Xi propone cinese ‘iniziativa di sicurezza globale’, senza fornire dettagli

BOAO, Cina, 21 aprile (Reuters) – Il presidente cinese Xi Jinping ha proposto giovedì una “iniziativa di sicurezza globale” che sostiene il principio della “sicurezza indivisibile”, concetto avallato anche dalla Russia, pur non fornendo dettagli su come sarebbe implementato.

Durante un video discorso all’annuale Boao Asia Forum, Xi ha affermato che il mondo dovrebbe rispettare la sovranità e l’integrità territoriale di tutti i paesi, prestando attenzione alle “legittime” preoccupazioni di sicurezza di tutti.

“Dovremmo sostenere il principio dell’indivisibilità della sicurezza, costruire un’architettura di sicurezza equilibrata, efficace e sostenibile e opporci alla costruzione della sicurezza nazionale sulla base dell’insicurezza in altri paesi”, ha detto Xi al raduno nell’isola di Hainan, nella Cina meridionale.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Nei colloqui sull’Ucraina, la Russia ha chiesto ai governi occidentali di rispettare un accordo del 1999 basato sul principio della “sicurezza indivisibile” secondo cui nessun paese può rafforzare la propria sicurezza a spese degli altri. leggi di più

Cina e Russia sono diventate sempre più vicine e la Cina si è rifiutata di condannare la Russia del 20 febbraio. 24 invasione dell’Ucraina, che Mosca definisce “operazione speciale” per smilitarizzare il Paese. La Cina ha attribuito la crisi ucraina all’espansione verso est della NATO.

Uno schermo mostra il presidente cinese Xi Jinping che ha pronunciato un discorso alla cerimonia di apertura del Forum Boao per l’Asia tramite collegamento video, presso un media center a Boao, provincia di Hainan, Cina, 21 aprile 2022. REUTERS / Kevin Yao

Gli analisti notano che questa è la prima volta che la Cina ha sostenuto la “sicurezza indivisibile” al di fuori del contesto della crisi Russia-Ucraina, con implicazioni sulle azioni statunitensi in Asia.

“Se la Cina ritiene che le azioni degli Stati Uniti e dei suoi alleati su Taiwan o sul Mar Cinese Meridionale non tengano conto delle sue preoccupazioni in materia di sicurezza, potrebbe evocare il concetto di ‘sicurezza indivisibile’ per rivendicare l’alto livello morale in rappresaglia”, ha affermato Li Mingjiang, professore associato presso la S. Rajaratnam School of International Studies di Singapore.

READ  Il rapporto della seconda grande fuga di notizie dalla Corte Suprema degli Stati Uniti attira l'attenzione per un'indagine

Wang Jiangyu, professore di giurisprudenza presso la City University di Hong Kong, ha affermato che evocando il concetto di “sicurezza indivisibile”, che aveva avuto origine dall’Europa, la Cina potrebbe sperare di far apparire più legittime ad altri paesi le sue azioni in difesa dei suoi interessi fondamentali .

Xi ha anche ribadito l’opposizione della Cina alle sanzioni unilaterali e alla “giurisdizione del braccio lungo”, senza menzionare direttamente le azioni punitive dell’Occidente contro la Russia per la sua invasione dell’Ucraina.

La Cina ha ripetutamente criticato le sanzioni occidentali, comprese quelle contro la Russia, ma è stata anche attenta a non fornire assistenza a Mosca che potrebbe portare all’imposizione di sanzioni a Pechino.

Xi ha affermato che sono necessari sforzi per stabilizzare le catene di approvvigionamento globali, ma ha anche affermato che l’economia cinese è resiliente e che la sua tendenza a lungo termine non è cambiata.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di Kevin Yao in Boao e Yew Lun Tian in Beijing Scritto da Tony Munroe; Montaggio di Shri Navaratnam, Bernard Orr, Simon Cameron-Moore e Nick Macfie

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *