Il Carmagnolese

Lunedì 22 Giugno 2020
Sono attivi sul territorio di Carmagnola speciali dispositivi per il monitoraggio delle zanzare, frutto di un progetto regionale di lotta biologica e integrata.
Estate 2020, Carmagnola dichiara guerra alle zanzare
Estate 2020, Carmagnola dichiara guerra alle zanzare

Il Comune di Carmagnola ha aderito al progetto regionale di lotta biologica e integrata alle zanzare in ambito urbano, che prevede l’installazione di particolari dispositivi per il monitoraggio degli insetti.

Anche per evitare allarmismi o interventi ingiustificati, l'Amministrazione comunale informa che sono stati posizionati sul territorio carmagnolese, da parte dell'IPLA - Istituto Piante da Legno di Torino, questi dispositivi, che sono costituiti da:

  • Ovitrappole, composte da un bicchiere in plastica nera al cui interno è presente dell’acqua (addizionata con un larvicida biologico) e una listarella di masonite.
  • Trappole per insetti adulti, composte da un contenitore termico al cui interno viene alloggiato del ghiaccio secco, da una piccola ventola elettrica e da un sacchetto in tulle. L’apparecchio viene alimentato attraverso batteria 12V.

La trappola viene generalmente collocata a circa 120-130 centimetri dal suolo, su piante o altri supporti. Considerata la presenza di ghiaccio secco (anidride carbonica allo stato solido a 78,5°C) è talvolta possibile osservare l’emissione di fumo.

"In realtà si tratta del fenomeno di condensazione del vapore acqueo presente nell’aria, a seguito del brusco raffreddamento indotto da parte dei vapori di CO2", spiegano i tecnici.

Per eventuali chiarimenti, in ogni caso, è possibile contattare l'Ufficio Ambiente del Comune di Carmagnola al numero 011-9724258 o 384 oppure l'IPLA allo 011-4320401.



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: