Ucraina: ritrovati 200 corpi nel seminterrato delle rovine di Mariupol

KIEV, Ucraina (AP) – I lavoratori che scavano tra le macerie di un condominio a Mariupol hanno trovato 200 corpi nel seminterrato, hanno detto martedì le autorità ucraine, mentre altri orrori vengono alla luce nella città in rovina che ha visto alcune delle peggiori sofferenze del Guerra di 3 mesi.

I corpi si stavano decomponendo e il fetore aleggiava sul quartiere, ha detto Petro Andryushchenko, consigliere del sindaco. Non ha detto quando sono stati scoperti, ma il gran numero di vittime lo rende uno degli attacchi più mortali conosciuti della guerra.

Pesanti combattimenti, nel frattempo, sono stati segnalati nel Donbas, il cuore industriale orientale che le forze di Mosca stanno cercando di impadronirsi. Le truppe russe hanno preso il controllo di una città industriale che ospita una centrale termica e hanno intensificato gli sforzi per circondare e catturare Sievierdonetsk e altre città.

Secondo il governatore regionale, dodici persone sono state uccise dai bombardamenti russi nella regione di Donetsk, nel Donbas. E il governatore della regione di Luhansk nel Donbas ha affermato che l’area sta affrontando il suo “momento più difficile” negli otto anni da quando sono scoppiati i combattimenti separatisti.

“I russi stanno avanzando in tutte le direzioni allo stesso tempo. Hanno portato un numero folle di combattenti e attrezzature “, ha scritto il governatore, Serhii Haidai, su Telegram. “Gli invasori stanno uccidendo le nostre città, distruggendo tutto ciò che ci circonda.” Ha aggiunto che Luhansk sta diventando “come Mariupol”.

Mariupol è stato picchiato incessantemente durante un assedio di quasi tre mesi terminato la scorsa settimana dopo che circa 2.500 combattenti ucraini hanno abbandonato un’acciaieria dove avevano preso posizione. Le forze russe hanno già tenuto il resto della città, dove si stima che 100.000 persone rimangano fuori una popolazione prebellica di 450.000, molte delle quali intrappolate durante l’accerchiamento con poco cibo, acqua, calore o elettricità.

Almeno 21.000 persone sono state uccise durante l’assedio, secondo le autorità ucraine, che hanno accusato la Russia di aver cercato di nascondere gli orrori introducendo attrezzature mobili per la cremazione e seppellendo i morti in fosse comuni.

READ  Nets, Kyrie Irving in un vicolo cieco; ultime su Miles Bridges; Note sul Draft NBA

Durante l’assalto a Mariupol, attacchi aerei russi hanno colpito un ospedale per la maternità e un teatro dove si rifugiavano i civili. Un’indagine dell’Associated Press ha rilevato che quasi 600 persone sono morte nell’attacco al teatroil doppio della cifra stimata dalle autorità ucraine.

Miniatura del video di Youtube

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha accusato i russi di aver condotto una “guerra totale” e di aver cercato di infliggere quanta più morte e distruzione possibile al suo paese.

“In effetti, non c’è stata una guerra del genere nel continente europeo per 77 anni”, ha detto Zelensky, riferendosi alla fine della seconda guerra mondiale.

I separatisti sostenuti da Mosca hanno combattuto le forze ucraine nel Donbas per otto anni e detengono vaste aree di territorio. Sievierdonetsk e le città vicine sono l’unica parte della regione di Luhansk del Donbas ancora sotto il controllo del governo ucraino.

Le forze russe hanno ottenuto “alcuni successi localizzati” nonostante la forte resistenza ucraina lungo le posizioni scavate, hanno affermato le autorità militari britanniche.

Zelenskyy ha affermato che le forze ucraine nella regione stanno affrontando una situazione difficile.

“Praticamente tutta la potenza dell’esercito russo, qualunque cosa gli sia rimasta, viene lanciata all’offensiva lì”, ha detto Zelenskyy martedì nel suo discorso serale alla nazione. “Liman, Popasna, Sievierodonetsk, Slaviansk: gli occupanti vogliono distruggere tutto lì”.

Nella regione di Donetsk, le truppe di Mosca hanno preso il controllo della città industriale di Svitlodarsk, che ospita una centrale termica e aveva una popolazione prebellica di circa 11.000 abitanti, e vi hanno issato la bandiera russa.

“Ora hanno appeso il loro straccio all’edificio dell’amministrazione locale”, ha detto Serhii Goshko, capo dell’amministrazione militare ucraina locale, alla radio Vilny dell’Ucraina, in riferimento alla bandiera russa. Goshko ha detto che le unità armate stavano pattugliando le strade di Svitlodarsk, controllando i documenti dei residenti.

READ  Le ultime ore di Bob Saget raccontate in New Doc, il gioco scorretto escluso

Secondo il sindaco Vadym Lyakh, le truppe russe hanno anche riparato la città orientale di Slovyansk con munizioni a grappolo, colpendo un edificio privato. Ha detto che le vittime sono state evitate perché molte persone avevano già lasciato le loro case e ha esortato i restanti residenti a evacuare a ovest. Pesanti combattimenti erano in corso anche nella città di Lyman.

Tra i combattimenti, due alti funzionari russi sembravano riconoscere che l’avanzata di Mosca è stata più lenta del previsto, anche se hanno promesso che l’offensiva avrebbe raggiunto i suoi obiettivi.

Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio di sicurezza russo. ha affermato che il governo russo “non sta inseguendo le scadenze”. E il ministro della Difesa Sergei Shoigu ha detto a una riunione di un’alleanza di sicurezza degli ex stati sovietici guidata dalla Russia che Mosca sta deliberatamente rallentando la sua offensiva per consentire ai residenti delle città circondate di evacuare, sebbene le forze abbiano ripetutamente colpito obiettivi civili.

Ore dopo, Zelenskyy ha deriso l’affermazione di Shoigu.

“Beh, dopo tre mesi di ricerca di una spiegazione del motivo per cui non sono stati in grado di rompere l’Ucraina in tre giorni, non potevano pensare a niente di meglio che dire che era quello che avevano pianificato”, ha detto nel suo discorso video.

Funzionari russi hanno anche annunciato che le forze di Mosca avevano finito di sminare le acque al largo di Mariupol e che mercoledì sarebbe stato aperto un corridoio sicuro per l’uscita di ben 70 navi straniere dalla costa meridionale dell’Ucraina.

A Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, ci sono stati segni di ripresa dopo settimane di bombardamenti. I residenti hanno formato lunghe file per ricevere razioni di farina, pasta, zucchero e altri alimenti di base questa settimana. Le forze di Mosca si sono ritirate da Kharkiv all’inizio di questo mese, ritirandosi verso il confine russo di fronte ai contrattacchi ucraini, anche se la Russia continua a bombardare l’area da lontano, hanno detto martedì funzionari ucraini.

READ  Il re d'Inghilterra si scusa con la regina per le feste della "valigia del vino" prima del funerale del principe Filippo

Galina Kolembed, coordinatrice del centro di distribuzione degli aiuti, ha affermato che sempre più persone stanno tornando in città. Kolembed ha affermato che il centro fornisce cibo a oltre 1.000 persone ogni giorno, un numero in continua crescita.

“Molti di loro hanno bambini piccoli e spendono i loro soldi per i bambini, quindi hanno bisogno di supporto con il cibo”, ha detto.

Nel frattempo, la moglie del comandante in capo che ha resistito all’interno dell’acciaieria Azovstal a Mariupol ha detto martedì di aver avuto una breve conversazione telefonica con suo marito, che si è arreso ai russi ed è stato fatto prigioniero la scorsa settimana.

Kateryna Prokopenko, che è sposata con il leader del reggimento Azov Denys Prokopenko, ha detto che la chiamata è stata interrotta prima che potesse dire qualcosa su se stesso.

Ha detto che la chiamata è stata resa possibile grazie a un accordo tra Ucraina e Russia, mediato dalla Croce Rossa.

Prokopenko e Yuliia Fedosiuk, la moglie di un altro soldato, hanno detto che diverse famiglie hanno ricevuto telefonate negli ultimi due giorni. Le donne hanno detto che sperano che i soldati non vengano torturati e che alla fine “tornino a casa”.

Denis Pushilin, il leader dei separatisti sostenuti da Mosca nella regione di Donetsk, ha detto all’agenzia russa Interfax che sono in corso i preparativi per un processo contro i soldati ucraini catturati, compresi i difensori di Mariupol.

___

Becatoros riportato da Kramatorsk, Ucraina. I giornalisti dell’Associated Press Yuras Karmanau a Leopoli, Andrea Rosa a Kharkiv, Danica Kirka a Londra e altri membri dello staff di AP in tutto il mondo hanno contribuito.

___

Segui la copertura di AP sulla guerra in Ucraina: https://apnews.com/hub/russia-ukraine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *