Telegranda

Mercoledì 18 Marzo 2020
Anche 4680 controlli su esercizi commerciali, con 7 segnalazioni ed una sanzione amministrativa. L'attività di controllo sul rispetto delle prescrizioni proseguirà in modo serrato. Il prefetto: “Sono momenti cruciali, rimanete a casa"
Verifiche sui divieti di spostamento: 9559 controlli, 480 segnalazioni all’Autorità Giudiziaria
Verifiche sui divieti di spostamento: 9559 controlli, 480 segnalazioni all’Autorità Giudiziaria

Continua in tutta la provincia di Cuneo la verifica sull'osservanza dei divieti di spostamento dei cittadini in attuazione dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri. 

L'attività di controllo vede impegnati quotidianamente la Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia Stradale e le Polizie Locali. 

Dall'entrata in vigore dei Decreti sono stati effettuati nel territorio provinciale 9559 controlli, ai fini della verifica dell'osservanza delle disposizioni che vietano gli spostamenti delle persone se non per comprovate esigenze lavorative, per situazioni di necessità e per motivi di salute, con 480 segnalazioni all'Autorità Giudiziaria per l'ipotesi di reato previsto dall'art. 650 del Codice Penale. 

Sono stati, altresì, effettuati 4680 controlli su esercizi commerciali, con 7 segnalazioni all'Autorità Giudiziaria, sempre ex art. 650 del C.P. ed una sanzione amministrativa.


La Prefettura invita i cittadini a non uscire di casa, se non nei casi strettamente necessari e con tutte le prescritte cautele, evitando in ogni caso forme di assembramento per non incorrere nelle sanzioni di legge. 

Si richiama in particolare l'attenzione delle persone sottoposte alla misura della quarantena, ovvero risultati positivi al virus, circa il divieto assoluto di uscire di casa e di quelle persone che abbiano sintomi di infezione respiratoria e febbre superiore a 37,5' a rimanere a casa e rivolgersi al proprio medico di famiglia e a limitare al massimo il contatto interpersonale. 


Il Prefetto ricorda che le disposizioni del Governo sono state dettate per garantire una generale azione di prevenzione e contrasto e che le stesse devono essere rigorosamente osservate, limitando le uscite ai casi strettamente consentiti. Il momento che stiamo vivendo richiede un grande senso di responsabilità da parte di tutti ed è assolutamente indispensabile il concorso di ciascun singolo cittadino che è chiamato a fare responsabilmente la propria parte per tutelare, oltre che se stesso, anche l'intera collettività. 

L'attività di controllo sul rispetto delle prescrizioni proseguirà in modo serrato: "sono momenti cruciali, rimanete a casa". 



Scarica l'App Community Smart sul tuo telefono per leggere altre notizie locali come questa.
Redazione
Condividi: