Il Carmagnolese

Lunedì 06 Aprile 2020
Oltre all'esercizio fisico, anche l'alimentazione riveste un ruolo fondamentale per stare in forma durante questo periodo di quarantena: ecco i consigli del biologo nutrizionista Emanuele Pesce, forniti in collaborazione con FTLAB. Proseguono i suggerimenti online.
Quarantena e alimentazione: ecco i consigli del nutrizionista!
Quarantena e alimentazione: ecco i consigli del nutrizionista!

“Il Carmagnolese” e FTLAB continuano a offrire ai lettori informazioni utili su come stare in forma durante questo periodo di quarantena per il COVID-19: questa settimana si parla dell'importanza dell'alimentazione, oltre a quella dell'esercizio fisico.

Ecco le nuove indicazioni fornite dai personal trainer FTLAB e dal biologo nutrizionista Emanuele Pesce!

Quarantena ed esercizio fisico

Prosegue l’iniziativa gratuita -sui canali social Facebook e Instagram di FTLAB- di postare programmi “smart” di allenamento, con semplici e veloci esercizi a corpo libero, ma soprattutto per tutti e da fare stando a casa.

Le lezioni da parte dei personal trainer FTLAB si svolgono online e sono caricate ogni giorno nelle Stories sui social della fitness boutique di Carmagnola e Bra.

Chiunque -in autonomia e senza bisogno di materiale tecnico- può così seguire un programma di allenamento curato da professionisti del settore, per mantenersi in forma anche durante la quarantena.


Quarantena e alimentazione

All'esercizio fisico occorre però affiancare anche pratiche di gestione dello stress e una corretta alimentazione: pertanto, questa settimana, FTLAB si è rivolta al biologo nutrizionista Emanuele Pesce per alcuni consigli utili da seguire in queste settimane di sedentarietà forzata.

1) Quale dieta

L’alimentazione deve essere equilibrata nelle calorie provenienti dai macronutrienti, che devono essere presenti in ognuno dei cinque pasti giornalieri: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena.

Inoltre bisogna bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) per rimpiazzare quella persa con la sudorazione.

Da ricordare: ci vogliono 60 minuti per digerire i carboidrati, da 90 a 120 minuti per le proteine e 180 minuti per i grassi.

2) Cosa dovresti sapere

Proteine

L’assunzione proteica, in generale, deve provenire per 2/3 dal regno vegetale e per 1/3 da quello animale e deve essere proporzionate al peso e all’attività fisica di ogni persona.

Vitamine del gruppo B

Sono importanti per il metabolismo cellulare e per facilitare la produzione di energia.

Antiossidanti

Sono le molecole che la natura ha creato per difendere le cellule contro i radicali liberi, cioè molecole che riescono a disattivarli e a proteggerci.

Tra quelli più importanti vi sono la vitamina A (reperibile in latte, uova, fegato, verdura e frutta rossa e gialla), la vitamina E (nell’olio d’oliva), la vitamina C (in kiwi, peperoni) zinco e selenio (in alimenti di origine animale), il licopene (si trova sopratutto nel pomodoro), grassi polinsaturi e Omega-3 (reperibili nel pesce azzurro e nella frutta oleosa).

Acidi grassi Omega-3

Gli Omega-3 favoriscono la trasmissione di impulsi tra le cellule cerebrali e il sistema nervoso, migliorano la concentrazione e i riflessi, aumentano le difese immunitarie e attenuano i processi infiammatori; si trovano soprattutto nel pesce azzurro, nei semi di lino e nella frutta oleosa come le noci.

Da ricordare: il grasso in eccesso è uno svantaggio a tutte le età; ricorda che un calo di peso troppo rapido può determinare una perdita di tessuto magro (muscoli) e disidratazione.



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: