però, per i nuovi vincitori del premio per il miglior duo pop / performance di gruppo.

Le esibizioni

LEI, Travis Barker e Lenny Kravitz hanno eseguito

La suddetta apparizione di Zelensky ha stimolato un’esibizione di John Legend, che canta “Free”, mentre indossava un abito blu, un saluto visivo al paese dell’Ucraina.

READ  Biden: l'invasione dell'Ucraina è ancora "distintamente possibile" nonostante le affermazioni russe | Ucraina

È stato accompagnato sul palco dalla cantante ucraina Mika Newton, dalla musicista Siuzanna Igidan e dal poeta Lyuba Yakimchuk in questo momento toccante.

Il batterista dei Foo Fighters Taylor Hawkins è stato premiato in cima a un segmento di In Memoriam che era impostato su una straordinaria interpretazione in quattro persone di “Somewhere”, dal musical “West Side Story”. Rachel Ziegler (protagonista del recente remake del musical), Ben Platt, Cynthia Erivo e Leslie Odom Jr. insieme hanno dato il momento più vocalmente impressionante dello spettacolo.

Altrove, i BTS sono saliti sul palco per una versione ad alta energia del loro successo “Butter”. Lil Nas X ha eseguito “Industry Baby” con Jack Harlow contro una gigantesca statua di pietra della sua stessa faccia – come si fa. Billie Eilish ha portato il caldo – e la pioggia – durante un’interpretazione di “Happier Than Ever” che sicuramente non ha reso più felice che mai la troupe dei Grammy (ma sembrava piacere alla folla). (In un ulteriore bel tocco, le esibizioni sono state spesso introdotte da membri delle squadre di artisti dietro le quinte, come i tour manager.)

L’11 volte candidato di quest’anno Batiste ha anche mostrato le sue abilità pianistiche tra molte altre con una versione dal vivo di “Freedom” che era la gioia personificata.

Anche HER e Lenny Kravitz – con Travis Barker alla batteria – hanno fatto crollare la casa con una versione rock di “Are You Going to Go My Way”.

Cosa chiedere di più ai Grammy?

Il tappeto rosso

Justin Bieber e Hailey Bieber arrivano ai Grammy.
Prima dell’azione nello show vero e proprio, il tappeto rosso lo ha dimostrato per essere una parata del bagliore si può ottenere solo dai Grammy.

In tempi normali, i Grammy si sarebbero tenuti a gennaio o febbraio, diverse settimane prima degli Oscar, il consueto finale della stagione dei premi. (In effetti, non c’è stato un Grammy ad aprile dal 1965.) Ma c’era qualcosa di piuttosto appropriato nell’avere il tappeto rosso più vivace della stagione dei premi che chiudeva la stagione.

READ  Il capo della FAA Steve Dickson annuncia le dimissioni a metà mandato

Lil Nas X ha dimostrato che le perle sono le migliori amiche di un produttore di successo. Justin Bieber indossava un abito fatto per due. J Balvin portava il cuore in testa. E Kim Taehyung dei BTS, che si esibisce come V, ha indossato tutti i fiori di carta al ballo di fine anno sul bavero e lo ha fatto sembrare bello.

In effetti, gli uomini hanno probabilmente rubato la sfilata quest’anno, ma le donne hanno rappresentato fortemente nel reparto di tendenza. Vedi: le punte dei capelli di Doja Cat e le sopracciglia sottilissime di Laverne Cox.

La tendenza più importante della serata è stata, tuttavia, un’altra promessa che Noah ha fatto in cima allo show: un riferimento a quella Altro il momento più emozionante dello spettacolo: Tutti tenevano i nomi delle altre persone fuori dalla loro bocca. E siamo stati tutti meglio per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *