Uber collabora con le compagnie di taxi gialli a New York

I newyorkesi che ordinano un passaggio sull’app Uber potrebbero scegliere un taxi giallo nell’ambito di una nuova partnership tra la compagnia di trasporti e due società di tecnologia dei taxi.

L’opzione taxi inizierà più tardi questa primavera e sarà disponibile per tutti i passeggeri Uber a New York City, ha affermato Uber.

I passeggeri di Uber pagheranno all’incirca lo stesso prezzo per un taxi giallo che farebbero su un’auto UberX, che è la corsa individuale di base, secondo Uber. Riceveranno un prezzo in anticipo nell’app prima di richiedere il viaggio, come fanno attualmente con tutte le corse Uber.

I conducenti di taxi gialli che rispondono alle chiamate dell’app Uber vedranno anche il prezzo di una corsa in anticipo e in base all’accordo avranno la possibilità di accettarlo o rifiutarlo. La partnership tra Uber e le compagnie di taxi Curb e CMT è stata segnalata per la prima volta giovedì dal Wall Street Journal.

La partnership Uber-taxi arriva come è stata l’industria dei taxi gialli di New York City decimato dalla pandemia di coronavirus poiché più persone hanno lavorato da casa e molti turisti sono rimasti lontani.

Ma anche prima della pandemia, i tassisti perdevano le tariffe per i servizi di app di corsa di Uber e Lyft e andavano incontro alla rovina finanziaria dopo prendere prestiti acquistare medaglioni – permessi rilasciati dalla città necessari per possedere un taxi giallo – a prezzi gonfiati.

Uber ha affrontato le proprie sfide durante la pandemia, lottando per trovare abbastanza driver per soddisfare la domanda. La nuova partnership aiuterà ad alleviare la carenza e anche a generare maggiori entrate per l’azienda poiché riceve una commissione su ogni corsa ordinata tramite la sua app.

READ  Il razzo Atlas V lancia in orbita 2 satelliti per comunicazioni

La nuova partnership Uber-taxi non ha richiesto l’approvazione della Taxi and Limousine Commission della città, che sovrintende all’industria dei taxi, hanno affermato i funzionari della città, anche se l’agenzia avrà ancora la supervisione delle regole che coprono i conducenti a noleggio.

I newyorkesi potranno ancora salutare i taxi gialli per strada.

Uber ha detto che fornirà maggiori dettagli sull’opzione taxi nei prossimi mesi. Uber ha già partnership con flotte di taxi e società tecnologiche in altre città del mondo, il che consente ai passeggeri di Uber di ordinare i taxi sull’app.

“Uber ha una lunga storia di partnership con l’industria dei taxi per fornire ai conducenti più modi per guadagnare e ai passeggeri con un’altra opzione di trasporto”, ha affermato Andrew Macdonald, vicepresidente senior per la mobilità e le operazioni commerciali di Uber. “Le nostre partnership con i taxi hanno un aspetto diverso in tutto il mondo e siamo entusiasti di collaborare con le società di software per taxi CMT e Curb, a beneficio dei tassisti e di tutti i newyorkesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *