Il Carmagnolese

Giovedì 23 Aprile 2020
Oggi, giovedì 23 aprile, e giovedì prossimo, 30 aprile, l'ecocentro di Carignano apre per consentire il conferimento di sfalci d'erba e potature.
Due aperture straordinarie dell'ecocentro a Carignano per la raccolta sfalci
Due aperture straordinarie dell'ecocentro a Carignano per la raccolta sfalci

Il sindaco di Carignano, Giorgio Albertino, ha disposto l’apertura straordinaria dell'ecocentro cittadino, in viale Molinetta,nelle giornate di oggi, giovedì 23 aprile, e giovedì prossimo, 30 aprile, esclusivamente per consentire il conferimento della frazione verde (sfalci di erba e residui di potature).

Il centro comunale di raccolta sarà aperto dalle ore 14 alle ore 18 e non potrà essere conferito un quantitativo superiore a 3 metri cubi per ogni utenza.

Gli utenti dovranno accedere con guanti e mascherine, rispettando le indicazioni riguardo alla distanza da mantenere e alla fila da fare.

"Si raccomanda il rigoroso rispetto delle regole e delle indicazioni che il personale presente e i volontari della Protezione Civile potranno impartire per garantire la sicurezza di tutti -specificano dal Comune di Carignano- L’autocertificazioneper il conferimento in piazzola è valida solo nei giorni, orari e condizioni indicate in precedenza. Il trasporto per il conferimento al centro di raccolta di materiale non appartenente alla categoria "sfalci e potature" potrà essere sanzionato da parte delle forze di polizia a termini di legge".

Il ritiro degli ingombranti viene effettuato a domicilio previa prenotazione al numero verde del Covar14.

L’Amministrazione comunale di Carignano, in ragione dell’andamento degli accessi, si riserva di modificare ulteriormente la modalità di accesso.

"Si consiglia comunque di accedere all'ecocentro solo se effettivamente necessario -concludono dal Comune- Tutto dove possibile, si favorisca la modalità di trinciamento con dispersione al suolo o il compostaggio".



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: