Radio Gold

Lunedì 27 Gennaio 2020
Nel primo match con mister Gregucci in panchina non bastano le reti di Casarini e la doppietta di Eusepi. I sardi recuperano due reti nel finale
Alessandria si addormenta e Olbia acciuffa il pari. Beffa al Moccagatta
Alessandria si addormenta e Olbia acciuffa il pari. Beffa al Moccagatta

Marcatori: Casarini (A) al 50′, Eusepi (A) al 63′ e al 79′, Biancu (O) al 69′, Altare (O) all’81’, Pennington (O) al 90′.

ALESSANDRIA – Finisce con una beffa la prima gara di mister Gregucci sulla panchina dei grigi. L’Alessandria infatti è stata raggiunta sul 3-3 dall’Olbia, coi sardi capaci di segnare due reti negli ultimi otto minuti di gara. I grigi devono mangiarsi le mani per un calo di concentrazione fatale, contro una formazione sarda mai doma.

L’avvio dell’Alessandria è subito propositivo: al quarto minuto, sugli sviluppi di un corner, la palla carambola sui piedi di Arrighini. La conclusione da ottima posizione dell’attaccante grigio viene però parata di piede da Crosta. La reazione degli ospiti arriva al 14′ con un bel tiro al volo di Giandonato che si spegne di poco a lato della porta difesa da un Valentini fino a quel momento spettatore non pagante. Con il passare dei minuti la grinta dei Grigi diminuisce e l’Olbia prende coraggio: ad eccezione di un tiro di Celia parato dal portiere ospite, non si registrano occasioni da gol, ma Valentini e compagni faticano non poco a uscire dalla propria metà campo.


Nel secondo tempo l’Alessandria torna in campo con tutt’altro piglio e i risultati, a differenza del primo tempo, non tardano ad arrivare: al 50′, dopo una bella cavalcata lungo la fascia sinistra, Celia lascia partire un cross che Casarini deposita di testa in rete, siglando il secondo gol consecutivo dopo quello decisivo di Gozzano. Mister Brevi cerca di arginare l’inerzia del match con un triplo cambio, gettando nella mischia Biancu, Cocco e Mastino, ma sono i Grigi a segnare di nuovo: il calcio d’angolo battuto da Casarini trova Eusepi sul secondo palo, che di testa porta a due i gol di vantaggio. Gazzi prende il posto di Chiarello, ma al 69′ il risultato cambia di nuovo, con il neoentrato Biancu che accorcia le distanze. Al 78′ entrano Di Quinzio e Sartore al posto di Suljic e Arrighini e al 79′ è il 100° gol di Eusepi, autore quest’oggi di una doppietta, a riportare a due i gol di vantaggio dei padroni di casa con un sinistro implacabile a incrociare sul palo lontano. L’Olbia, però, non si demoralizza e, dopo due minuti, accorcia nuovamente le distanza con Altare sugli sviluppi di una palla ferma. Prestia prende il posto di Sciacca, ma l’Olbia trova il gol del pari al 90′ con Pennington. Sulla punizione di Giandonato il numero 13 trova il tiro vincente, complice anche una deviazione decisiva di un difensore dei grigi.


Redazione
Condividi: