Radio Gold

Lunedì 27 Gennaio 2020
A 75 anni dalla liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, anche in provincia di Alessandria questo lunedì 27 gennaio si ricordano le vittime dell'Olocausto
La provincia non dimentica. Le celebrazioni per il Giorno della Memoria
La provincia non dimentica. Le celebrazioni per il Giorno della Memoria

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – A 75 anni dalla liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, anche in provincia di Alessandria questo lunedì 27 gennaio si ricordano e commemorano le vittime dell’Olocausto.

Nel Salone di rappresentanza della Prefettura di Alessandria, alle 10.30, si terrà la cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore conferite dal Presidente della Repubblica agli ex deportati Angelo Agostino Sala, di Fabbrica Curone, e alla memoria del tortonese Pietro Debalini, Angelo Lucotti di Casale Monferrato e dei valenzani Giovanni Novarese, Luigi Varona, Mario Zavanone.

Nel capoluogo la cerimonia ufficiale per il Giorno della Memoria inizierà alle 9.15 in piazzetta della Lega con il ritrovo per la deposizione di una corona davanti alla Sinagoga in via Milano e la lettura dei nomi dei deportati alessandrini da parte di Paola Vitale della Comunità Ebraica di Alessandria. La cerimonia proseguirà poi alle 10.30 al Carro della Memoria, a piazzale Berlinguer, con l’accensione del Braciere della Memoria, l’intervento del professor Agostino Pietrasanta e le riflessioni di alcuni studenti che hanno partecipato al progetto “Dopo la Shoah: un’eredità difficile” promosso dalla Provincia e dall’Associazione “Memoria della Benedicta”.

Le iniziative per il Giorno della Memoria proseguiranno alle 16 allo Stadio Moccagatta con lo scoprimento della targa dedicata all’allenatore ungherese Árpád Weisz, deportato e morto ad Auschwitz, cui è dedicato anche il libro di Giovanni A. Cerruti che verrà presentato alle 17 all‘Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria.


Casale Monferrato le celebrazioni per il Giorno della Memoria inizieranno alle 10.30 in via Alessandria con la deposizione di una corona di alloro alla targa – monumento in prossimità del cardine su cui appoggiava il cancello del ghetto. La cerimonia proseguirà alle 11.30 ai Giardini della stazione di Casale dove verrà intitolata una parte dell’area verde a Raffaele Jaffe – Dirigente Sportivo, fondatore del Foot-Ball Club Casale e Preside degli Istituti Lanza e Leardi di Casale Monferrato.


Per commemorare il Giorno della Memoria e ricordare lo sterminio del popolo ebraico durante l’ultimo conflitto mondiale, il Comune di Novi Ligure, alle 18, organizza la Cerimonia dei Lumi, che si svolgerà all’interno dell’androne di Palazzo Dellepiane. È prevista la lettura di poesie, frasi e aforismi, con accompagnamento musicale. Porterà il suo saluto il Sindaco della Città di Novi Ligure, Gian Paolo Cabella. In rappresentanza della comunità ebraica interverrà Elio Carmi. A seguire, in via Cavour 67, sarà deposto un cero davanti alla Pietra d’Inciampo dedicata al novese Silvio Salomon Ottolenghi.

In occasione del Giorno della Memoria, lunedì 27 gennaio Tortona ricorda le vittime dell’Olocausto con diverse iniziative rivolte principalmente ai giovani. Alla Biblioteca Civica “Tommaso de Ocheda“, alle 9, si terranno letture a tema con Caterina Galizia, che presenterà “La fossa dei lucci e altri racconti”. Narratrice: Giuditta Manganoni. Dal 27 al 31 gennaio alla multisala Megaplex Stardust di Tortona è poi prevista una proiezione mattutina riservata alle scuole film “Jojo Rabbit” diretto da Taika Waititin, recentemente candidato a sei Oscar.

Per il Giorno della Memoria alle 17.30 al Centro Comunale di Cultura di Valenza, in piazza XXXI Martiri, si terrà la rappresentazione curata dalle classi della scuola media Pascoli “370 km, il bene si fa, ma non si dice” in ricordo dell’impresa eroica del “Giusto tra le nazioni” Gino Bartali, il grande campione di ciclismo che contribuì a salvare dalla deportazione centinaia di cittadini italiani di origine ebraica. Lo spettacolo sarà arricchita dalle musiche dell’Orchestra della Pascoli, con i docenti Gisella Boero, Rodolfo Matulich, Gianni Robotti e Marco Romanelli.

Tra le iniziative del Comune di Valenza per il Giorno della Memoria anche quella riservata agli studenti delle scuole del territorio “Sai come è morta Anne Frank”, che prevede la proiezione dei filmati degli eserciti che documentarono l’inferno dei campi di concentramento nazisti nei giorni della liberazione.

Per maggiori dettagli e gli altri appuntamenti organizzati in occasione del Giorno della Memoria cliccate nella sezione Eventi di RadioGold. 



Redazione
Condividi: