Un sonnellino eccessivo potrebbe essere un segno di demenza, rileva uno studio

Secondo lo studio pubblicato giovedì su Alzheimer’s and Dementia, gli anziani che facevano un pisolino almeno una volta al giorno o più di un’ora al giorno avevano il 40% di probabilità in più di sviluppare l’Alzheimer rispetto a quelli che non facevano un pisolino ogni giorno o meno di un’ora al giorno. : Il giornale dell’Associazione Alzheimer.

“Abbiamo scoperto che l’associazione tra sonnellini diurni eccessivi e demenza è rimasta dopo l’adeguamento per la quantità e la qualità del sonno notturno”, ha affermato il co-autore senior Dr. Yue Leng, assistente professore di psichiatria all’Università della California, a San Francisco, in una dichiarazione.

I risultati fanno eco ai risultati di a precedente studio di Leng che ha scoperto che fare un pisolino due ore al giorno ha aumentato il rischio di deterioramento cognitivo rispetto a un pisolino meno di 30 minuti al giorno.

Il nuovo studio ha utilizzato i dati raccolti in 14 anni dal Rush Memory and Aging Project, che ha seguito oltre 1.400 persone di età compresa tra 74 e 88 anni (con un’età media di 81 anni).

“Penso che il pubblico non sia a conoscenza del fatto che l’Alzheimer è una malattia del cervello che spesso provoca cambiamenti nell’umore e nel comportamento del sonno”, ha affermato il dott. Richard Isaacson, direttore dell’Alzheimer’s Prevention Clinic presso il Center for Brain Health dello Schmidt College of Medicine della Florida Atlantic University.

“Un sonnellino eccessivo può essere uno dei tanti indizi che una persona potrebbe essere sulla strada del declino cognitivo e innescare una valutazione di persona con un medico curante”, ha affermato Isaacson, che non è stato coinvolto nello studio.

READ  Alcuni civili sono stati evacuati dall'acciaieria Azovstal questo fine settimana. Ecco cosa sappiamo

Aumento del bisogno di sonnellini

La qualità e la quantità del sonno diminuiscono con l’età, spesso a causa del dolore o delle complicazioni dovute a condizioni croniche come le pause più frequenti per il bagno. Pertanto, le persone anziane tendono a fare i sonnellini più spesso di quanto non facessero quando erano più giovani.

Ma il sonnellino diurno può anche essere un segnale di cambiamenti cerebrali che sono “indipendenti dal sonno notturno”, ha detto Leng. Lei ha fatto riferimento ricerca precedente ciò suggerisce che lo sviluppo di grovigli di tau, un segno distintivo dell’Alzheimer, potrebbe influenzare i neuroni che promuovono la veglia in aree chiave del cervello, interrompendo così il sonno.

Per 14 giorni all’anno, i partecipanti allo studio in corso hanno indossato un tracker che ha catturato i dati sui loro movimenti; Nessun movimento per un periodo prolungato tra le ore 9:00 e le 19:00 è stato interpretato come un pisolino.

Sebbene sia possibile che le persone abbiano potuto leggere o guardare la TV, “abbiamo sviluppato un algoritmo unico per definire i sonnellini e per differenziare i sonnellini da nessuna attività. Non abbiamo definito una durata specifica per il “riposino prolungato”, ma eravamo più concentrati su i minuti di pisolino accumulati al giorno e il cambiamento della durata dei pisolini nel corso degli anni “, ha detto Leng alla Galileus Web via e-mail.

“Sono necessari ulteriori studi con dispositivi convalidati per rilevare il sonno rispetto al comportamento sedentario”, ha affermato Isaacson. “Ma allo stesso tempo, essere sedentario e non muoversi per lunghi periodi di tempo è un noto fattore di rischio per il declino cognitivo e l’Alzheimer.

READ  La banca centrale russa alzerà il tasso di interesse di riferimento dal 9,5% al ​​20%

“Indipendentemente dal motivo, addormentarsi durante il giorno o sonnellini eccessivi solleva la mia antenna per concentrarmi sul fatto che la persona possa essere a maggior rischio di Alzheimer o di declino cognitivo”, ha detto.

Nel corso dei 14 anni, lo studio ha rilevato che i sonnellini diurni giornalieri sono aumentati in media di 11 minuti all’anno per gli adulti che non hanno sviluppato deterioramento cognitivo. Tuttavia, una diagnosi di deterioramento cognitivo lieve ha raddoppiato il tempo del pisolino per un totale di 24 minuti al giorno. Le persone a cui è stato diagnosticato l’Alzheimer hanno quasi triplicato il tempo del pisolino, raggiungendo una media di 68 minuti al giorno.

Un solo drink al giorno può rimpicciolire il cervello, dice lo studio

Il “drastico aumento” della durata e della frequenza dei sonnellini nel corso degli anni sembra essere un segnale particolarmente importante, ha affermato Leng.

“Non credo che abbiamo prove sufficienti per trarre conclusioni su una relazione causale, questo è il sonnellino stesso che ha causato l’invecchiamento cognitivo, ma un sonnellino diurno eccessivo potrebbe essere un segnale di invecchiamento accelerato o processo di invecchiamento cognitivo”, ha detto.

Cosa fare?

Preferibilmente, gli adulti dovrebbero limitare i sonnellini diurni a 15-20 minuti prima delle 15:00 per ottenere i benefici più ristorativi dal pisolino e evitare di danneggiare il sonno notturno, ha detto Leng.

La lunga vita viene dal mangiare bene, dicono gli studi.  Ecco come iniziare

Inoltre, gli anziani e i caregiver delle persone con malattia di Alzheimer dovrebbero prestare maggiore attenzione ai comportamenti di sonnellino diurno ed essere attenti ai segni di un numero eccessivo o aumentato di sonnellini, ha affermato.

Qualsiasi aumento significativo del comportamento del sonnellino dovrebbe essere discusso con un medico, ha detto Isaacson.

“Penso che non sia mai troppo tardi perché qualcuno possa cambiare uno stile di vita sano per il cervello o prestare maggiore attenzione alla salute del proprio cervello”, ha detto Isaacson. “Fare del sonno una priorità, prestare attenzione alla qualità del sonno e parlare con il medico del sonno: queste sono tutte cose critiche”.

READ  La Russia invade l'Ucraina e le notizie di Vladimir Putin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *