Gazzetta Matin

Martedì 21 Gennaio 2020
Lo ha comunicato in seconda Commissione il sindaco Fulvio Centoz
Aosta in bicicletta: fondi comunali se saltano i finanziamenti
Aosta in bicicletta: fondi comunali se saltano i finanziamenti

Fondi comunali se saltano i finanziamenti. Lo ha comunicato il sindaco di Aosta Fulvio Centoz nel corso della riunione della seconda Commissione consiliare.

L'ambizioso progetto che dovrebbe portare a una rete di 14 km di piste ciclabili è finanziato per 3 milioni dai fondi europei FESR/POR e per 1,8 milioni da fondi ministeriali. Il rischio esposto dal primo cittadino, però, è che il progetto venga definanziato.


Fulvio Centoz: «Attualmente i finanziamenti non sono stati revocati»

«Attualmente non c'è motivo di ritenere che i finanziamenti ottenuti vengano revocati - sottolinea Centoz -. Il comune, comunque, si impegnerà a portare a compimento l'opera, che consideriamo strategica per la città. Con questa decisione vogliamo cautelarci nel caso in cui dovessimo ritrovarci senza fondi in una fase avanzata del progetto. Ma, ripeto, allo stato attuale non è arrivata alcuna comunicazione in merito».

«Ci impegneremo a reperire risorse comunali o altri tipi di finanziamento se a livello europeo o ministeriale si decidesse di tagliare i fondi» ha precisato il primo cittadino.

Il finanziamento, infatti, come spiegato dal dirigente comunale Andrea Florio, non coinvolge solo il comune di Aosta.

«Ci trasciniamo un ritardo da diversi anni e non riusciamo a recuperare più di tanto - dice -. Nel 2020 non dovremmo perdere il finanziamento, si vedrà nel 2021 se si sono raggiunti i target minimi da parte di tutti i comuni che ricevono i soldi. Naturalmente, se si dovesse arrivare a definanziare, saranno i comuni meno virtuosi a risentirne maggiormente».

Inoltre, per accelerare ulteriormente l'iter, il comune sta valutando l'ipotesi di dividere il progetto in due lotti. Questa misura permetterebbe di procedere velocemente con i tratti dove ci sono meno intoppi e di intervenire in seguito con le zone dove sono necessari ulteriori passaggi amministrativi come espropri o acquisizioni.

Il progetto di fattibilità, è passato con cinque voti favorevoli e un astenuto.

(t.p.)

Redazione
Condividi: