Il Carmagnolese

Sabato 27 Giugno 2020
L'ex assessore Emilio Gamna (PD) spiega il senso di un'interpellanza che sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale, relativa all'utilizzo dei fondi stanziati dal Governo per l'emergenza Covid a Carmagnola.
"Carmagnola usi al meglio i fondi del Governo per l'emergenza"

"Dal Governo, in diverse forme, stanno arrivando fondi per quasi due milioni di euro a Carmagnola come sostegno per affrontare l'emergenza socio-economica legata al Covid-19 e devono essere usati al meglio, nell'interesse della collettività": così l'ex assessore al bilancio Emilio Gamna (PD) spiega il senso di un'interpellanza alla Giunta Gaveglio presentata dal centro-sinistra, che sarà discussa nella prossima seduta del Consiglio comunale in programma martedì 30 giugno.

"Il cosiddetto Decreto Rilancio assegna alla nostra città, da un primo calcolo, oltre un milione di euro, per dare ossigeno al bilancio comunale in vista della probabile perdita di gettito per il Comune a causa della crisi generata dalla pandemia di Coronavirus -dettaglia Gamna- Altre risorse, stimabili in circa un milione di euro, saranno quindi rese disponibili dalla rinegoziazione dei mutui autorizzata dal Governo, tra risparmio netto sulle rate e spostamento di quanto dovuto a giugno".

Una cifra importante per la città, che si aggiunge ai 170 mila euro stanziati durante l'emergenza sanitaria per far fronte alle necessità di generi alimentari da parte delle famiglie e ai 100 mila euro messi a disposizione dal Consiglio comunale, che saranno usati per ridurre la Tari alle imprese in difficoltà.

"Con la nostra interpellanza vogliamo suggerire all'Amministrazione di spendere in modo oculato queste risorse economiche, che sono straordinarie e "una tantum", prevedendone un utilizzo pluriennale per contrastare nel tempo gli effetti negativi della crisi economica causata dal Covid-19", aggiunge Gamna, che sottolinea anche come molti lavori pubblici realizzati a Carmagnola negli ultimi anni -a partire dagli interventi di efficientamento energetico nelle scuole- siano stati resi possibile grazie a decreti e leggi approvate a suo tempo dai Governi guidati dal Partito Democratico (Letta, Renzi e Gentiloni).



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: