Gazzetta Matin

Giovedì 07 Novembre 2019
Al de la Ville luci spente e occhi chiusi per l'audio documentario "Il sottosopra", alle 18.30; alle 21 arriva il rapper Frankie hi-nrg per presentare il suo libro
FrontDoc, il cinema a occhi chiusi prima di Frankie hi-nrg
FrontDoc, il cinema a occhi chiusi prima di Frankie hi-nrg

FrontDoc spegne le luci del cinema e invita il pubblico a guardare il documentario a occhi chiusi.

Questo pomeriggio, alle 18.30, al Cinéma de la VilleApa VdA, l’associazione dei professionisti dell’audiovisivo che organizza il festival FrontDoc, propone un esperimento suggestivo: il cinema a occhi chiusi.

Una contraddizione per l’arte legata all’immagine e alla luce, organizzata in collaborazione con l’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti della Valle d’Aosta.

In programma la presentazione de “Il Sottosopra” di Gianluca Stazi e Giuseppe Casu, audio documentario vincitore del Prix Italia “Best Documentary and Reportage” e del Prix Europa “Best European Radio Documentary”.

Non una novità per il festival che per il secondo anno, propone un evento dedicato all’audio documentario d’autore, con la premiatissima storia di uno sciopero di minatori nella Sardegna degli anni ’90.

Saranno ospiti dell’appuntamento, Benvenuto Mei, storico minatore di Cogne, e Luca Casella della Uici Valle d’Aosta.

Frankie hi-nrg

Protagonista della serata di FrontDoc sarà Frankie hi-nrg mc.

Il rapper, autore, compositore, giornalista e videomaker si racconterà al pubblico ripercorrendo le tappe della sua vita, della sua carriera e raccontando del suo recente volume autobiografico “Faccio la mia cosa” (2019, Mondadori), dialogando con un altro rapper, l’aostano Andrea Sago Di Rienzo.

Frankie hi-nrg è autore, tra gli altri, di “Fight da Faida” (eletta dal mensile “Rolling Stone” Migliore Canzone Rap Italiana di sempre) e “Quelli che benpensano”. Nella sua più che ventennale carriera ha inciso sei album, scritto e diretto oltre quindici video musicali e collaborato a numerosi progetti che spaziano dalla musica colta al pop.

Ingresso gratuito.

Il festival

La parte degli eventi di FrontDoc prosegue venerdì 8 alle 18 con l’ incontro con il regista Stefano Di Polito su “Il potere immaginario della narrazione” e alle 21 serata sulle “Donne di frontiera”, dibattito con le referenti di tre associazioni di donne valdostane seguita dalla proiezione di “A Thousand Girls like me”, film vincitore del Cervino CineMountain.

Per il concorso dalle 16 di questo pomeriggio proiezioni di If You Kenw (5m) La Bala de Sandoval (17m) Your Turn (83m) Invisivel Heroi (27m), questa sera proiezione di The Handyman (59 minuti) e Selfie (78 minuti).

Domani, venerdì 8 novembre, le proiezioni iniziano alle 16 con Fake (9m) City of Children (16m) Swatted (21m) Symphony of the Ursus Factory (60m).

Alle 18 Dignosis (78m) e alle 21 Juck (17m) The Vibrant Village (7m) The Reformist (56m) A Thousand Girls Like Me (76m).

Sabato 9 novembre ci si sposterà al castello Sarriod de la Tour di Saint-Pierre, alle 21, per il concerto del pianista e compositore David Cerquetti che precede la cerimonia di premiazione con il premio della giuria, quello della giuria giovani e quello del pubblico.

(er.da.)



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: